Come distinguere fabula e intreccio

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Scrivere è la passione di moltissime persone, che ogni giorno si affacciano a questo fantastico mondo dove poter dar vita alle proprie idee. Ma per poter scrivere nella maniera corretta e non fare confusione con i vari generi, è necessario partire dalle basi. Sicuramente vi sarà già capitato di non capire l'esatta differenza che troviamo in un testo tra fabula e intreccio, In questa guida ti verrà spiegato come distinguere tra fabula e intreccio in un qualsiasi testo narrativo. Queste due nozioni basilari e così semplici ti daranno un grande aiuto per portare a termine anche le più difficili verifiche, e temi, di italiano senza problemi. L' unica cosa che devi fare è leggere le nozioni che ti proporrò con attenzione. Attarverso pochi e semplici passaggi daremo utili suggerimenti che vi aiuteranno a capire meglio la differenza.

24

La fabula

LA FABULA, è la successione cronologica degli eventi che costituiscono la trama di un testo narrativo senza tenere conto della disposizione scelta dall' autore e raccontata dal narratore.
L'INTRECCIO, invece, riguarda il racconto ed è costituito dall'ordine in cui i vari elementi e le differenti vicende della storia sono presentati dall'autore del testo: spesso, infatti, l'autore sceglie di non raccontare gli eventi nell'ordine cronologico in cui si sono svolti, quindi la costruzione del racconto si differenzia dallo svolgimento della storia. Queste tecniche della narrazione sono utilizzate dagli scrittori per rendere più avvincenti ed interessanti i loro racconti.

34

Tecniche narrative

Le tecniche narrative di cui, solitamente, l'autore del testo si serve per interrompere l'ordine logico e cronologico degli avvenimenti sono l'analessi e la prolessi. L' ANALESSI (flashback) evoca un evento accaduto precedentemente; la PROLESSI (flashforward), invece, anticipa il racconto di un evento successivo. Un altra tecnica che fa parte delle prolessi e viene utilizzata all' inizio del racconto è quella dell' inizio IN MEDIAS RES (nel mezzo delle cose) e consiste nel fatto che l' inizio del racconto si trova già nel pieno della narrazione.

Continua la lettura
44

Esempi di fabula e intreccio

Per concludere ora ti presenterò degli esempi di di fabula e intreccio:
1. Luca andò prima alla scuola materna e poi alle elementari dove aveva tanti amici; poi però quando andò alle scuole medie non riuscì a farsene.
2. Luca non riusciva a farsi degli amici, era alla scuola media, da piccolo però, alla scuola materna e alle elementari era riuscito a farsene molti.
Capire la difefrenza fra i due generi vi aiutera' di molto a realizzare delle storie molto più convincenti e ben pensate. I consigli di questa guida vi aiuteranno certamente a comprendere prima la differenza. Vi auguro quindi buon lavoro.
Alla prossima.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come distinguere il genere e il numero del nome

Nella grammatica italiana ogni parola viene suddivisa in genere (maschile o femminile) e numero (singolare o plurale). Il nome è una variabile del discorso e può indicare una persona, un animale, una cosa. La maggior parte di essi ha una forma per il...
Elementari e Medie

Come distinguere i verbi transitivi e intransitivi

Una regola fondamentale della grammatica italiana è la distinzione tra i verbi transitivi e quelli intransitivi. Nonostante sia una regola molto semplice da capire e da applicare, molto spesso viene ignorata, incorrendo in gravissimi errori. Questa distinzione...
Elementari e Medie

Come distinguere attributo e apposizione

Ecco una bella ed anche molto importante ed interessante guida, attraverso il cui aiuto poter essere capaci d'imparare come e cosa fare per distinguere nel modo migliore l'attributo e l'apposizione, nella nostra bellissima lingua italiana. Saper tutto...
Elementari e Medie

Grammatica: come distinguere il pronome dall'aggettivo dimostrativo

L'italiano è una delle lingue europee derivante dal latino. Presenta una grammatica complessa, ricca di regole ed eccezioni. Ecco perché in questa guida vogliamo darvi dei chiarimenti su un aspetto in particolare: come distingue il pronome dall'aggettivo...
Elementari e Medie

Come Riconoscere I Pronomi Della Lingua Italiana

Il pronome è la parte variabile del discorso che puo' sostituire un nome, un verbo, un altro pronome, un aggettivo o un'intera frase. Possiamo distinguere 7 tipi di pronomi: pronome personale, pronome possessivo, pronome dimostrativo, pronome indefinito,...
Elementari e Medie

Le principali figure geometriche

Lo studio delle figure geometriche risale dai tempi dell'antica Grecia: sin dai tempi antichi tali figure si utilizzavano per la costruzione di importanti opere architettoniche e su di esse si basavano molte dei teoremi di matematica che vengono studiati...
Elementari e Medie

Come calcolare l'area di un triangolo

Il triangolo è, dal punto di vista geometrico, una parte di piano delimitata da tre linee spezzate chiuse o segmenti, avente tre lati e tre angoli. Esso rappresenta la figura con il minor numero di lati, la cui lunghezza permette di distinguere i triangoli...
Elementari e Medie

Come spiegare la destra e la sinistra ai bambini

I bambini fanno continue scoperte ed incamerano nuove informazioni. Solitamente, in età scolare ma anche pre-scolare effettuano ulteriori passi avanti verso la crescita. Imparano infatti a distinguere la destra dalla sinistra. Non sempre la nozione viene...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.