Come determinare il numero di elettroni in un elemento

Tramite: O2O 12/01/2020
Difficoltà: media
17

Introduzione

Esistono materie che risultano piuttosto complicate per moltissimi ragazzi. Una delle materie più complesse oltre alla matematica, è sicuramente la chimica. La chimica è una materia molto tecnica e molto logica in cui è necessario capire i vari meccanismi e i vari legami. Tra i diversi argomenti determinanti di questa materia, vi è sicuramente lo studio degli elettroni di un elemento. Questo concetto è strettamente legato a quello di protoni e neutroni. Queste tre particelle sono quelle più importanti che vanno a costituire un atomo. Per aiutarvi a capire un po' meglio tale argomento, che all'inizio può sembrare un po' ostico, in questa guida cercheremo di spiegarvi come determinare il numero di elettroni in un elemento.

27

Occorrente

  • Tavola periodica
  • Calcolatrice (opzionale)
37

Elettroni di un atomo neutro

Innanzitutto bisogna tenere a mente che i protoni hanno una carica positiva, gli elettroni una carica negativa e i neutroni hanno una carica neutra. Per capire quanti elettroni sono presenti in un elemento, bisogna sapere come funziona la tavola periodica. Essa organizza tutti gli elementi secondo la loro struttura anatomica. Ciascun elemento è designato con un'abbreviazione ed è accompagnato da altre caratteristiche, come il peso e il numero anatomico. Dunque bisogna cercare sulla tavola l'elemento di cui si vuole conoscere il numero di elettroni. Per scoprirlo, è sufficiente guardare il numerino in alto a sinistra delle casella dell'elemento. Questo è il numero atomico, che corrisponde al numero di protoni presenti nell'elemento; in un elemento a condizione neutra, il numero dei protoni sarà uguale a quello degli elettroni. Facciamo un esempio: se vogliamo conoscere il numero degli elettroni del ferro, bisogna cercare la casella corrispondente, indicata con l'abbreviazione Fe. Il numero in alto a sinistra è 26, dunque questo è il numero degli elettroni.

47

Elettroni di ioni positivi

Se dobbiamo determinare il numero di elettroni presenti in un atomo con carica positiva o negativa, la situazione cambia. Tale carica viene espressa con un apice accanto al simbolo. L'elemento acquisisce una carica negativa se vengono aggiunti elettroni e una carica positiva se vengono sottratti elettroni. Tali elementi vengono chiamati ioni. In questo caso, per calcolare il numero totale degli elettroni, bisogna prendere il numero atomico e aggiungere o sottrarre il valore della carica. Facciamo un esempio con uno ione positivo. Immaginiamo di avere Fe+2; ciò significa che il Ferro in questo caso ha una carica positiva (indicata dal +). La carica positiva indica che ci sono più protoni che elettroni. Ora, per calcolare il numero di elettroni prendiamo il numero atomico, che è 26 nel nostro esempio, e sottraiamo il valore della carica, che è +2. Quindi: 26-2 = 24. 24 è il numero di elettroni nel nostro esempio. Si effettua la sottrazione perché, essendoci una carica positiva, significa che lo ione ha perso elettroni.

Continua la lettura
57

Elettroni di ioni negativi

Si verifica la situazione inversa se, invece di uno ione positivo, ci troviamo di fronte ad uno ione negativo. Negativo significa che l'atomo ha acquisito nuovi elettroni, dunque presenta una carica negativa, indicata dal segno -. In questo caso dobbiamo comportarci nel modo contrario rispetto a come abbiamo fatto precedentemente: bisogna sommare il valore della carica al numero atomico. Ad esempio, N -4 significa che sono stati aggiunti 4 elettroni. Il numero atomico di N (azoto) è 7, mentre il valore della carica è appunto -4. Si procederà quindi con un'addizione: 7+4=11. Il numero degli elettroni è pari a 11. La regola da fissare è pertanto la seguente: se abbiamo una carica positiva, indicata dal +, dobbiamo sottrarre invece che sommare al numero atomico in questione; se invece abbiamo una carica negativa, indicata dal -, dobbiamo fare un'addizione.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Esercitatevi a leggere la tavola periodica. A primo impatto sarà difficile orientarsi e capirla, ma con la giusta pratica acquisirete maggiore dimestichezza
  • Bisogna esercitarsi anche a determinare il numero degli elettroni di ioni positivi o negativi. All'inizio potreste confondervi tra addizione e sottrazione, ma con la pratica migliorerete e svolgerete tale procedimento con rapidità
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come trovare il numero di protoni, neutroni ed elettroni

Problemi con la chimica? Non preoccuparti leggi questa guida che può chiarirti alcuni primi passi di questa materia. Vediamo in questa semplice guida come trovare il numero di protoni, neutroni ed elettroni di un atomo. Ricordiamo prima che i protoni...
Superiori

Come calcolare il numero di protoni, elettroni e neutroni presenti in un atomo

La fisica è una disciplina davvero complessa che ci spiega come funziona il nostro mondo. Le leggi che regolano i vari fenomeni naturali si possono esprimere attraverso delle formule più o meno complesse. L'argomento centrale di questa interessante...
Superiori

Come Determinare Il Fattoriale Di Un Numero

Il fattoriale rappresenta un'operazione matematica da eseguire con un numero naturale. Ogni fattoriale viene indicato con la lettera "n" e costituisce il prodotto dei numeri da "1" ad "n". La presente tipologia di calcolo risulta importante, poiché rappresenta...
Superiori

Come trovare gli elettroni di valenza di un atomo

La chimica, insieme alla matematica, e probabilmente la materia più ostica e poco amata dagli studenti sia delle scuole superiori sia di quelli che la studiano nelle facoltà universitarie. Questa difficoltà, così come nella matematica, è dovuta al...
Superiori

Come realizzare un semplice schema sulla catena di trasporto degli elettroni

Il sistema di trasporto degli elettroni consiste in una serie di molecole trasportatrici (che insieme formano la cosiddetta catena respiratoria), inserite in una membrana. Queste utilizzano l'energia fornita dalle reazioni di glicolisi, ossidazione del...
Superiori

Come calcolare la carica di uno ione

Gli ioni sono entità molecolari elettricamente cariche che si formano a partire da un atomo che perde o acquista uno o più elettroni. Tale fenomeno viene definito "ionizzazione". Gli atomi che perdono uno o più elettroni presentano una o piu cariche...
Superiori

Come determinare la struttura di una molecola

Uno dei primi argomenti trattati in chimica è la molecola. Essa costituisce la parte più piccola di una sostanza in grado di conservarne la composizione chimica. È formata dall' aggregazione di atomi uguali o diversi fra loro. A seconda dei...
Superiori

Appunti di chimica: l'ossidoriduzione

Si definisce ossidoriduzione una reazione chimica in cui si ha uno scambio di elettroni, da una specie chimica ad una altra, ed entrambe le specie coinvolte cambiano il loro numero di ossidazione. Il numero di ossidazione rappresenta la differenza tra...