come disegnare l'evoluta di una parabola

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Parabola è una linea piana costituita da punti tutti equidistanti da un determinato punto fisso (messa a fuoco) e una data linea fissa (direttrice). Si tratta di una sezione conica tagliata da un piano parallelo a uno degli elementi del cono stesso. L'asse di una parabola è la linea passante per il centro focale perpendicolare alla direttrice, mentre vertice è il punto in cui l'asse interseca la curva. Il retto latus è la corda attraverso il fuoco perpendicolare all'asse. Alcuni esempi di parabola sono: la traiettoria tracciata da un pallone da calcio quando viene calciato in aria forma della sezione trasversale di un riflettore fascio parallelo o la traiettoria di un proiettile sparato. Disegnarla non è difficile: basta disporre di alcuni strumenti di base e seguire alcune semplici indicazioni. Nella seguente guida vedremo in particolare come disegnare l'evoluta di una parabola.

27

Occorrente

  • Foglio
  • Matita
  • Squadrette
  • Calcolatrice
37

Per prima cosa disegnate gli assi cartesiani x e y. Ora prendete, per semplicità di esecuzione, l'equazione di una parabola con asse coincidente con l'asse x. Tale parabola avrà l'equazione riportata in figura. Per disegnarla è sufficiente tenere a mente che l'asse di simmetria coincide con l'asse x e il vertice coincide con l'origine degli assi cartesiani (punto 0,0).

47

Sempre per semplicità, considerate il parametro a uguale a 1. Ora sostituite ad esempio il valore 1 ad x ed in questo modo si avrà che y sarà uguale a 0 meno la radice quadrata di 4, cioè 0 -2. Ecco che avete trovato altri due punti e cioè (1, -2) e (1,2). Ora osservate con attenzione come si presenta l'equazione dell'evoluta della vostra parabola. Anche qui, per semplicità, considerate sempre il parametro a uguale a 1, come riportato nella all'interno della formula presente in figura due.

Continua la lettura
57

Ora procedete come prima, cioè sostituendo dei valori ad x e a y, in modo da ottenere svariati punti. Riportate i punti così ricavati sugli assi cartesiani e uniteli con una linea. Questa linea sarà l'evoluta della vostra parabola. Ovviamente, quanti più punti avrete, tanto più precisa risulterà l'evoluta che andrete a disegnare.
Per maggiore chiarezza è opportuno precisare che, nelle formule citate all'inizio, è stato esplicitato tutto rispetto ad y. Quindi, sostituendo ad esempio ad x il valore 2 si avrà y=0.

67

L'evoluta della parabola prende anche il nome di parabola semi-cubica e, come abbiamo visto, a dispetto di quanto potrebbe sembrare, la sua realizzazione non è affatto difficile a patto di seguire correttamente la procedura indicata. Nel nostro caso l'evoluta presenta una cuspide per y=0, come potete notare nella figura presente al passo quattro.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' sempre opportuno un ripasso teorico prima di effettuare l'esercizio

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come Disegnare Il Setaccio Apolloniano

In questa guida vedremo come fare per riuscire a disegnare correttamente il setaccio apolloniano, uno dei più noti frattali. Un frattale è una curva irregolare che viene costruita mediante una serie infinita di operazioni, chiamate iterazioni. Questa...
Università e Master

Come disegnare una proiezione con il metodo europeo

Nell'ambito del disegno industriale esistono due metodi diversi per ottenere una proiezione ortogonale. Essi differiscono solo per la posizione delle varie viste: il metodo europeo (chiamato anche 'metodo del primo diedro'), il metodo americano (o 'del...
Università e Master

Come Disegnare La Pelecoide

In questa breve guida vedremo come fare per riuscire a disegnare correttamente una tra le più celebri curve matematiche dell'antichità: la pelecoide. Il termine "pelecoide" in greco significa "a forma di scure". Tale curva, infatti, si ispira ad uno...
Università e Master

Come disegnare su Autocad, comandi basilari

Autocad è uno tra i più importanti software CAD, ovvero dei software di progettazione e disegno assistiti da calcolatore. I software CAD oggi sostituiscono quasi del tutto i disegni manuali rendendo questa operazione più veloce e gli elaborati più...
Università e Master

Come disegnare delle ombre In Prospettiva Conica E Ortogonale

L'ombra di un punto sulla superficie si determina, in generale, costruendo l'intersezione con il punto luminoso che passa per esso. Se il raggio incontra la superficie in più punti, avrete l'ombra nella prima intersezione. In questa guida vi verrà spiegato,...
Università e Master

Come disegnare il triangolo di Penrose

Quando parliamo di illusioni ottiche, ci addentriamo in un mondo magico che partendo da presupposti e regole geometriche ci suggerisce immagini virtuali, nella realtà non esistenti, ma frutto della nostra immaginazione. Vediamo su questa mia semplicissima...
Università e Master

Come disegnare la curva di Peano

Cercando su internet, e scrivendo "curva di Peano" si trovano varie curve che hanno la proprietà di riempire una porzione di piano. Ovviamente non è possibile disegnarle (a meno che non si disegni un quadrato tutto nero), perciò in genere sono disegnate...
Università e Master

Come disegnare un pezzo in proiezione con il metodo americano

In ambito di disegno industriale esistono due diversi metodi di rappresentazione delle proiezioni ortogonali che sono quello del primo diedro, o metodo europeo, e quello del terzo diedro, o metodo americano. Quindi è molto importante sincerarsi sempre...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.