Come dimostrare le proprietà delle ossa ai nostri bimbi

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Le ossa sono costituite precisamente da tessuto osseo, un particolare tipo di tessuto connettivo caratterizzato dalla mineralizzazione della sostanza fondamentale che presenta due tipi di struttura: una lamellare ed una non lamellare. La composizione del tessuto osseo conferisce all'osso le sue caratteristiche di durezza e flessibilità, ossa sottoposte a trattamenti proteolitici finalizzati ad eliminare la componente proteica dell'osso hanno prodotto ossa molto dure ma fragili, in seguito a decalcificazione le ossa invece divenivano molto elastiche e flessibili ma poco dure. Con un po' di impegno e pazienza potremo apprendere tutte le informazioni utili e necessarie su questo specifico argomento, in modo tale da essere poi in grado di spiegarle ai bambini. In tal modo, non avremo la necessità di rivolgerci ad un maestro specializzato per impartire delle lezioni private ai nostri figli, le quali risultano essere spesso troppo costose. A questo punto, non ci rimane che continuare a leggere con attenzione le semplici informazioni riportate nei successivi passi di questa interessante guida, per imparare in modo utile come dimostrare le proprietà delle ossa ai bimbi.

26

Occorrente

  • Osso lungo di pollo
  • Bottiglia
  • Acido forte
  • Fornello
36

Per dimostrare le proprietà delle ossa ai bambini esistono diversi metodi; il tessuto osseo risulta essere formato precisamente da specifiche cellule e da sostanza intracellulare e risulta essere composto da una sostanza organica e da una sostanza inorganica. Questi due costituenti sono così intimamente compenetrati che l'ablazione di uno di essi non comporta in alcun modo la perdita della forma del segmento osseo preso in considerazione.

46

A questo punto, proviamo a decalcificare oppure demineralizzare un osso lungo di un piccolo animale. Poniamo questo osso in un piccolo recipiente contenente un acido forte e lascialo qualche settimana. Trascorso tale tempo, procuriamoci una pinzetta per prelevare l'osso. Sottoponiamo poi l'osso ad un accurato lavaggio in acqua per allontanare da esso qualsiasi traccia di acido.

Continua la lettura
56

Ora possiamo facilmente constatare che l'osso pur non avendo perduto la sua caratteristica forma, ha perduto la sua consistenza perché è diventato molto flessibile, al punto che possiamo facilmente curvarlo. Questo pezzo osseo contiene però ancora tutte le sue cellule ed anche la sostanza fondamentale organica, ma ha perduto la sostanza minerale.

66

A questo punto proviamo a fare un altro esperimento calcinando l'osso, sottoponendolo all'azione di una fiamma, magari sul fornello di casa. Dopo che avremo sottoposto l'osso all'azione del fuoco, poniamolo su un piano a raffreddare perfettamente. Osservandolo potremo facilmente notare che esso ha perduto la sua forma, diventando talmente friabile che potrà facilmente essere ridotto in frantumi semplicemente con le nostre mani. In questo caso, l'osso non ha perduto i suoi sali minerali ma è stata distrutta tutta la sua sostanza organica.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come parlare ai bimbi di scuola materna

Se siete qui è perché dovrete cimentarvi in un'impresa apparentemente ardua: come parlare ai bimbi di scuola materna. Per quanto possa sembrare strano, relazionarsi con un bambino è più difficile che farlo con un adulto, e questo dipende da diversi...
Elementari e Medie

Come dimostrare la fotosintesi ai bambini

La scienza è una materia scolastica molto affascinante ed utilissima nella vita quotidiana e potrebbe aprire tutto un mondo diretto verso una forte passione per la natura. Sta alle maestre delle scuole elementari l'arduo compito di appassionare i propri...
Elementari e Medie

Come Dimostrare La Digestione Ai Bambini

Insegnare qualcosa ai bambini non è per nulla semplice, è necessario avere molta pazienza e soprattutto un metodo semplice ma allo stesso tempo abbastanza efficace, in modo da insegnargli le varie materie facendoli contemporaneamente divertire. La digestione...
Elementari e Medie

Come dimostrare il teorema di Pitagora

Quando si studia a scuola ci si può trovare in difficoltà. Alcune materie infatti possono presentare delle problematiche veramente insormontabili se non viene adottato il giusto metodo di studio. Ad ogni modo in questa guida approfondiremo un argomento...
Elementari e Medie

Come dimostrare che l'aria ha un peso con un esperimento

L'aria è una miscela di sostanze aeriformi che costituisce l'atmosfera terrestre. È un componente essenziale per la vita della maggior parte degli organismi animali e vegetali e in particolare per la vita umana, per cui la sua salvaguardia è fondamentale...
Elementari e Medie

Differenze tra proprietà associativa e commutativa

La matematica rappresenta un vero incubo per moltissimi studenti. Tuttavia, fa parte del nostro quotidiano. Viene impiegata inconsapevolmente in tantissime attività giornaliere. Può diventare anche affascinante, acquisendo dei semplici trucchetti. In...
Elementari e Medie

Come Applicare Le Proprietà Dell'Invertire E Del Permutare In Una Proporzione Matematica

Una proporzione matematica è un'uguaglianza tra due rapporti e anche se nel momento in cui si studia, di solito alla scuola media, si ritiene l'argomento del tutto inutile, le proporzioni hanno invece, nella vita pratica, numerose applicazioni, tra cui...
Elementari e Medie

La proprietà commutativa della moltiplicazione

In questa guida pratica e semplicissima che stiamo per proporre, vogliamo proporre il metodo per impare meglio la proprietà commutativa della moltiplicazione. In parole povere, non importa in che modo vengono ordinati i numeri da moltiplicare, il risultato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.