Come dimostrare che una successione è limitata

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

Non tutti possono capire ogni materia che si presenta all'università o a scuola e in molti casi, una delle materie più complesse da studiare sin dalle scuole elementari è sicuramente la matematica. La matematica può mettere spesso in difficoltà a causa delle svariate tipologie di teoremi e di problemi da risolvere attraverso una valida dimostrazione di un teorema o di un calcolo matematico. Tra le varie cose da studiare, all'interno della matematica vi capiterà sicuramente (se sceglierete studi universitari come ingegneria) di dovervi cimentare nello studio delle successioni. In questa breve e semplice guida, cercheremo di aiutarvi a capire come dimostrare che una successione è limitata.

27

Occorrente

  • Libri universitari che riguardano l'analisi.
37

Sicuramente per chi studia una matematica un po' più approfondita legata a materie universitarie, è necessario sempre approfondire l'argomento con libri di testo abbastanza tecnici per capire un po' in maniera generale ma anche dettagliata, come arrivare a dimostrare parecchie teorie e parecchi teoremi. Spesso quando bisogna dimostrare che una successione è limitata, si entra in confusione e subito nel panico. Per evitare di confondervi le idee partite subito dall'affermazione che volete provare e concentratevi subito sullo studio dei numeri reali. Se infatti una successione di numeri reali converge, tutto vi sembrerà un po' più semplice.

47

Una successione è sempre limitata quando è limitata superiormente ovvero, quando esistono dei maggiorati in questo caso quindi x>an per qualunque n.
Una successione è sempre limitata superiormente anche quando esistono dei minorati ovvero, quando yLa successione quindi è limitata superiormente infatti quando x=2>an per qualsiasi 2>1/n proprio perché n>1/2 (n= 1, 2, 3 ecc..) mentre è limitata inferiormente perché an=1/n>0 per qualsiasi n. In sostanza basterà dimostrare che il termine an è minore di un dato valore per esempio di 1, per tutti i valori di n (1/n<1).

Continua la lettura
57

Una volta capito il meccanismo generale dell'analisi matematica, capirete che il limite di una successione non è altro che il valore a cui tendono i termini di una successione. Sicuramente si tratta di una parte della matematica molto complessa e molto difficile da capire per chi non ha dimestichezza con questa materia. È importante approfondire tale studio, leggendo moltissimi esempi e approfondendo anche il limite nella retta reale, il limite negli spazi metrici e negli spazi topologici.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Approfondite lo studio di questo argomento.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come dimostrare il teorema di Weierstrass

Discipline scolastiche come la matematica, la fisica o ancora la chimica sono molto interessanti, ma anche complicate. Le argomentazioni spiegano le dinamiche quotidiane. Tuttavia, non per tutti sono di facile comprensione. Alcuni concetti più di altri...
Superiori

Come studiare un limite di successione

In questa guida andremo a vedere come è possibile studiare un limite di successione. Ma prima di tutto è necessario sapere cos'è una successione. Una successione reale non è nient'altro che una sequenza illimitata di numeri, si parte da un numero...
Superiori

Diritto privato: la successione testamentaria

Anche se si tratta di un argomento delicato e difficoltoso, è importante capire come funziona la successione testamentaria. Si tratta un argomento legato al diritto privato spesso, abbastanza difficoltoso da capire perché comprende varie regole precise...
Superiori

Come trovare il minimo di una successione

Una successione, definita anche sequenza infinita oppure stringa infinita, in analisi matematica è definita in modo intuitivo alla stregua di una lista ordinata formata da un numero infinito di oggetti, chiamati termini della successione, fra i quali...
Superiori

Come scoprire analiticamente la successione dei numeri esagonali centrati

I numeri esagonali appartengono alla classe dei numeri cosiddetti poligonali, si aggiungono ai numeri triangolari, a quelli quadrati e a quelli pentagonali. Nella guida vedremo come farci aiutare dalla matematica per scoprire analiticamente la successione...
Superiori

Come dimostrare che una funzione è derivabile in un intervallo

Assai di frequente capita che uno studente di scuola superiore ma anche universitario sia chiamato a dimostrare la derivabilità di una funzione data in un determinato intervallo. Per riuscire nella prova è necessario padroneggiare con abilità concetti...
Superiori

Come dimostrare il teorema dei seni

Il teorema dei seni (conosciuto anche come Teorema di Eulero) consente la risoluzione dei triangoli qualunque. Per riuscire a dimostrarlo in maniera efficace bisogna però possedere i "giusti" requisiti ossia le corrette nozioni di base. In questo senso...
Superiori

Come dimostrare il teorema dell'angolo esterno

La geometria comprende lo studio delle figure geometriche piane e solide e anche delle rette, degli angoli, dei perimetri, dei volumi e delle aree che in questa guida sarà illustrato. Il teorema dell'angolo esterno riveste una notevole importanza nel...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.