Come determinare il valore della corrente in un solo ramo

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

In questo articolo vogliamo dare una mano a tutti i nostri lettori, che sono dei veri e propri appassionati di matematica, fisica ed altro, a capire come poter determinare il valore della corrente, in un solo ramo. Cercheremo di far tutto ciò grazie al metodo del fai da te ma anche e soprattutto grazie alle nozioni basilari, che vengono acquisite a scuola.
Nello specifico vogliamo cercare di capire come, nel caso di reti che abbia un unico generatore, si possa essere in grado di ricavare il valore della corrente, proprio ed esclusivamente in un solo ramo. In questo caso non ci converrà di certo calcolare tutte le correnti parziali, ma dovremmo cercare di utilizzare il metodo della posizione arbitraria. Facciamo per bene attenzione ai passaggi perché non è un problema di facile soluzione, ma noi con la buona volontà ce la faremo! Pronti per iniziare? Buon lavoro e buon divertimento a tutti!

27

Occorrente

  • buona volontà
37

La prima cosa che dobbiamo per bene ricordare e sapere è che, in generale, se la resistenza R rimane costante, moltiplicare la tensione per una costante K, significa ottenere una corrente nel circuito K volte quella precedente e viceversa. Detto questo, cominciamo pure a porre un valore arbitrario, che sarà molto probabilmente sbagliato, falso quindi alla corrente richiesta. Per comodità, poniamo I5 = 1 A. Fissato questo valore I5, non dovremo far altro che determinare il valore di È.

47

È deve risultare con un valore che dovrà essere del tutto differente da E. Nella diversità tra il valore di E del generatore assegnato e quello È che abbiamo anche calcolato, troveremo di certo la soluzione del problema. Basterà infatti che noi ricaviamo il valore K del rapporto tra le due E, per cui applicheremo la formula: K = E / È. Per la linearità ricavata, le correnti parziali daranno quelle reali se le moltiplicherai una ad una per il valore di K.

Continua la lettura
57

Ora, a questo punto, possiamo anche trovare la corrente richiesta e quindi, dato che I = 1 A, il valore che devi ottenere sarà ricavabile con: U' = R5. I' = 5. 1 V, I4 = Ucd / R1 = 5 / 20 = 0,25 A, I3 = I4 I5 = 1 0,25 = 1,25, e I1 = I3. R2 / R2 R3 = 1, 25. 30 / 30 70 = 0, 375 A. Quindi, l' equazione finale che dovremo cercare di applicare sarà pari a È = Uab Ubc Ucd = 0, 37570 1, 25. 15 5 = 50 V. Il rapporto K sarà quindi pari a K = 200 / 50 = 4. Ed ecco che grazie a questa guida, semplice e veloce, che abbiamo deciso di proporvi, potremo anche noi, finalmente cercare di determinare il valore della corrente, in un solo ramo. Con la buona volontà anche noi potremo realizzare tutto ciò che ci è molto utile a scuola o anche in un ambito lavorativo del genere!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Basta davvero poco e con un pò di pazienza e tanta buona volontà, saremo in grado di realizzare un lavoro davvero unico e molto originale!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come eseguire una conversione da corrente a tensione

Un generatore di tensione è un dispositivo che viene utilizzato per generare e mantenere una differenza di potenziale elettrico ai suoi capi (anche detti poli o morsetti). Il generatore di tensione è formato da due poli, per cui, dal punto di vista...
Università e Master

Come calcolare il valore medio e l'errore massimo

Tra tutte le materie da studiare ed affrontare nel corso degli anni scolastici e non solo, ce ne sono alcune particolarmente ostili. Tra queste c'è sicuramente la fisica che da decenni e decenni terrorizza schiere di studenti impauriti. Imparare questa...
Università e Master

Come Determinare La Composizione Di Miscele Gassose Con Il Metodo Di Assorbimento

I metodi di cui la chimica analitica si avvale per determinare la composizione di miscele gassose sono sostanzialmente due: il metodo di assorbimento e il metodo di combustione. Generalmente i gas inerti, quali l'azoto e i gas nobili (ad esempio elio,...
Università e Master

Come calcolare una somma di corrente ai nodi

La somma di corrente a nodi viene analizzata completamente dalle leggi di Kirchoff. In questa guida vedremo insieme come si può calcolare e vedremo quali sono i collegamenti nei quali una corrente viene ripartita affinché si eviti che tutti i rami di...
Università e Master

Come costruire una bobina di valore esatto

Nel campo dell'elettronica troviamo vari elementi tecnici che rivestono un'importanza notevole per il corretto funzionamento delle varie apparecchiature. Uno di questi è la bobina. Si definisce bobina un insieme di spire. Il loro numero è variabile...
Università e Master

Come determinare le caratteristiche chimiche degli elementi

Gentili lettori, all'interno della guida che seguirà, mi dedicherò a parlare di una materia specifica: la chimica. Nel particolare, questa sarà l'occasione per scrivere qualcosa sulla determinazione delle caratteristiche chimiche degli elementi.Ma...
Università e Master

Come Determinare Il Punto Di Fusione Di Composti Organici Cristallini

Il punto di fusione è abbastanza importante per le sostanze chimiche. Esso, insieme al punto di ebollizione e al punto di solidificazione, costituisce l'indice termico del composto. Il punto di fusione è la temperatura alla quale un solido ed un liquido...
Università e Master

Come determinare zuccheri e saccarosio tramite misura polarimetrica

L'alimentazione definisce le nostre energie fisiche, muscolari, energetiche, componenti di totale importanza per essere efficienti e forti. In queste poche righe, cercheremo di capire: come determinare zuccheri e saccarosio tramite misura polarimetrica....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.