Come disegnare il triangolo di Penrose

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Quando parliamo di illusioni ottiche, ci addentriamo in un mondo magico che partendo da presupposti e regole geometriche ci suggerisce immagini virtuali, nella realtà non esistenti, ma frutto della nostra immaginazione. Vediamo su questa mia semplicissima guida come disegnare il triangolo di Penrose.
.

24

Il triangolo di Pernose ha una forma intrigante ed ingannevole per il nostro cervello, ci induce alla meditazione ed è interessante la sua costruzione geometrica bidimensionale. Iniziamo disegnando un triangolo equilatero al contrario, cioè con la punta (vertice opposto alla base) verso il basso e la base in alto. Abbiamo in questo modo disegnato il centro del triangolo di Pernose. All'esterno di un lato tracciamo quindi due linee parallele equidistanti tra loro. Ripetiamo la stessa procedura dall'altro lato.

34

È questo il caso del triangolo di Penrose, detto anche triangolo impossibile. Esiste infatti solo come rappresentazione bidimensionale e non ha la sua rappresentazione tridimensionale, cioè non esiste nello spazio. È formato da linee parallele sovrapposte che si presentano con prospettive diverse e che sono impossibili da realizzare. Noi vediamo tre prismi con la base quadrata che sono uniti tra loro con tre triangoli retti e formano un triangolo. Cancelliamo quindi i segmenti più brevi in modo tale da dare al triangolo costruito la tridimensionalità, come se l'avessimo disegnato nello spazio e non nel piano, come in realtà abbiamo fatto. La nostra "forma tridimensionale" ci apparirà con i bordi che si presentano come un "I" orizzontale ed inverso. Negli angoli aggiungiamo ora dei segmenti brevi, la cui forma è ad angolo.

Continua la lettura
44

Puliamo il disegno, con una gomma adatta o della gomma-pane e cancelliamo ciò che si trova fuori dai brevi segmenti, che abbiamo tracciato precedentemente. Per ottenere un risultto migliore, possiamo ombreggiare con la tecnica del chiaro/scuro. Continuiamo disegnando un triangolo ed estendendo delle linee, passando dove queste si uniscono. Tracciando queste linee, la loro estensione ci darà gli angoli del triangolo interno, che ripasseremo. Colleghiamo le ultime linee più lunghe e gli angoli ed avremo completato il disegno del triangolo di Penrose. Prendiamo ora in considerazione un lato, a nostro piacere, del "triangolo centro", e prolunghiamo una sua estremità sulla retta di cui fa parte, fino ad incontrare il lato del triangolo "centrale", formato con la prima linea parallela all'altro lato. Troveremo in questo modo il lato del "triangolo centrale". Procedendo nello stesso modo troviamo i lati del "triangolo medio", ossia prolunghiamo prima uno dei lati del "triangolo medio" fino ad incontrare il prolungamento dell'altro lato "esterno", che si trova sulla linea parallela ed esterna dell'altro lato. Nella stessa maniera otteniamo gli altri lati del triangolo esterno e centrale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Teorema del baricentro del triangolo: dimostrazione

La geometria, come la matematica, sono due materia molto difficili da studiare ed in alcuni casi se non si è portati per lo studio di queste discipline, può essere necessario un piccolo aiuto per la comprensione degli argomenti più complessi. Su internet...
Università e Master

Come Disegnare Il Setaccio Apolloniano

In questa guida vedremo come fare per riuscire a disegnare correttamente il setaccio apolloniano, uno dei più noti frattali. Un frattale è una curva irregolare che viene costruita mediante una serie infinita di operazioni, chiamate iterazioni. Questa...
Università e Master

Come Disegnare Un Tetto A Padiglione

Ogni volta che voi studenti o di scuole medie o di scuole superiore ovviamente non essendo professionisti nel campo del disegno tecnico quando vi viene chiesto di disegnare edifici o case quando arrivate al momento cruciale cioè quando dovete disegnare...
Università e Master

Come disegnare l'albero di Pitagora

In questa breve e semplice guida vi sarà spiegato un esempio estremamente conosciuto di frattale, che corrisponde al noto Albero di Pitagora. Prima di iniziare a realizzarlo, però, sarà necessario sapere che cos'è un frattale. Si tratta essenzialmente...
Università e Master

Come disegnare una proiezione con il metodo europeo

Nell'ambito del disegno industriale esistono due metodi diversi per ottenere una proiezione ortogonale. Essi differiscono solo per la posizione delle varie viste: il metodo europeo (chiamato anche 'metodo del primo diedro'), il metodo americano (o 'del...
Università e Master

Come Disegnare La Pelecoide

In questa breve guida vedremo come fare per riuscire a disegnare correttamente una tra le più celebri curve matematiche dell'antichità: la pelecoide. Il termine "pelecoide" in greco significa "a forma di scure". Tale curva, infatti, si ispira ad uno...
Università e Master

Come disegnare su Autocad, comandi basilari

Autocad è uno tra i più importanti software CAD, ovvero dei software di progettazione e disegno assistiti da calcolatore. I software CAD oggi sostituiscono quasi del tutto i disegni manuali rendendo questa operazione più veloce e gli elaborati più...
Università e Master

come disegnare l'evoluta di una parabola

Parabola è una linea piana costituita da punti tutti equidistanti da un determinato punto fisso (messa a fuoco) e una data linea fissa (direttrice). Si tratta di una sezione conica tagliata da un piano parallelo a uno degli elementi del cono stesso....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.