Come disegnare un cilindro in assonometria cavaliera

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Come tutti gli appassionati di disegno tecnico sanno bene, affinché la rappresentazione visiva risulti corretta è necessario che tutte le regole del caso vengano applicate rigorosamente. Il cilindro è una figura che può spaventare e apparire complessa a causa della sua base circolare ma è invece sufficiente attenersi a pochi semplici consigli affinché l'impresa riesca. Con l'aiuto di questa guida riuscirete senza ombra di dubbio a disegnare un cilindro utilizzando il metodo rappresentativo dell’assonometria cavaliera, arrivando ad affinare sempre di più la vostra tecnica.

26

Occorrente

  • Foglio bianco
  • Coppie di squadre da disegno
  • Matita, gomma e penna a china
  • Compasso e curvilineo
36

Definizioni

Cominciamo dunque dalle definizioni: da dove deriva il termine assonometria? A cosa si deve la definizione di cavaliera? La parola ASSONOMETRIA indica un sistema di rappresentazione visiva che fa riferimento a 3 ASSI CARTESIANI, rispettivamente X, Y e Z, aventi tutti la STESSA ORIGINE. Nello specifico, l’assonometria cavaliera deve la sua denominazione a Bonaventura Cavalieri, matematico e fisico fedele seguace di Galileo. Nell’assonometria cavaliera gli assi sono disposti come segue: l’asse X e l'asse y sono tra loro perpendicolari. Infine l’asse y ha un’inclinazione di 45°. A questo punto è necessario procurarsi due squadre.

46

Per cominciare

Prima di passare all'utilizzo della penna in china, si consiglia sempre l'utilizzo di una matita dalla mina leggera come una 2H o una 3H, soprattutto se si è alle prime armi, in quanto risulta più facile cancellare senza rovinare il foglio da disegno. A questo punto tracciamo un segmento di lunghezza pari al diametro di base del cilindro. Ricaviamo il centro del diametro appena disegnato e, utilizzando un compasso, tracciamo una circonferenza, che andremo poi a inscrivere in un quadrato, di cui tracceremo le corrispondenti diagonali. A questo punto possiamo tracciare gli assi, individuando l'asse "z" come prolungamento del lato estremo del quadrato in cui è inscritta la circonferenza. Utilizziamo poi le squadre per tracciare gli assi "x" ed "y" (quest'ultima con un’inclinazione di 45°).

Continua la lettura
56

il parallelepipedo di costruzione

A questo punto è necessario prolungare le diagonali sull'asse "x" così come indicato in figura. Riportiamo dunque gli altri lati del quadrato sugli assi (sull’asse della "y" la misura va dimezzata, ad esempio se abbiamo un quadrato di 5 cm, sull’asse “y” diventeranno 2,5cm), e andiamo a riportare anche le diagonali inclinate, ovviamente, di 45°. Ora, procedendo per punti, creiamo l'ellisse al suo interno. A questo scopo è meglio utilizzare un curvilineo perché vi garantisce un miglior risultato in termini di precisione. Riportiamo sull'asse "z" l'altezza, che dev'essere riportata in scala reale, non dimezzata. Abbiate cura di tenere pulito il foglio, in particolare le squadre, se non vi sembrano pulite è consigliabile lavarle utilizzando del comune detersivo per piatti. .

66

Completamento del cilindro

Otterremo quindi un cosiddetto parallelepipedo di costruzione sulla cui faccia superiore dovremo costruire l'ellisse, secondo il metodo precedentemente illustrato. Sarà infatti sufficiente unire i punti risultanti dall'incrocio delle diagonali al suo interno. Andiamo infine a congiungere le due ellissi, disegnando due segmenti tangenti ad esse, per ultimare il cilindro. Con questa ultima operazione, la rappresentazione del nostro cilindro in assonometria cavaliera può dirsi ultimata. Non ci resta altro da fare che mettere subito in pratica questa tecnica. Buon lavoro e buon disegno.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come disegnare una piramide rettangolare in assonometria isometrica

Nei passaggi successivi di questo tutorial ci occuperemo di spiegarvi, in modo molto semplice e veloce, come bisogna procedere per disegnare una piramide rettangolare in assonometria isometrica. Si tratta di un problema che viene spesso posto sia alle...
Superiori

Come disegnare un prisma con base triangolare

Attraverso i passaggi seguenti ci occuperemo di spiegarvi come si deve procedere per disegnare un prisma con base triangolare, mediante l'applicazione del metodo di proiezione assonometrica. Il nome di questa tecnica deriva dal greco (iso= uguale e mètron=...
Superiori

Come disegnare un qudrato in assonometria isometrica

Tra i vari esercizi da svolgere in assonometria isometrica, potremmo trovare quelli legate alle figure. In particolare ci verrà richiesto di disegnare alcune figure dentro queste assi di riferimento. L'assonometria si basa principalmente sull'utilizzo...
Superiori

Come fare l'assonometria isometrica di un parallelepipedo

Quando si parla di assonometria, si intende un metodo che consente di rappresentare graficamente al medesimo tempo, tre facce dello stesso parallelepipedo rettangolo, e per questo viene studiato dalla geometria descrittiva. Si possono individuare tre...
Superiori

Come disegnare un prisma esagonale in assonometria isometrica

L'assonometria è un metodo di rappresentazione grafica della materia che fornisce una visione d'insieme dell'oggetto. Nell'assonometria isometrica, gli assi x ed y sono inclinati entrambi di 30°, ma vedremo in seguito come costruirli con l'uso delle...
Superiori

Come fare l'assonometria isometrica di un cubo

L'assonometria è un metodo rappresentativo che fornisce una visione d'insieme dell'oggetto preso in considerazione. Qualsiasi oggetto vogliamo costruire, dobbiamo attribuire delle lettere a tre assi: x (per le larghezze), y (per le profondità) e z (per...
Superiori

Come fare un disegno isometrico

Per disegno tecnico si intende una disciplina che incorpora una forma precisa e rigorosa di comunicazione visiva tra addetti ai lavori e coloro che si preoccupano di fornire, attraverso i metodi rappresentativi, dei dati di misura qualitativi e di forma....
Superiori

Come proiettare un quadrato perpendicolare al P.O. e parallelo al P.V.

La maggioranza delle persone sostiene che le proiezioni ortogonali rappresentano una delle tecniche di rappresentazione grafica più complesse. Nella realtà, una proiezione ortogonale costituisce invece uno dei metodi più facili mai realizzati dall'uomo....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.