Come Disegnare Un Tetto A Padiglione

Tramite: O2O 31/07/2016
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Ogni volta che voi studenti o di scuole medie o di scuole superiore ovviamente non essendo professionisti nel campo del disegno tecnico quando vi viene chiesto di disegnare edifici o case quando arrivate al momento cruciale cioè quando dovete disegnare il tetto vi trovate in serie difficoltà. E bene con questa semplice e specifica guida qui di seguito questo problema non vi sorgerà più quando andrete a disegnare e potrete avere un disegno degno delle vostre capacità. Vi illustrerò appunto come svolgere il disegno di un tetto a padiglione.

26

Occorrente

  • Squadrette e riga
  • Matita
  • Compasso
  • Foglio da disegno
36


Per semplificarvi i compiti in questo passo verrà spiegato procedimento più semplice per disegnare il vostro tetto. Un tetto a padiglione è composto da più di due falde (Si dicono falde le varie superfici visibili nel tetto e sono separate da delle giunzioni). Di seguito sarà illustrato un esempio molto semplice con sei linee con dimensioni messe a caso. Ad ogni numero viene indicata la linea di falda. Le linee sono: - LINEA 1 = 8 cm- LINEA 2 = 4 cm- LINEA 3 = 12 cm- LINEA 4 = 6 cm- LINEA 5 = 12 cm - LINEA 6 = 6 cm

46

Aiutandovi con il compasso con la punta molto ben temperata in modo da avere un disegno ordinato e pulito, unite i punti che avete tirato della bisettrici (LINEA CHE DIVIDE L?ANGOLO) in tutti i vertici che si sono venuti a formare. Apprestatevi a disegnare tutte le bisettrici in modo da farle incrociare tra di loro se nel caso non si dovessero incontrare con nessun?altra bisettrice lasciatela stare temporaneamente. Il risultato per il momento sarà questo, due bisettrici non sono unite e le altre quattro sono tutte incrociate con le altre.

Continua la lettura
56

A questo punto potete notare visibilmente che avete due linee di falda la LINEA 2 e la LINEA 6 che non sono separate e non formano nemmeno un angolo questo succede perché sono tra di loro parallele. Se avete due linee di falda parallele dovete trovarvi la metà che le divide cioè nel caso in cui avete eseguito le istruzioni perfettamente corrisponde al vertice di due bisettrici che è il punto uno e non dovete fare altro che disegnare la linea parallela che parte proprio dal punto uno e che si unisce ad una bisettrice qualsiasi. Adesso vi sarete trovati un disegno composto da tre falde complete dato che si unisce al punto tre.

66

Eseguite lo stesso procedimento questa volta però a differenza del passo precedente partendo dal punto due, dove vi troverete di avere due linee di falda non unite la LINEA 3 e la LINEA 5 e prendete la linea parallela che si trova a metà tra la LINEA 3 e la 5. Poi separate le due linee la 3 e la 6 e noterete che ci sta ai vertici 3 e 4 una parte non unita e le due linee non sono parallele a differenza di quelle in precedenza. Se avrete seguito alla lettere passo dopo passo questa semplice guida avrete un disegno perfetto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come disegnare una proiezione con il metodo europeo

Nell'ambito del disegno industriale esistono due metodi diversi per ottenere una proiezione ortogonale. Essi differiscono solo per la posizione delle varie viste: il metodo europeo (chiamato anche 'metodo del primo diedro'), il metodo americano (o 'del...
Università e Master

Come disegnare un pezzo in proiezione con il metodo americano

In ambito di disegno industriale esistono due diversi metodi di rappresentazione delle proiezioni ortogonali che sono quello del primo diedro, o metodo europeo, e quello del terzo diedro, o metodo americano. Quindi è molto importante sincerarsi sempre...
Università e Master

Come disegnare il triangolo di Sierpinski

Il triangolo di Sierpinski è considerato uno dei frattali più famosi al mondo, ovvero una figura non intera in cui è possibile notare, se ingrandita, l'elemento di partenza in scala. Prende il nome proprio dal matematico che per primo ne scoprì le...
Università e Master

Come disegnare una curva di domanda

In un'azienda, la curva di domanda è fondamentale per valutare l'aumento o la diminuzione di eventuali compratori dentro o fuori il paese. Più nello specifico, la curva di domanda, attraverso il suo sviluppo, dimostra quanto un consumatore è disposto...
Università e Master

Come disegnare l'albero di Pitagora

In questa breve e semplice guida vi sarà spiegato un esempio estremamente conosciuto di frattale, che corrisponde al noto Albero di Pitagora. Prima di iniziare a realizzarlo, però, sarà necessario sapere che cos'è un frattale. Si tratta essenzialmente...
Università e Master

Come disegnare un diagramma di Bode a mano

Per analizzare la risposta in frequenza di una funzione di trasferimento si possono impiegare vari metodi, uno di questi si basa sul tracciamento del diagramma di Bode, che riporta su due carte distinte la risposta in ampiezza ed in fase, utilizzando...
Università e Master

Teorema della bisettrice: dimostrazione

La matematica è una materia ricca di formule, è vero, ma non richiede soltanto un impegno di tipo mnemonico. In questa disciplina è molto importante il ragionamento, che va sfruttato per applicare le formule ai diversi problemi. Lo studio della geometria,...
Università e Master

Come costruire un grafico

Costruire un grafico può essere un'operazione abbastanza utile per presentare i dati di una determinata ricerca e per effettuare un confronto fra quest'ultima ed una eseguita precedentemente; può essere utile anche per capire l'andamento di un determinato...