Come disegnare la scatola frattale

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

In questa guida imparerete a realizzare la scatola frattale. I frattali sono figure geometriche molto particolari, introdotte dal matematico Mandelbrot, ma conosciute fin dall'antichità col nome di ''curve patologiche". Queste figure sono contraddistinte da una struttura strana, ramificata e soprattutto irregolare e sono costruite mediante una serie infinita di operazioni, dette iterazioni. Questa serie infinita di operazione rende il perimetro della figura teoricamente infinito seppur disegnato su un'area finita! Leggendo i punti di questa guida vedremo insieme come disegnare la scatola frattale (naturalmente non infinita). Vi basterà un po' di pratica e riuscirete a portare a buon termine il lavoro. Buona fortuna e soprattutto Buon lavoro a tutti.

26

Occorrente

  • folgio, matita, righello, gomma
36

Primo punto: prendete un foglio di carta e disegnate un quadrato di lunghezza unitaria. (non deve necessariamente essere uguale a uno basta che si consideri i lati come unita di misura). Potete aiutarvi con due squadrette, in modo da tracciare con facilità i lati perpendicolari della figura. Ora dividete ogni lato del quadrato di partenza in tre parti uguali e congiungete ogni divisione con la reciproca sul lato opposto. A questo punto il quadrato di partenza sarà diviso in nove quadrati di lato 1/3. Fino a qui nulla di difficile, passiamo al secondo punto.

46

Secondo punto: La seconda parte del procedimento consiste nell'eliminare il lato esterno dei quattro quadrati esterni centrali. In termini più semplici la divisione centrale del lato del quadrato unitario. A questo punto vi dovrebbe essere rimasta una ''X'' di 5 quadrati. Bene passiamo al terzo punto.

Continua la lettura
56

Terzo punto: Aiutandovi con le squadrette, potete tracciare delle linee orizzontali e verticali, in modo da dividere ulteriormente ognuno dei cinque quadrati in nove piccoli quadratini (aventi il lato pari a 1/3 del lato dei quadratini precedenti, quindi 1/9 del quadrato unitario). Cancellate ancora una volta il lato intermedio e otterrete una figura composta da 5 ''X'' che formano tutte insieme un'altra ''X'', il tutto costituito da 25 quadratini.

66

Questo era l'ultimo passo che vi permette di creare una scatola frattale finita in maniera semplice ed intuitiva. Se si potesse ripetere all'infinito questi tre passi in consecutiva si otterrebbe una vera e propria scatola frattale ma la mano umana e soprattutto l'occhio ha i suoi limiti. Una sfida che potete porvi comunque è vedere quante volte riuscite a compiere questi tre punti ! Buon lavoro e buon divertimento !

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come Costruire La Curva Di Hilbert

In questa curva potrete divertirvi a costruire la curva di Hilbert, uno degli esempi più noti di frattali, essi sono una particolare classe di curve che vengono costruite mediante iterazioni infinite. La curva di Hilbert è definita "curva patologica",...
Università e Master

Come disegnare la curva di Peano

Cercando su internet, e scrivendo "curva di Peano" si trovano varie curve che hanno la proprietà di riempire una porzione di piano. Ovviamente non è possibile disegnarle (a meno che non si disegni un quadrato tutto nero), perciò in genere sono disegnate...
Università e Master

Come Disegnare Il Setaccio Apolloniano

In questa guida vedremo come fare per riuscire a disegnare correttamente il setaccio apolloniano, uno dei più noti frattali. Un frattale è una curva irregolare che viene costruita mediante una serie infinita di operazioni, chiamate iterazioni. Questa...
Università e Master

Teorema della curva di Jordan: dimostrazione

Teorema ricorrente negli studi di materie universitarie come la geometria, l'analisi e la topologia di spazi euclidei è il Teorema della Curva di Jordan. Sono infatti moltissimi gli enunciati che, a partire da questo teorema, ci restituiscono soluzioni...
Università e Master

Come disegnare il triangolo di Sierpinski

Il triangolo di Sierpinski è considerato uno dei frattali più famosi al mondo, ovvero una figura non intera in cui è possibile notare, se ingrandita, l'elemento di partenza in scala. Prende il nome proprio dal matematico che per primo ne scoprì le...
Università e Master

Come dimostrare la non numerabilità dell'insieme R

L'esempio più noto di un insieme non numerabile è l'insieme R di tutti i numeri reali; l'argomento diagonale di Cantor dimostra che questo insieme è incalcolabile. La tecnica della diagonalizzazione può anche essere usata per mostrare che molti altri...
Università e Master

Come generare rumore rosa

Non tutti sanno che la produzione dei cosiddetti noise, cioè rumori, è un procedimento che può essere controllato a proprio piacimento seguendo determinate regole e utilizzando particolari strumenti. I rumori avvengono in ogni istante e rappresentano...
Università e Master

Teorema dell'infinità dei numeri primi: dimostrazione

La matematica è da sempre la materia più complicata sia per i bambini delle scuole elementari, sia per gli studenti delle superiori e delle facoltà universitarie. Questa difficoltà è dovuta soprattutto al fatto che i concetti sono tutti collegati...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.