Come disegnare una funzione razionale

Tramite: O2O 17/10/2018
Difficoltà: media
110

Introduzione

Una funzione razionale è una funzione composta dal rapporto tra due polinomi, del tipo f(x)=N(x)/D(x) dove N(x) rappresenta il numeratore della frazione, mentre D(x) è il denominatore. Generalmente sono entrambi polinomi di grado maggiore o uguale a 0, ed il denominatore deve essere diverso da 0.
Qualora il denominatore sia un polinomio di grado 0 la funzione razionale è altresì detta funzione razionale intera, mentre nel caso più comune di polinomi di grado superiore a 0 al denominatore si parla di funzioni razionali fratte.
La rappresentazione di questo genere di funzioni matematiche non è scontata ed intuitiva come in altri casi, poiché vi possono essere punti o zone in cui la funzione non esiste e asintoti di vario genere, tuttavia seguendo questa guida si imparerà passo per passo come disegnare il grafico di una qualsiasi funzione razionale.

210

Occorrente

  • Carta
  • Penna o matita
  • Righello
  • Conoscenze matematiche quali disequazioni, limiti e derivate
  • Calcolatrice
310

Determinazione del dominio della funzione ed andamento del segno

Si inizia andando a determinare l'insieme di definizione della funzione, cioè il dominio.
Per fare questo basta porre il denominatore D(x) diverso da 0, infatti è questa la condizione fondamentale da rispettare per l'esistenza della funzione f(x).
Una volta scritta l'equazione della diseguaglianza basterà risolverla per avere il dominio della funzione, per poi procedere con la determinazione del segno di f(x).
Per il segno della funzione ci si avvale di due disequazioni: si pone N(x) maggiore o uguale a 0 e D(x) maggiore di 0, una volta risolte si procede con il disegnare il diagramma delle disequazioni per capire l'andamento del segno della funzione f(x).

410

Intersezione della funzione con gli assi

Un'operazione utile da svolgere è verificare se la funzione interseca gli assi X e Y e dove questo accade, infatti la procedura non richiede molto tempo ma dà indicazioni importanti sull'andamento della funzione.
Per vedere dove f(x) interseca l'asse Y basterà porre x=0 nella funzione e vedere quale numero si ottiene.
Per capire dove la funzione interseca l'asse X si fa la cosa opposta: si pone f(x)=0 e si risolve in funzione di x.
Delle volte può accadere che la funzione intersechi solo uno dei due assi, ma come si è visto la verifica è molto semplice da attuare, per cui è consigliabile eseguire questa operazione all'inizio per avere informazioni più ricche in fase di disegno.

Continua la lettura
510

Ricerca degli asintoti

Step fondamentale nello studio di una funzione razionale è la ricerca degli asintoti, in quanto sicuramente la funzione ne presenterà di vario genere.
Si va quindi a calcolare il limite nei punti in cui la funzione non esiste, ovvero quelli che soddisfano N(x)=0, per avere gli asintoti verticali, e qualora non esista neanche il limite bisogna svolgere il limite destro e sinistro in corrispondenza di questi punti. Per verificare l'esistenza di asintoti orizzontali bisogna calcolare il limite di f(x) per x che tende a più infinito e meno infinito, e vedere se hanno come risultati valori diversi da infinito e meno infinito.
Infine si procede con la ricerca degli asintoti obliqui: se questi esistono avranno l'equazione di una retta del tipo y=mx+q, per cui bisogna ricercare i fattori "m" e "q".
Il valore di "m" si ricava svolgendo il limite di f(x)/x per x che tende a più e meno infinito, se questo valore è un numero reale diverso da 0 si ha sicuramente l'asintoto obliquo. Il valore di "q" si ricava poi facendo il limite di f(x)-m*x per x che tende a più e meno infinito.

