Come disegnare un areogramma

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Quando si parla di statistica, è molto utile raccogliere i dati e riportarli su diagrammi per renderne semplice la lettura. I grafici o diagrammi utilizzati per raccogliere i dati sono molti ma i più conosciuti sono gli istogrammi e gli areogrammi. Gli areogrammi sono quelli di cui ci occuperemo in questa guida e vengono spesso definiti con il nome di diagramma a torta. Ovviamente il nome suggerisce subito la forma che ha il diagramma ossia quella di una grande torta divisa in fette. Vediamo allora come disegnare in modo semplice e veloce un areogramma.

27

Occorrente

  • Un foglio di carta
  • Calcolatrice
  • Penna
  • Compasso
  • Goniometro
  • Colori
37

Iniziamo a dire che prima di procedere alla rappresentazione dell'areogramma avremo bisogno dei dati ottenuti dall'indagine che abbiamo svolto. Senza questi dati non avrebbe senso di esistere il diagramma. Per un'accurata realizzazione, avremmo bisogno del numero totale dei campioni sui quali è stata fatta l'indagine ed una tabella sulla quale sono state riportate le preferenze dei campioni. Ad esempio, se stessimo raccogliendo informazioni sugli alimenti preferiti da un gruppo di 400 persone, bisognerebbe conoscere esattamente il numero delle persone che esprime la preferenza. Ad esempio su un totale di 500 persone potremmo avere 125 preferenze per la pizza, 150 per la pasta, 75 per la carne, 50 per il pesce.

47

Raccolti i dati in una tabella bisogna ora pensare a come rappresentarli sull'areogramma. Solitamente i dati vengono riportati in percentuale che, nel caso della circonferenza del diagramma, corrispondono all'ampiezza espressa in gradi delle varie fette. Per ottenere queste percentuali basta partire dal numero dei campioni. Se ad esempio i campioni sono 400, dividiamo questo numero per 360°. Quindi 400 : 360°= 1,1. Questo numero ci dice a quante persone corrisponde un grado del nostro cerchio. Ora per ottenere i vari valori non ci resta che dividere il numero corrispondente alla preferenza per il valore ottenuto ed otterremo l'ampiezza della nostra fetta. Ad esempio 125 : 1,1=113,63° (la fetta della preferenza per la pizza).

Continua la lettura
57

Ora non ci resta che disegnare il nostro areogramma. Possiamo realizzare questo tipo di grafico con programmi come Excel, inserendo solo i dati nelle griglie oppure usando un programma di statistica. Per realizzarlo manualmente muniamoci di compasso e realizziamo un cerchio abbastanza grande. Poniamo ora il goniometro, con il centro in corrispondenza del centro del cerchio e realizziamo dei segni a matita in corrispondenza degli angoli che abbiamo ottenuto dai calcoli precedenti. Dal centro del cerchio prolunghiamo dei raggi passanti per questi segni e dividiamo così la circonferenza. Coloriamo le varie sezioni con colori differenti corrispondenti alle varie preferenze, magari segnando da un lato del foglio una piccola leggenda dei colori. Terminiamo aggiungendo a penna i valori in percentuale delle varie fette ed i loro significati.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per ottenere il numero in percentuale basta dividere il numero della preferenza per il numero totale dei campioni. Si otterrà un numero con la virgola che va trasformato in frazione. Ad es. 125 : 400 = 0.31 -> 31/100 -> 31%
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come tracciare un diagramma di Nichols

In questa guida vi spiegherò cos'è il diagramma di Nichols e come utilizzare tale strumento potente per analizzare un sistema di controllo in retroazione. Insieme ai diagrammi di Bode e di Nyquist, quello di Nichols è importantissimo per l'analisi...
Università e Master

Come realizzare un diagramma di Nichols in Matlab

Con il diagramma di Nichols viene rappresentata graficamente, su un piano cartesiano, la funzione di trasferimento G (s). E poiché si tratta di una rappresentazione non agevole per chi non ha conoscenze approfondite dell'argomento, oggi vi spiegheremo...
Superiori

Come disegnare un diagramma delle classi

Nel linguaggio di modellizzazione unificato (UML), il diagramma delle classi è una delle rappresentazioni essenziali più comunemente utilizzate ed è utile per illustrare la struttura statica del sistema object-oriented, scomponendolo in classi definite...
Università e Master

Come tracciare un diagramma di Nyquist

Il diagramma di Nyquist detto anche polare, è l'alternativa al diagramma di Bode. Esso prende il nome da colui che lo inventò, Harry Nyquist, il quale, fra i vari studi si occupò anche, della Teoria delle Telecomunicazioni e della Teoria del Controllo....
Università e Master

Come costruire il diagramma di Ishikawa

Il diagramma di Ishikawa è una rappresentazione grafica schematica utilizzata per lo più in campo economico-gestionale, che ha come scopo l'individuazione delle cause che generano un problema. Questo tipo di rappresentazione viene utilizzata in moltissimi...
Università e Master

Come disegnare un diagramma di Bode a mano

Oggi parleremo di un diagramma ideato per progettare dispositivi di controllo aventi l'obiettivo di regolatori standard. Essendo un sistema lineare determinato da una risposta in frequenza, questa può essere rappresentata in diversi modi. Uno di questi...
Superiori

Come costruire il diagramma di Mollier

Il diagramma di Mollier è un grafico a variabili termodinamiche che contiene necessariamente la funzione di stato H, l'entalpia. L'entalpia viene messa in relazione con una qualsiasi variabile termodinamica, che sia in ascissa o in ordinata. La combinazione...
Università e Master

Come calcolare l'errore di campionamento percentuale

Anche se la statistica risulta essere una delle materie più ostiche per gli studenti delle facoltà universitarie scientifico-matematiche, con un po' di pratica tutto può risultare più comprensibile. Un tema che si tratta già al primo anno di corso,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.