Come disegnare le curve di indifferenza

Tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

La curva di indifferenza, in microeconomia è la rappresentazione sul piano cartesiano delle scelte di consumo che garantiscono al consumatore la medesima utilità, per essere più specifici lo stesso livello di utilità. Gli studiosi ritengono che le scelte di un consumatore si muovano su tre criteri importanti: completezza, transitività e monotonicità.
Ma vediamo in concreto come disegnare le curve di indifferenza.

26

Beni

Partiamo prendendo in esame due beni X e Y: le quantità di questi beni, sono rappresentate sul piano cartesiano sotto forma delle coordinate X e Y. Dall'unione di questi punti, si genera una curva lungo il quale il livello di utilità è costante. Prendiamo ad esempio il pane, che poniamo sull'asse delle ordinate e il bene carne invece sull'asse delle ascisse. I due punti A e B sono associati a due combinazione differenti dei due beni, chiamati panieri e, entrambi restituiscono nella funzione di utilità il medesimo livello di utilità UA=UB. Siccome i due punti in cui il consumatore beneficia della uguale utilità, questo è indifferente nella scelta del primo o del secondo valore e, per questo parliamo di curva di indifferenza.

36

Curve

Seguendo lo stesso procedimento, possiamo rappresentare diverse curve associabili a diversi livelli di utilità differente. Le curve più esterne ci danno un livello di utilità maggiore poiché consentono il consumo di una maggiore quantità del bene. Come possiamo vedere dal grafico della foto, la curva di indifferenza più estrema è associabile al consumo del paniere C (15,10) composto da 10 unità di pane e 15 di carne. Il paniere, che indichiamo con C, è associato ad una quantità di consumo maggiore rispetto al paniere A e al paniere B. Possiamo quindi sostenere che il consumatore tende a preferire la curva di indifferenza più estrema in quanto essa gli permette di raggiungere un livello di utilità maggiore.

Continua la lettura
46

Caratteristiche

Ma vediamo brevemente le principali caratteristiche della curva di indifferenza:
1) Si dice che una curva di indifferenza ha una inclinazione negativa quando il maggiore consumo di un bene corrisponde sempre al minore consumo dell'altro bene; 2) in base al principio dell'utilità marginale decrescente, la scelta di panieri con entrambe le quantità dei beni fornisce un livello di utilità superiore rispetto alla scelta dei panieri estremi, vale a dire di quelli in cui prevale la scelta di uno solo dei due beni. Per questa caratteristica delle curve di indifferenze risponde all'assioma della convessità. Da notare, infine che le curve di indifferenza non devono intersecarsi in quanto associate a livelli di utilità differenti. Se ciò avvenisse implicherebbe senza ombra di dubbio la violazione degli assiomi delle preferenze.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come disegnare la curva di raffreddamento

Quando si affronta lo studio della chimica si prendono in esame numerosi fenomeni. Questa disciplina scientifica si occupa della materia e ne analizza il comportamento e la composizione. I passaggi di stato, ad esempio sono delle specifiche modalità...
Superiori

Come disegnare il grafico di una disequazione

La matematica rappresenta una materia scolastica non proprio entusiasmante per molti alunni. Seguendo però attentamente le lezioni fin dalla scuola elementare, questa scienza potrebbe rivelarsi veramente interessante da conoscere. Le nozioni più complesse...
Superiori

Come disegnare il grafico della somma di funzioni

Quello che vogliamo spiegare in questo articolo è come calcolare e disegnare la somma di due funzioni, sia dal punto di vista grafico, che da quello algebrico.Tenendo presente che una qualsiasi funzione stabilisce un legame tra la variabile dipendente...
Superiori

Come disegnare il grafico di una funzione trigonometrica

La trigonometria è probabilmente l'argomento più ostico e antipatico del programma di matematica delle superiori. Si basa sullo studio dei triangoli, a partire dalla conoscenza di almeno tre tra i suoi angoli e i suoi lati. L'utilizzo però di formule...
Superiori

Come disegnare un qudrato in assonometria isometrica

Tra i vari esercizi da svolgere in assonometria isometrica, potremmo trovare quelli legate alle figure. In particolare ci verrà richiesto di disegnare alcune figure dentro queste assi di riferimento. L'assonometria si basa principalmente sull'utilizzo...
Superiori

Come disegnare un parallelepipedo in assonometria cavaliera

Disegnare è un'arte che accomuna moltissime persone, e per essere appresa come si deve bisogna partire dalle basi e via via sperimentare nuove tecniche per poter migliorare. Uno degli elementi basilari da apprendere è quello di saper disegnare ogni...
Superiori

Come disegnare un parallelepipedo con la prospettiva centrale

La prospettiva è una sezione molto affascinante del disegno tecnico, che ci consente di poter disegnare un oggetto in modo davvero molto realistico, proprio come se stessimo guardando lo stesso dalla sua faccia principale. Il "trucco" risiede nel dare...
Superiori

Come disegnare un parallelepipedo in prospettiva centrale

All'interno di questa guida parleremo di disegno. Nello specifico, il tema centrale che tratteremo, come avrete sicuramente già letto dal titolo della guida, sarà come disegnare un parallelepipedo in prospettiva centrale. La guida sarà composta da...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.