Come disegnare la proiezione ortogonale di un parallelepipedo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Senza dubbio, disegnare la proiezione ortogonale di un parallelepipedo non è così facile. Tuttavia, nel tutorial che segue vi indicheremo tutte le linee guida per eseguire il disegno correttamente. Prima di iniziare, comunque dovete avere chiaro il concetto di proiezione ortogonale. Si tratta di una procedura di rappresentazione appartenente al campo della geometria descrittiva. L’immagine si trasferisce su un piano, attraverso dei raggi proiettanti, che sono sempre paralleli tra loro. Bisogna dire che, a seconda della posizione del soggetto rispetto al piano, cambia la sua proiezione.
Leggete la guida e scoprite come disegnare la proiezione ortogonale di un parallelepipedo sul piano.

26

Occorrente

  • Foglio da disegno
  • Matita a punta sottile
  • Riga
  • Squadra da disegno
  • Pastello colorato (facoltativo)
  • Compasso
36

Suddivisione del foglio

E'chiaro il concetto che il parallelepipedo è un solido costituito da 6 facce e, ciascuna faccia è un parallelogramma. Quando i lati sono paralleli e retti, abbiamo un parallelepipedo rettangolo. Adesso prendete il foglio da disegno e dividetelo in 4 sezioni uguali, aiutandovi con una squadra. Il quadrante in alto a sinistra corrisponde al piano verticale (P. V.). Accanto avrete il piano laterale (P. L.), in basso quello orizzontale (P. O.). Considerate un parallelepipedo rettangolo, con asse perpendicolare al piano orizzontale.
Avrà le seguenti dimensioni:
1) la base 5 cm
2) l'altezza 8 cm
3) la profondità 7 cm.
Tracciatene i contorni a matita sul P. O.

46

Piano laterale

Per disegnare il parallelepipedo sul piano laterale, dovete seguire un procedimento leggermente più complesso. Sempre partendo dai vertici cercate di prolungare i segmenti fino a toccare la linea di demarcazione perpendicolare dei quadranti. Poi, con l’aiuto di un compasso, riportate le dimensioni sulla linea di terra. Infine, prolungate i segmenti fino all’altezza del parallelepipedo. Non vi rimane che ripassare magari con un pennarello colorato le tre figure ottenute. Come sarà ben visibile, le tre forme riproducono la rappresentazione del parallelepipedo a seconda dei piani. Vi sarete accorti che il metodo non è complesso ed è applicabile a qualsiasi solido.

Continua la lettura
56

Piano verticale

Per effettuare la proiezione ortogonale, dovete basarvi sugli elementi notevoli del parallelepipedo.
Si tratta di vertici e spigoli, che ne demarcano il volume e le facce. Dovete disegnare le linee di costruzione, partendo dai vertici del parallelepipedo. Riportate la sua proiezione sul piano verticale.
La base poggerà sulla linea parallela (detta linea di terra) e l’altezza deve coincidere a 8 cm.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Eseguite dei tratti leggeri con la matita, così da poterli facilmente cancellare in caso di errore.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come eseguire una proiezione ortogonale di un cono

L'attenzione in classe semplifica molto la comprensione di concetti complessi, come quelli matematici. Dovrai prendere appunti nonché chiedere chiarimenti all'insegnante o ad un compagno in gamba. Tuttavia, puoi anche consultare internet. Il web è una...
Superiori

Come disegnare un parallelepipedo in assonometria cavaliera

Disegnare è un'arte che accomuna moltissime persone, e per essere appresa come si deve bisogna partire dalle basi e via via sperimentare nuove tecniche per poter migliorare. Uno degli elementi basilari da apprendere è quello di saper disegnare ogni...
Superiori

Come disegnare la proiezione ortogonale di un prisma triangolare

La proiezione ortogonale è un tipo di disegno tecnico che consente di avere una visione generale di una forma geometrica, attraverso la rappresentazione su tre piani diversi, che sono il Piano Verticale, dove si proietta il prospetto della forma da analizzare;...
Superiori

come disegnare una proiezione ortogonale di un dado da gioco

Oggi voglio mostrarvi come disegnare la proiezione ortogonale di un dado da gioco. La proiezione di un dado permette di visualizzare correttamente le varie facce che vengono proiettate sui differenti piani, grazie ai pallini riportati su ciascuna faccia....
Superiori

Come eseguire la proiezione ortogonale di un cilindro

Hai dimenticato la spiegazione che ha fatto la tua insegnante o non hai capito bene come eseguire una proiezione ortogonale di un cilindro? Bene, sei arrivato nel sito giusto! Seguimi, e riuscirai a portare a termine il tuo compito! La proiezione ortogonale...
Superiori

Come fare la proiezione ortogonale di un prisma esagonale

Il disegno tecnico può spesso presentare delle difficoltà, soprattutto se non si conosce bene il procedimento da seguire per la realizzazione del lavoro. Occorre una buona precisione e un notevole ordine. Tra gli esercizi che spesso attanagliano gli...
Superiori

Come disegnare la proiezione ortogonale di una piramide

Le proiezioni ortogonali sono un esercizio tipico delle scuole medie e superiori. Non tutti gli studenti le amano, anche se non sono difficilissime. Forse, il lato più antipatico sta nel capire il loro significato e quello di tutte le linee di costruzione...
Superiori

Come proiettare un quadrato perpendicolare al P.O. e parallelo al P.V.

La maggioranza delle persone sostiene che le proiezioni ortogonali rappresentano una delle tecniche di rappresentazione grafica più complesse. Nella realtà, una proiezione ortogonale costituisce invece uno dei metodi più facili mai realizzati dall'uomo....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.