Come dire grazie in diverse lingue

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

"Grazie" è una parola molto comune, ma anche molto importante, per chi possiede un minimo di educazione. Esistono per questo vocabolo, molti corrispettivi nelle diverse lingue del mondo. "Grazie" è un termine fondamentale da conoscere in qualsiasi lingua, perché è alla base del buon modo di vivere e, può tornarci utile in molte situazioni. Tuttavia per chi non ha un minimo di padronanza delle varie lingue, non dovrebbe essere difficile imparare una sola parola. Intanto lasciamoci consigliare da questa interessante guida su come dire Grazie in diverse lingue.

27

Dire in francese "Merci beaucoup"

Nella lingua francese esistomo molti modi per dire "grazie". Il termine più usato è senza ombra di dubbio "merci", che può essere usato in contesti sia formali che informali. Se vogliamo che il nostro "grazie" suoni più formale, potremo aggiungere al "merci", il termine "madame" o "monsieur", che sono modi educati per riferirci rispettivamente ad una signora o ad un signore. Possiamo anche aggiungere, se vogliamo esprimere con enfasi il nostro ringraziamento, "beaucoup", che vuol dire "molte", quindi "merci beaucoup" vuol dire "grazie mille". Si può aggiungere a "merci" anche la parola "bien", questi due termini vengono resi in italiano con la traduzione "molte grazie". Invece, per tradurre in francese la frase "mille volte grazie", useremo il corrispettivo "mille fois merci".

37

Utilizzare in inglese "Thank you very much"

Invece, in inglese, le due parole comuni per ringraziare qualcuno è "Thank you", da usare in contesti formali e informali. Se vogliamo rafforzare la frase, possiamo aggiungere "very much", in questo caso "Thank you very much", troverà il suo equivalente in italiano nell'espressione "Grazie mille". Esistono molte altre frasi per ringraziare qualcuno in inglese, che variano spesso dalla lingua scritta a quella parlata. La più comune che generalmente si trova alla fine di una e-mail può essere "Thank you again for everything you’ve done", ovvero "Grazie ancora per tutto quello che hai fatto".

Continua la lettura
47

Sarà appropriato dire in spagnolo "Muchas Gracias"

In spagnolo è invece "Gracias", a cui si può aggiungere la parola "Muchas", che lo farà diventare "Muchas Gracias", che tradotta in italiano significa "Grazie mille". Se invece si vuole dire "Sono grato" si userà l'espressione "estoy agradecido" se la persona che sta parlando è un uomo, o "estoy agradecida" se la persona che sta parlando è una donna. Se, invece, si vuole dire, "Ti/Vi ringrazio", si userà l'espressione "doy las gracias".

57

Usare in tedesco "Danke schon"

Se intendiamo dire Grazie in tedesco, si userà la parola "Danke", se invece si vuole rafforzare il proprio ringraziamento si aggiungerà il termine "Schön", che in italiano verrà reso con il corrispettivo "Molte". "Danke schön" vorrà quindi dire, "Grazie molte". "Grazie mille", verrà invece reso in tedesco con l'espressione "Tausend dank!". Un'altro modo per dire "Grazie molte" in tedesco è "Vielen dank", dove "Vielen" significa "molto".

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Appunti di francese commerciale

Quando si parla di francese commerciale si intende un insieme di nomenclature, fraseologie, nozioni generali che riguardano il commercio, i documenti relativi agli scambi, i metodi di pagamento, i mezzi di trasporto, le regole doganali e quant'altro....
Lingue

Come formare il comparativo in inglese

Leggendo questa guida, scopriremo come formare il comparativo in inglese. Che si tratti di comparativo di maggioranza, di minoranza, di uguaglianza o di superlativi, la lingua inglese tiene conto, per quanto concerne sia gli aggettivi che gli avverbi,...
Lingue

Inglese: aggettivi e pronomi possessivi

Tra le lingue del mondo, quella inglese è forse la più studiata dai parlanti non anglofoni: si insegna dalle scuole primarie alle università di molti Paesi. Il suo apprendimento è semplificato dal fatto che, rispetto ad altre lingue, presenta una...
Lingue

Come rispondere correttamente in inglese

Sei una persona che qualche volta parla in inglese? Vuoi sapere come fare per esprimerti correttamente in lingua inglese e quali sono le forme più giuste da usare? Vuoi sapere come rispondere in modo corretto alle domande che ti vengono poste in un...
Lingue

L'inglese in viaggio: vocaboli e frasi

Viaggiare per scoprire nuovi luoghi e nuove culture, è sicuramente una delle attività preferite da molte persone, sempre più comune è infatti la figura del Travel Blogger (o, in Italiano, "Blogger di Viaggio"). Questa espressione si riferisce a quelle...
Lingue

Come Cavarsela Con La Lingua Danese In Danimarca

Il danese è una lingua appartenente al sottogruppo delle lingue scandinave del gruppo delle lingue germaniche della famiglia delle lingue indoeuropee. È lingua ufficiale in Danimarca e seconda lingua ufficiale in Groenlandia (accanto alla lingua inuktitut)...
Superiori

Come calcolare il margine lordo

Chi è proprietario di un'azienda, di certo, ha a che fare con calcoli e statistiche che possono rivelare come sta andando la produzione pertanto deve saper calcolare un dato essenziale: il margine lordo. Nella guida che segue cerceremo di fare luce su...
Superiori

Mestieri e professioni nell'antica Roma

L'Antica Roma era una società altamente produttiva.Le fonti del I e del II secolo. D. C. Testimoniano la grande varietà delle professioni degli uomini romani. Uomini sì, poiché le donne si occupavano principalmente della casa e dei familiari.La forza...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.