Come dimostrare il teorema di Lagrange

Tramite: O2O 12/10/2018
Difficoltà: media
18

Introduzione

Il teorema che affronteremo in questa guida, ovvero il teorema di Lagrange (detto anche teorema del valor medio), fu formulato e dimostrato nella sua forma moderna da Cauchy nel 1823, inizialmente descritto da Parameshvara, dalla scuola del https://it.m.wikipedia.org/wiki/Scuola_del_Kerala in India. Tale teorema, considerato uno dei più importanti risultati dell?analisi matematica, afferma che dato il grafico di una funzione tra due estremi, esiste almeno un punto in cui la tangente al grafico è parallela alla secante passante per gli estremi.
Qui ne analizzeremo ipotesi, enunciato (sotto forma di simboli matematici, più semplice e comprensibile di quello precedente) e soprattutto come dimostrarlo, al fine di ottenerne un quadro generale chiaro ed esauriente.

28

Occorrente

  • Matita
  • Foglio squadrettato
38

Le ipotesi

Il teorema di Lagrange si basa su due ipotesi che, se non verificate per la funzione presa in esame, non è applicabile a tale caso. Queste due ipotesi, che sono contenute in parte anche nel teorema di Rolle (il quale rienunceremo e ripasseremo successivamente), sono le seguenti:
_la funzione, che chiameremo F(x), deve essere continua nell?intervallo chiuso e limitato [a,b];
_la funzione F(x) deve essere derivabile in ogni punto interno all?intervallo aperto e limitato (a,b).

48

L’enunciato

Una volta verificate le ipotesi riportate nel passo precedente (senza le quali non è consesntita la verificazione del teorema), è possibile applicare il teorema vero e proprio alla funzione presa in esame.
Il teorema di Lagrange enuncia che:
esiste almeno un punto c interno all?intervallo per cui vale la relazione:
[f(b)-f(a)]/(b-a)=f?c
Con f?(c) simbolo della derivata della nostra funzione in un punto c interno all?intervallo.

Continua la lettura
58

L’importanza della dimostrazione dei teoremi

Procediamo fra poco a riportarne la dimostrazione, tema centrale di questa guida.
Prima di questa però desidero rivordare che essa è molto importante e oserei dire necessaria per una corretta e completa comprensione e memorizzazione del teorema, che permette una successiva applicazione di esso. Capire appieno, e non memorizzare, la dimostrazione è una tecnica di comprensione molto importante e fruttuosa per procedere a qualunque tipo di studio elementare, superiore e universitario di ambito logico e matematico.

68

Il teorema di Rolle

Ripassiamo tale teorema in quanto, come potrete tranquillamente notare nel passo successivo, esso viene utilizzato nella dimostrazione del teorema di Lagrange, e riprende le ipotesi di quest ultimo, con l?aggiunta di una terza che implica che f(a)=f(b), con a e b estremi dell?intervallo.Il teorema di Rolle infatti enuncia che: data una funzione continua in un intervallo chiuso [a,b], derivabile in ogni punto dell?intervallo aperto (a,b) e tale che f(a)=f(b), allora esiste almeno un punto c interno all?intervallo in chi la derivata si annulla, ovvero f?(c)=0, dove c è detto punto critico o stazionario.

78

La dimostrazione

Consideriamo dunque la funzione
F(x)=f(x)-kx, con k appartentente a R.
Sappiamo per ipotesi che:
_F(x) è continua in [a,b] perché somma di funzioni continue in [a,b];
_F(x) è derivabile in (a,b) perché somma di funzioni derivabili in (a,b).
Determiniamo k in modo che F(x) soddisfi pa terza ipotesi del teorema di Rolle, ovvero che F(a)=F(b).
Quindi deve essere:
f(a)-ka=f(b)-kb, cioè k=[f(b)-f(a)]/(b-a)
Sostituiamo alla funzione F(x)=f(x)-x[f(b)-f(a)]/(b-a).
Poiché F(x) soddisfa le ipotesi del teorema fi Rolle, applichiamo tale teorema e ne ricaviamo che esiste almeno un punto c interno all?intervallo tale che F?(c)=0.
Calcoliamo quindi la derivata di F(x):
F?(x)=f?(x)-[f(b)-f(a)]/(b-a)=0
Otteniamo dunque la tesi:
f?(c)=[f(b)-f(a)/(b-a). Concludiamo infine la dimostrazione con il comune simbolo C.V.D. (come volevasi dimostrare).

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ripassare il teorema di Rolle, in particolar modo le ipotesi
  • Comprenedere appieno la dimostrazione e non limitarsi a memorizzare l’enunciato
  • Compiere i calcoli autonomamente e non limitarsi a trascrivere i risultati da questa guida
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come dimostrare il teorema di Weierstrass

Discipline scolastiche come la matematica, la fisica o ancora la chimica sono molto interessanti, ma anche complicate. Le argomentazioni spiegano le dinamiche quotidiane. Tuttavia, non per tutti sono di facile comprensione. Alcuni concetti più di altri...
Superiori

Come dimostrare il teorema di Pitagora con un semplice disegno

Il teorema di Pitagora è sicuramente uno dei più noti teoremi della geometria, nonché uno dei più utili. Viene infatti utilizzato per risolvere i problemi più basilari così come quelli di grado avanzato. Il suo scopo è quello di fornire la dimostrazione...
Superiori

Come dimostrare il teorema di Gauss

Nella matematica tra i tanti teoremi noti, ce ne sono anche alcuni di particolare rilevanza che derivano da specifiche formule e prendono anch'essi il nome di coloro che li hanno enunciati. Tra questi nella presente guida parliamo del teorema del flusso,...
Superiori

Come dimostrare che una funzione è derivabile in un intervallo

Assai di frequente capita che uno studente di scuola superiore ma anche universitario sia chiamato a dimostrare la derivabilità di una funzione data in un determinato intervallo. Per riuscire nella prova è necessario padroneggiare con abilità concetti...
Superiori

Teorema sugli archi congruenti: dimostrazione

Il teorema sugli archi congruenti è un teorema che afferma che "ad archi congruenti corrispondono corde parallele". Per farne una dimostrazione abbiamo bisogno di un' ipotesi, ossia i dati forniti dallo stesso teorema e una tesi, ossia quello che va...
Superiori

Teorema degli angoli al centro e alla circonferenza

Il teorema degli angoli al centro ed alla circonferenza rappresenta uno dei capisaldi della geometria piana. Per applicarlo in modo corretto, comprendi il concetto alla perfezione. Pertanto, presta molta attenzione in classe e prendi appunti. Chiedi eventuali...
Superiori

Teorema di Fermat: dimostrazione

Il "Teorema di Fermat" appartiene alla categoria dei teoremi fondamentali del calcolo differenziale. Tale teorema non va confuso con "l'ultimo teorema di Fermat", il "piccolo teorema" o il "teorema sulle somme di due quadrati". Esso fa parte dell'analisi...
Superiori

Fisica: il teorema di Varignon

La fisica è una materia che alcuni studenti considerano insidiosa. Le leggi e le formule che regolano questa disciplina appartengono a diversi livelli di difficoltà e vanno studiati gradualmente nel corso degli anni. Gli insegnanti hanno il compito...