Come disegnare una funzione definita a tratti

Tramite: O2O 29/03/2017
Difficoltà: media
17
Introduzione

Se siete alle prese con lo studio di funzione, vi sarà capitato senza dubbio di dover disegnare il grafico di una funzione definita a tratti. Per riuscire in quella che sembra un'ardua impresa, bisogna conoscere degli elementi di base dello studio di funzioni, quali i grafici delle funzioni elementari (radice di x, logaritmo di x, elevazione a potenza, esponenziale). Inoltre bisogna avere ben chiara la definizione di funzione definita a tratti. Se tuttavia riscontrate comunque dei problemi per il grafico di una funzione di questo tipo, oggi vi mostreremo come disegnare una funzione definita a tratti.

27
Occorrente
  • Libro di matematica
  • Nozioni sullo studio di funzione
37

Definizione

Come già detto, bisogna partire dalla definizione di funzione definita a tratti. In matematica una funzione definita a tratti è una funzione che "comprende" delle sottofunzioni, ovvero funzioni definite per intervalli ben precisi delle x. In poche parole, una funzione definita a tratti è una funzione che è possibile dividere in due o più funzioni che assumono valori compresi in due o più intervalli. L'esempio più semplice di funzione definita a tratti è il gradino unitario (indicato in molti testi con u (x) o con 1(x)). Questo è formato da due sottofunzioni, una che vale 0 ed è valida per x0.

47

Creazione del piano

Avendo ben chiara la definizione di funzione definita a tratti, passate alla realizzazione di un piano xy che contenga il grafico della funzione. Disegnate quindi due assi perpendicolari tra loro e ponete su entrambe le righe dei numeri a distanza regolare. Iniziate quindi lo studio della funzione definita a tratti studiando ogni singola funzione che la compone nell'intervallo indicato. Solitamente le sottofunzioni sono funzioni elementari, che non necessitano di uno studi considerevole, il più delle volte sono funzioni elementari, ecco perché sapere il loro grafico potrebbe agevolarvi di molto nel disegno finale.

Continua la lettura
57

Funzioni composte

Se tuttavia le sottofunzioni non sono banali, dovete provvedere ad uno studio meticoloso. Ricordatevi che per ogni sottofunzione sono sempre valide le stesse regole che si adottano per ogni funzione canonica. Quindi dovrete innanzitutto verificare il dominio d'esistenza, che può non coincidere col dominio di validità che si ha in quanto sottofunzione, e poi studiarne l'andamento tramite le derivate prime e seconde. Avendo svolto lo studio di ogni sottofunzione potete procedere col disegnare il grafico della funzione definita a tratti. Ponete in ogni intervallo di appartenenza la sottofunzione di interesse ponendo particolare attenzione ai valori che essa assume nei due estremi. Quando si fa il grafico di funzioni di questo tipo è facile che questo presenti delle discontinuità.

67
Guarda il video
Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come disegnare una funzione inversa

Nelle matematiche superiori, non è raro imbattersi nella realizzazione di grafici di funzione. Attraverso una serie di procedure, è possibile disegnare il grafico di una funzione. Partendo dall'equazione che esplicita la retta, è possibile ricavare...
Superiori

Come disegnare il grafico di una funzione omografica

Una funzione omografica si definisce tale quando è individuata da una funzione che possiede la forma di y = (ax + b) / (cx + d). Le lettere a, b, c, e d appartengono all'insieme dei numeri reali e tutta la formula permette di arrivare all'individuazione...
Superiori

Come disegnare il grafico di una funzione fratta

Quando si tratta di studiare le funzioni sorgono sempre qualche perplessità: questo perché, per quanto la funzione possa essere semplice, lo studio risulta sempre molto lungo da svolgere, in quanto ogni passo è necessario e sufficiente per il passo...
Superiori

Come disegnare il reciproco di una funzione

Prima di illustrare il metodo per disegnare il reciproco di una funzione, è bene spiegare che quest'ultima non deve essere confusa con una funzione inversa. Infatti possiamo anche dire che si definisce reciproco di f (x), una funzione che se è moltiplicata...
Superiori

Come disegnare il grafico di una funzione trigonometrica

La trigonometria è probabilmente l'argomento più ostico e antipatico del programma di matematica delle superiori. Si basa sullo studio dei triangoli, a partire dalla conoscenza di almeno tre tra i suoi angoli e i suoi lati. L'utilizzo però di formule...
Superiori

Come disegnare una funzione logaritmica

Le funzioni logaritmiche sono una particolare tipologia di funzioni definite esclusivamente da valori positivi dell'incognita x. Per via di una simile proprietà, il campo di esistenza di tali funzioni si ottiene tenendo conto sia del campo di esistenza...
Superiori

Come disegnare una funzione razionale

Una funzione razionale è una funzione composta dal rapporto tra due polinomi, del tipo f(x)=N(x)/D(x) dove N(x) rappresenta il numeratore della frazione, mentre D(x) è il denominatore. Generalmente sono entrambi polinomi di grado maggiore o uguale a...
Superiori

Come disegnare il grafico di una funzione esponenziale

Una funzione esponenziale secondo la definizione matematica è un numero che viene elevato a potenza, partendo da una base che è un numero e che spesso è costituita dalla così detta base naturale o numero di Eulero “e”. Si possono studiare funzioni...