Come Determinare Le Ceneri Insolubili In Acido Cloridrico

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

L'acido cloridrico è un acido minerale forte, monoprotico, ed è il principale costituente del succo gastrico. L'acido cloridrico è uno dei liquidi più corrosivi esistenti, quindi deve essere maneggiato con attenzione. Merceologicamente al nome di acido muriatico corrisponde una soluzione di HCl a concentrazione 10%, spesso di colore giallo per via della presenza di ioni di ferro (II). Sono moltissime le cose da sapere per quanto riguarda questo particolare e specifico argomento, ma leggendo con molta attenzione riuscirai sicuramente a memorizzare ogni cosa senza troppe difficoltà. In questo modo, potrai evitare di rivolerti ad un professionista, per farti impartire costose lezioni private. Così facendo, riucirai a risparmiare una certa somma di denaro, cosa che al giorno d'oggi risulta essere fondamentale. A questo punto, non ti rimane che continuare a leggere con molta attenzione le interessanti informazioni riportate nei successivi passi, per comprendere in modo facile e veloce come determinare le ceneri insolubili in acido cloridrico.

25

Occorrente

  • capsula di quarzo
  • muffola
  • essiccatore
  • bilancia analitica
  • frangifiamma
  • triangolo refrattario
  • acqua ossigenata al 3,5%
  • acido nitrico concentrato
  • acido cloridrico HCl al 10%,
  • vetro da orologio
  • filtro di carta
35

Dunque, la prima cosa che dovrai fare, risulta essere precisamente quella di calcinare una capsula di quarzo in muffola a 550 °C per circa un'ora. Fai poi raffreddare perfettamente in essiccatore e procedi alla pesata su bilancia analitica. A questo punto devi pesare nella capsula tarata, all'incirca cinque grammi di prodotto macinato finemente. Subito dopo procedi esattamente all'incenerimento su fiamma diretta, prima in maniera lenta, impiegando un frangifiamma, e poi con un triangolo refrattario. Esegui questa operazione fin quando i fumi bianchi non saranno scomparsi.

45

Per continuare metti in muffola la capsula a 550 °C. Il campione va lasciato in muffola per almeno sei ore. Nel caso in cui le ceneri, dopo aver subito tale trattamento, non dovessero essere completamente bianche ma presentassero invece un colore grigiastro dovrai aggiungere alcune gocce di acqua ossigenata al 3,5% oppure di acido nitrico concentrato quanto basta ad umettarle completamente. Prosegui poi portando a secco su piastra riscaldante oppure a bagnomaria. Poni in muffola per almeno un'ora.

Continua la lettura
55

Dopo aver tolto le ceneri dalla muffola, falle raffreddare accuratamente e successivamente aggiungi ad esse 25 mldi HCl al 10%. Copri poi tutto con un vetrino da orologio, metti a bagnomaria e lascia bollire per circa cinque minuti. Successivamente procedi alla filtrazione su un filtro di carta senza ceneri e poni il filtro nella capsula originaria. È il momento di far incenerire lentamente il filtro e di mettere in muffola alla temperatura di 700 °C per almeno un'ora. Prosegui raffreddando nell'essiccatore e pesando su bilancia analitica.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come misurare la velocità di una reazione chimica

La velocità di reazione è definita come la variazione di velocità della quantità dei reagenti (diminuzione) nel tempo oppure come la variazione della quantità dei prodotti (aumento) nel tempo ed è ricavata sperimentalmente. Le grandezze che possono...
Elementari e Medie

Come Dimostrare La Digestione Ai Bambini

Insegnare qualcosa ai bambini non è per nulla semplice, è necessario avere molta pazienza e soprattutto un metodo semplice ma allo stesso tempo abbastanza efficace, in modo da insegnargli le varie materie facendoli contemporaneamente divertire. La digestione...
Università e Master

Come Effettuare Una Titolazione Acido-base

Una titolazione acido-base, è un procedimento che permette di determinare la quantità di acido (o base) presente in una soluzione misurando il volume di una soluzione a concentrazione nota di base (o acido), necessario per raggiungere la neutralizzazione...
Superiori

Chimica: come risolvere le titolazioni

La scuola al momento sta lasciando respirare molti studenti, che si godono il meritato riposo in vacanza. Purtroppo, però, la mente deve restare allenata anche in estate. Per questo i professori assegnano dei compiti per le vacanze. Soprattutto coloro...
Università e Master

Come separare una miscela organica a tre componenti tramite estrazione

La tecnica che serve a distaccare un dato composto organico da una miscela a più componenti è chiamata estrazione liquido-liquido (LLE). Di solito, prevede di mescolare sotto agitazione una soluzione formata dal composto organico desiderato e da un...
Università e Master

Come effettuare il saggio di Hinsberg

Nelle ammine primarie e secondarie, l'atomo di azoto dell'ammino-gruppo è legato a degli atomi d'idrogeno. Da questo deriva che tali ammine possono essere acilate e formano le corrispondenti ammidi. In modo analogo, le ammine primarie e secondarie reagiscono...
Università e Master

Come Preparare Il P-t-butilfenolo Per Alchilazione Di Friedel-crafts

Tra le materie scientifiche esistenti, la chimica risulta essere tanto affascinante quanto complicata, ma nel corso della vita può tornare utile sapere o per lo più avere le nozioni basi studiate negli anni addietro. Un alchile in un anello aromatico...
Università e Master

Come convertire l'acido maleico in acido fumarico

Riscaldato a riflusso con acido cloridrico (HCl) acquoso, l'acido maleico si trasforma nel suo isomero trans: l'acido fumarico. Visto che l'acido fumarico possiede una solubilità in acqua molto minore in confronto al suo isomero cis, via via che la reazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.