Come disegnare il triangolo di Sierpinski

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il triangolo di Sierpinski è considerato uno dei frattali più famosi al mondo, ovvero una figura non intera in cui è possibile notare, se ingrandita, l'elemento di partenza in scala. Prende il nome proprio dal matematico che per primo ne scoprì le proprietà. Ci sono tuttavia una serie di metodi per poter realizzare questo frattale. Il triangolo denominato di Sierpinski è uno dei primi frattali della storia della matematica. Nella guida che segue vi sarà spiegato proprio come disegnare il triangolo di Sierpinki in poche e semplici mosse. Per realizzare questo triangolo basta avere a portata di mano un foglio di carta, una matita, una squadretta e un compasso. Vediamo insieme il procedimento da seguire.

26

Occorrente

  • Compasso
  • Foglio di carta
  • Matita
  • Squadretta
36

Disegno di un triangolo

Come prima cosa pendete un foglio di carta e cominciate a disegnate il triangolo. Nello specifico partite da un triangolo equilatero (detto assioma); avete la possibilità di costruirlo aiutandovi con il compasso. Al primo passo il triangolo di partenza viene suddiviso in quattro triangoli di dimensione minore, tra i quale viene rimosso l'elemento centrale, ovvero quello i cui lati siano i segmenti congiungenti i punti medi dei lati del triangolo precedente. La procedura viene in seguito ripetuta su ogni singolo triangolo, sino ad ottenere il risultato finale.

46

Il segmento e il vertice

Disegnate prima un segmento e, successivamente, puntate l'ago prima sul vertice sinistro e poi su quello destro. In entrambi i casi, occupatevi di tracciare un piccolo arco al di sopra del segmento. Nel punto in cui i due archi si incontrano, procedete tracciando un punto. Questo punto sarà il vertice del vostro triangolo equilatero. A questo punto segnate i punti medi dei tre lati e congiungeteli. In questo modo, otterrete un triangolo equilatero centrale con la punta rivolta verso il basso. In totale avrete quattro triangoli equilateri: uno è quello appena descritto, gli altri tre sono costituiti dal vertice rivolto verso l'alto.

Continua la lettura
56

Il punto medio

Ripetete quindi l'operazione precedente marcando il punto medio dei lati dei vari triangolini. In ognuno dei tre triangolini disegnate un ulteriore triangolino equilatero con la punta rivolta verso il basso. Avrete in questo modo in totale tre triangolini con la punta verso l'alto e quattro triangolini con la punta rivolta verso il basso. Ripetete questa operazione fino a quando la vista e gli strumenti utilizzati ve lo consentiranno. Se procedete in questa maniera fino all'infinito otterrete il triangolo di Sierpinski. Buon lavoro.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • In totale avrete quattro triangoli equilateri: uno è quello appena descritto, gli altri tre sono costituiti dal vertice rivolto verso l'alto.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come costruire un triangolo equilatero conoscendo l'altezza

In geometria, un triangolo equilatero è un triangolo in cui i tre lati sono uguali. Nella geometria euclidea tradizionale, i triangoli equilateri sono anche equiangolo; cioè presentano tutti i tre angoli interni congruenti tra loro e sono ognuno 60...
Elementari e Medie

Come costruire un triangolo equilatero

La Geometria è una materia piuttosto interessante e studiata fin dagli antichi greci e grazie a loro conosciamo oggi moltissime regole e formule per poter realizzare le svariate figure geometriche. Spesso a scuola nelle lezioni di geometria vi è capitato...
Superiori

Come disegnare il cerchio cromatico di Itten

Johannes Itten fu un pittore, scrittore e designer svizzero dell'inizio del Novecento. Egli studiò davvero tanto le colorazioni, al punto di creare un cerchio cromatico per rappresentare i colori puri o essenziali e i loro discendenti dalle mescolanze....
Superiori

Come disegnare la mediana di un triangolo

Prima di comprendere come disegnare la mediana di un triangolo, conosciamo quest'ultimo in modo da fare un distinguo tra le parti che lo compongono: l'altezza di un triangolo relativa ad un suo lato è il segmento condotto dal vertice opposto perpendicolarmente...
Elementari e Medie

Come costruire una spirale triangolare

A livello analitico, la spirale altro non è altro che una particolare curva che si sviluppa come un avvolgimento costruito intorno ad uno specifico centro, che sia questo un punto o una figura geometrica. Per questa ragione, in base alla natura della...
Elementari e Medie

Come trovare il baricentro di un triangolo

Per prima cosa bisogna assolutamente definire e capire bene cosa intendiamo per baricentro di un triangolo: è il punto di intersezione delle sue mediane, che non sono altro che dei segmenti che uniscono uno dei vertici del triangolo al punto medio del...
Superiori

I solidi di rotazione

Nella geometria euclidea o classica, che è quella che si studia comunemente a scuola, i solidi di rotazione rivestono un ruolo estremamente importante. I solidi di rotazione sono quelli che vengono generati dalla rotazione di una figura geometrica piana...
Superiori

Come calcolare la mediana di un triangolo

La mediana di un triangolo è un segmento che va da uno dei tre vertici del triangolo al punto medio del lato opposto. Un triangolo presenta tre vertici e tre mediane. Le tre mediane si incontrano sempre in un certo punto e questo punto è chiamato 'baricentro'....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.