610

Ricerca di massimi e minimi della funzione

Successivamente bisogna andare a cercare eventuali massimi e minimi (più eventuali punti di flesso) della funzione. Si procede quindi con la derivazione di f(x), per poi porre la derivata f '(x)=0 ed individuare i punti di massimo, minimo o di flesso, qualora essi esistano.
Si può poi proseguire andando a studiare il segno della derivata ponendo f'(x)>0, e questo è certamente consigliato quando si desidera avere un risultato accurato, ma nella maggior parte dei casi basta avere i punti di massimo e minimo per disegnare l'andamento qualitativo della funzione.

710

Disegnare il grafico della funzione

Si dispone ora di dominio, andamento del segno, intercetta degli assi X e Y, asintoti verticali, orizzontali ed obliqui, massimi, minimi ed eventuali punti di flesso, per cui basterà tracciare queste informazioni nel grafico XY, l'ultimo passo è quello di collegare tutti questi punti ed informazioni con criterio per ottenere il grafico della funzione razionale. Qualora si necessiti di disegni più precisi si può calcolare il valore della funzione in numerosi punti di "x" in modo da aggiungere anche questi nel grafico, tuttavia per la maggior parte delle applicazioni è ampiamente sufficiente l'andamento qualitativo della funzione.

810

Conclusione

Questo è tutto ciò che occorre per disegnare grafici di funzioni razionali di qualsiasi genere, tuttavia per apprendere al meglio le nozioni appena lette è consigliabile svolgere molti esercizi, al fine di padroneggiare l'argomento. In allegato sono disponibili vari link contenenti esempi ed esercizi sull'argomento.

910

Guarda il video

1010

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Esercitarsi molto per apprendere al meglio i concetti
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come disegnare il grafico di una funzione omografica

Una funzione omografica si definisce tale quando è individuata da una funzione che possiede la forma di y = (ax + b) / (cx + d). Le lettere a, b, c, e d appartengono all'insieme dei numeri reali e tutta la formula permette di arrivare all'individuazione...
Superiori

Come disegnare una funzione inversa

Nelle matematiche superiori, non è raro imbattersi nella realizzazione di grafici di funzione. Attraverso una serie di procedure, è possibile disegnare il grafico di una funzione. Partendo dall'equazione che esplicita la retta, è possibile ricavare...
Superiori

Come disegnare il grafico di una funzione fratta

Quando si tratta di studiare le funzioni sorgono sempre qualche perplessità: questo perché, per quanto la funzione possa essere semplice, lo studio risulta sempre molto lungo da svolgere, in quanto ogni passo è necessario e sufficiente per il passo...
Superiori

Come disegnare il dominio di una funzione a due variabili

Se siete studenti della facoltà di ingegneria, matematica o anche di un comune liceo scientifico, sicuramente prima o poi vi imbatterete nelle funzioni a due variabili. Anche se questo argomento può sembrare davvero ostico all'inizio, piano piano con...
Superiori

Come disegnare il reciproco di una funzione

Prima di illustrare il metodo per disegnare il reciproco di una funzione, è bene spiegare che quest'ultima non deve essere confusa con una funzione inversa. Infatti possiamo anche dire che si definisce reciproco di f (x), una funzione che se è moltiplicata...
Superiori

Come disegnare una funzione definita a tratti

Se siete alle prese con lo studio di funzione, vi sarà capitato senza dubbio di dover disegnare il grafico di una funzione definita a tratti. Per riuscire in quella che sembra un'ardua impresa, bisogna conoscere degli elementi di base dello studio di...
Superiori

Come disegnare una funzione

Qualora pensiate che disegnare un grafico di una determinata funzione (di qualunque tipo essa fosse) sia qualche cosa di veramente impossibile da fare, vi ricrederete immediatamente perché, nella seguente semplice e rapida guida che enuncerò nei passaggi...
Superiori

Come disegnare il grafico di una funzione trigonometrica

La trigonometria è probabilmente l'argomento più ostico e antipatico del programma di matematica delle superiori. Si basa sullo studio dei triangoli, a partire dalla conoscenza di almeno tre tra i suoi angoli e i suoi lati. L'utilizzo però di formule...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.