Come disegnare una funzione

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Qualora pensiate che disegnare un grafico di una determinata funzione (di qualunque tipo essa fosse) sia qualche cosa di veramente impossibile da fare, vi ricrederete immediatamente perché, nella seguente semplice e rapida guida che enuncerò nei passaggi successivi, vi illustrerò brevemente uno schema generale dell'insieme delle azioni che bisogna effettuare affinché si possa rappresentare graficamente una qualsiasi tipologia di funzione!!! Dopo questa breve introduzione diamo inizio a questa guida su come disegnare una funzione.

27

Con riferimento alla determinazione della x, la prima azione che è necessario compiere obbligatoriamente consiste nell'osservare per quali valori della x la funzione di riferimento ha un senso; specificatamente, sarebbe utile sbarrare tutte le zone dell'asse cartesiano in cui, avendolo osservato dal proprio dominio, non è esistente nessuna corrispondente f (x): per effettuare questo, devono essere utilizzare delle rette verticali parallele alla linea delle ordinate (y)!!!

37

Dopodichè, ponendo la f (x) non nulla e, quindi, maggiore di zero (0), è possibile scoprire anticipatamente per quali intervalli della x, la funzione medesima sarà positiva oppure negativa ed il grafico, pertanto, giacerà: nel primo o nel secondo quadrante, quando la f (x) risulta superiore a 0; nel terzo o nel quarto di quest'ultimo, quando la f (x) è minore di 0!!!

Continua la lettura
47

Successivamente, è opportuno studiare, ai fini di una maggiore speditezza, se la funzione di riferimento possiede delle simmetrie rispetto all'asse delle ordinate (y) ed è cosi qualora sia verificata la relazione f (x) = f (-x) oppure se essa è simmetrica rispetto all'origine e lo è quando risulta che f (-x) = - f (x)!!!

57

Adesso, sarebbe molto utile scoprire a quale valore tende il grafico e, per compiere ciò, occorre fare il limite della vostra f (x), per x tendente agli importi limitanti del dominio!!!

67

Ora, dovreste calcolare la derivata prima della f (x) e, dunque, ponendola maggiore di 0, otterrete i valori della x, per cui avete un massimo oppure un minimo: sostituendo alla f (x) gli importi trovati, avrete determinato le coordinate effettive di quest'ultimi. Dopo questo quinto passo procedete all'ultimo.

77

Infine, facendo la derivata seconda della f (x) e ponendola maggiore di 0, otterrete i punti di flesso, ovvero quelli in cui cambia la concavità della funzione stessa!!!
Con questo sesto e ultimo passo chiudiamo la guida su come disegnare una funzione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come disegnare una funzione inversa

Nelle matematiche superiori, non è raro imbattersi nella realizzazione di grafici di funzione. Attraverso una serie di procedure, è possibile disegnare il grafico di una funzione. Partendo dall'equazione che esplicita la retta, è possibile ricavare...
Superiori

Come disegnare il dominio di una funzione a due variabili

Se siete studenti della facoltà di ingegneria, matematica o anche di un comune liceo scientifico, sicuramente prima o poi vi imbatterete nelle funzioni a due variabili. Anche se questo argomento può sembrare davvero ostico all'inizio, piano piano con...
Superiori

Come disegnare il reciproco di una funzione

Prima di illustrare il metodo per disegnare il reciproco di una funzione, è bene spiegare che quest'ultima non deve essere confusa con una funzione inversa. Infatti possiamo anche dire che si definisce reciproco di f (x), una funzione che se è moltiplicata...
Superiori

Come disegnare una funzione

Qualora pensiate che disegnare un grafico di una determinata funzione (di qualunque tipo essa fosse) sia qualche cosa di veramente impossibile da fare, vi ricrederete immediatamente perché, nella seguente semplice e rapida guida che enuncerò nei passaggi...
Superiori

Come disegnare il grafico di una funzione esponenziale

Come avrete già notato tramite la lettura stessa della nostra guida, ora andremo, in quattro passi, a spiegarvi come poter riuscire a disegnare il grafico di una funzione di tipologia esponenziale. Cominciamo immediatamente a valutare questa tematica...
Superiori

Come disegnare il grafico di una funzione trigonometrica

La Trigonometria è una branca della disciplina della matematica. Tramite la Trigonometria, si possono calcolare le misure sia degli angoli che dei lati di un triangolo. Il tutto è possibile con la conoscenza dei valori di almeno tre di questi dati....
Superiori

Come disegnare il grafico di una funzione

Quando si parla di grafico di una funzione, ci si riferisce a quell'insieme di punti, rappresentato all'interno del piano cartesiano, in cui all'ascissa "x", viene associata l'ordinata "y", facendo riferimento al valore del dominio della funzione stessa....
Superiori

Come trovare i punti di discontinuità di una funzione

Se una funzione reale di variabile reale è continua, allora possiamo tranquillamente disegnare su di un piano cartesiano senza staccare la matita dal foglio. Il grafico che otterremo quindi, sarà una linea continua. Questo tipo di funzione è davvero...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.