Come disegnare un ortogramma

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Sin dalle scuole medie e superiori, si cominciano a studiare delle materie scientifiche in cui è necessario (anche attraverso dei diagrammi) calcolare determinati dati e verificare delle statistiche molto precise in base a tali dati. Uno dei grafici più utilizzati e più semplici da creare, è sicuramente l'ortogramma. Si tratta di un diagramma specifico utilizzato da chi si occupa di statistica per verificare alcuni dati. L'ortogramma è riconoscibile proprio per la sua forma particolare dotata di diversi rettangoli che mostrano le variabili oggetto dell'analisi statistica. In questa guida vi mostreremo proprio come disegnare un ortogramma in maniera semplice e attraverso l'uso di strumenti informatici alla portata di tutti.

27

Occorrente

  • Excel, programmi di calcolo, pc, dati specifici.
37

L'ortogramma è un diagramma a canne d'organo rappresentato graficamente da una linea e da un rettangolo o un parallelepipedo che hanno un uguale base e un uguale distanza tra loro. L'ortogramma può essere rappresentato da questi parallelepipedi o rettangoli, disposti in maniera orizzontale o verticale che assumeranno lunghezze diverse e altezze proporzionali alla frequenza dei dati forniti. Esistono sicuramente diversi gradi di difficoltà e diversi dati complessi con cui è possibile costruire un grafico di questa tipologia. L'ortogramma può essere comunque studiato anche nei primi anni scolastici, per far ragionare gli alunni su piccoli problemi composti da vari dati numerici.

47

L'ortogramma può essere creato attraverso specifici programmi informatici o semplicemente con carta e penna. Uno dei programmi più utilizzati per creare un ortogramma, è sicuramente Excel. Inserendo determinati numeri all'interno di questo programma informatico, vi sarà possibile creare in automatico un diagramma perfetto. Avviate il programma e aprite in esso il foglio di calcolo che contiene dati da cui volete sviluppare il vostro diagramma. Con il tasto sinistro del mouse, selezionate tutte le celle con i dati da voi inseriti (per esempio di un sondaggio) che volete far apparire sul vostro ortogramma.

Continua la lettura
57

Cliccate adesso sul pulsante "ortogramma" o "grafico" contenuto nella scheda "Inserisci" di Excel e selezionate il tipo di grafico che vi interessa (in questo caso appunto l'ortogramma). In automatico, Excel formerà il vostro diagramma con tutti dati che avrete precedentemente inserito all'interno delle celle di Excel. Un procedimento davvero facile anche per chi è agli inizi con lo sviluppo dei diagrammi o come l'uso di programmi di calcolo.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prima di creare il diagramma provate studiare un po' Excel.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come tracciare un diagramma di Nichols

In questa guida vi spiegherò cos'è il diagramma di Nichols e come utilizzare tale strumento potente per analizzare un sistema di controllo in retroazione. Insieme ai diagrammi di Bode e di Nyquist, quello di Nichols è importantissimo per l'analisi...
Superiori

Come costruire il diagramma di Mollier

Il diagramma di Mollier è un grafico a variabili termodinamiche che contiene necessariamente la funzione di stato H, l'entalpia. L'entalpia viene messa in relazione con una qualsiasi variabile termodinamica, che sia in ascissa o in ordinata. La combinazione...
Maturità

La rappresentazione grafica dei fenomeni statistici

Ecco qui un nuovo articolo, mediante il quale poter essere in grado di capire quale sia la rappresentazione dei fenomeni statistici, nella maniera più corretta e concreta. Rappresentare graficamente un fenomeno statistico, è utile sia per gli studi...
Università e Master

Come tracciare un diagramma di Nyquist

Il diagramma di Nyquist detto anche polare, è l'alternativa al diagramma di Bode. Esso prende il nome da colui che lo inventò, Harry Nyquist, il quale, fra i vari studi si occupò anche, della Teoria delle Telecomunicazioni e della Teoria del Controllo....
Superiori

Come disegnare un diagramma delle classi

Nel linguaggio di modellizzazione unificato (UML), il diagramma delle classi è una delle rappresentazioni essenziali più comunemente utilizzate ed è utile per illustrare la struttura statica del sistema object-oriented, scomponendolo in classi definite...
Università e Master

Come costruire il diagramma di Ishikawa

Il diagramma di Ishikawa è una rappresentazione grafica schematica utilizzata per lo più in campo economico-gestionale, che ha come scopo l'individuazione delle cause che generano un problema. Questo tipo di rappresentazione viene utilizzata in moltissimi...
Superiori

Come costruire il diagramma di Gantt

Forse non tutti conoscerete una funzione che si chiama "diagramma di Gantt": il diagramma di Gantt è un tipo di strumento di supporto per il management di un progetto, che prende il suo nome a memoria dell'ingegnere americano H. L. Gannt, vissuto a cavallo...
Università e Master

Come disegnare un diagramma di Bode a mano

Oggi parleremo di un diagramma ideato per progettare dispositivi di controllo aventi l'obiettivo di regolatori standard. Essendo un sistema lineare determinato da una risposta in frequenza, questa può essere rappresentata in diversi modi. Uno di questi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.