Come Determinare La Dilatazione Volumica Di Un Solido

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Riuscire ad ottenere buoni risultati nelle materie scientifiche non è un'operazione facile per tutti: molte volte difatti è proprio in tale ambito che si prendono i voti peggiori, che vanno ad impattare negativamente sulla media dei voti. Tra i molteplici argomenti che possono essere affrontati, oggi ci occupiamo della determinazione della dilatazione volumica di un solido, procedimento mediante il quale, in base ad una modifica della temperatura, arriviamo ad avere un'alterazione del volume dell'oggetto della nostra analisi. Vi spieghiamo come riuscire a determinare tali dinamiche con una rapida guida. Buona lettura!

26

La legge della dilatazione volumica

Considera l'aumento del volume di un corpo in seguito ad una variazione di temperatura da un valore iniziale V0 al valore finale V. Dalle osservazioni sperimentali è stata dedotta la seguente legge: V =V0 (1 %u03B1Dt) dove V è il volume finale, V0 il volume iniziale, %u03B1 il coefficiente di dilatazione volumica e Dt la variazione di temperatura. I volumi sono espressi in metri cubi. Tale legge viene detta legge della dilatazione volumica.

36

Il calcolo della dilatazione di un solido

Per un solido %u03B1 =3%u03BB dove %u03BB è il coefficiente di dilatazione lineare e dipende dal tipo di materiale che hai. Supponi di avere un parallelepipedo i cui spigoli, alla data temperatura, misurano a0, b0 e c0. Conoscendo le misure degli spigoli puoi ricavare il volume iniziale: V0 = a0 · b0 · c0. Considera una variazione di temperatura pari a Dt. Le lunghezze dei tre spigoli diventano allora: a = a0, b = b0(1 %u03BBDt), c = c0(1 %u03BBDt) dove %u03BB è il coefficiente di dilatazione lineare del materiale considerato. Per trovare il volume finale del parallelepipedo devi, pertanto, eseguire il seguente calcolo: V = a · b · c.

Continua la lettura
46

Conclusioni

Effettuando le opportune sostituzioni ottieni: V = a · b · c = a0 · b0 · c0 = (a0 · b0· c0)^3 = V0^3. Prosegui sviluppando il cubo del binomio. Ottieni: V = V0 [3^2 ^3]. Ora puoi semplificare questa formula dato che nella maggioranza dei problemi che ti troverai a risolvere tè abbastanza piccolo. Ciò ti sta ad indicare che i termini x^2 e x^3 sono più piccoli ancora e, pertanto, possono essere trascurati. Alla fine ottieni che la formula da applicare per ricavare il volume di un solido che subisce una dilatazione cubica è la seguente: V = V0 in accordo con quanto si deduce dalle osservazioni sperimentali. Ora non vi resta che riguardare le nostre indicazioni e cimentarvi in numerosi esercizi, che vi renderanno infallibili e rapidi. Buona fortuna!

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Una volta appresi i principi base fare molti esercizi
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come Determinare Il Punto Di Fusione Di Composti Organici Cristallini

Il punto di fusione è abbastanza importante per le sostanze chimiche. Esso, insieme al punto di ebollizione e al punto di solidificazione, costituisce l'indice termico del composto. Il punto di fusione è la temperatura alla quale un solido ed un liquido...
Università e Master

Come Determinare La Composizione Di Miscele Gassose Con Il Metodo Di Assorbimento

I metodi di cui la chimica analitica si avvale per determinare la composizione di miscele gassose sono sostanzialmente due: il metodo di assorbimento e il metodo di combustione. Generalmente i gas inerti, quali l'azoto e i gas nobili (ad esempio elio,...
Università e Master

Come determinare le caratteristiche chimiche degli elementi

Gentili lettori, all'interno della guida che seguirà, mi dedicherò a parlare di una materia specifica: la chimica. Nel particolare, questa sarà l'occasione per scrivere qualcosa sulla determinazione delle caratteristiche chimiche degli elementi.Ma...
Università e Master

Come determinare il genotipo degli zigoti con il metodo del quadrato di Punnett

Per zigote si intende la cellula diploide che si forma dalla fecondazione del gamete femminile (cellula uovo) da parte del gamete maschile (spermatozoo).Entrambi i gameti sono cellule aploidi. Ovvero, possiedono una sola copia del corredo cromosomico...
Università e Master

Come determinare i genotipi dei gameti

Una tra le scoperte più importanti dal punto di vista scientifico riguarda i genotipi dei gameti. I genotipi rappresentano l'insieme di tutti i geni che compongono il DNA di un essere vivente e che determinano lo sviluppo di un organismo. Gli individui...
Università e Master

Come Determinare Il Fruttosio, Il Glucosio E Il Saccarosio In Alcuni Alimenti

Una corretta alimentazione che non sia priva di alcuna sostanza utile al benessere dell'organismo è davvero importante per preservarci dagli attacchi esterni. Molti alimenti sono ricchi di zucchero, come fruttosio, glucosio e saccarosio e spesso dobbiamo...
Università e Master

Come determinare il valore della corrente in un solo ramo

In questo articolo vogliamo dare una mano a tutti i nostri lettori, che sono dei veri e propri appassionati di matematica, fisica ed altro, a capire come poter determinare il valore della corrente, in un solo ramo. Cercheremo di far tutto ciò grazie...
Università e Master

Come Determinare L'Ellisse E Il Nocciolo Centrale Di Inerzia

Innanzitutto, è necessario dare una definizione iniziale di nocciolo ed ellisse: esse sono delle proprietà inerziali che dipendono dalla geometria di una sezione. L'ellisse centrale di inerzia è quell'ellisse che si forma nel baricentro della sezione,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.