Come Determinare Il Momento Di Inerzia

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

Il momento di inerzia è una grandezza fisica utile per descrivere il comportamento dinamico dei corpi in rotazione attorno ad un asse specifico. Tale grandezza è definita come il secondo momento della massa rispetto alla posizione. Il momento d'inerzia ha essenzialmente due forme: una scalare, usata quando si conosce l'asse di rotazione, e una tensoriale, che non necessita della conoscenza dell'asse di rotazione. La forma scalare può essere certamente calcolata per ogni asse dalla forma tensoriale usando il prodotto scalare, dove la sommatoria è sui tre assi delle coordinate cartesiane. Vediamo insieme come determinare il momento d'inerzia.

27

Occorrente

  • due squadrette
  • matita
  • foglio
37

Il momento d'inerzia può essere calcolato in due modi differenti: con il metodo grafico o con un procedimento analitico. Supponendo di avere un corpo di massa m nel piano x, y, la massa m può essere rappresentata come una massa puntuale nel piano, ovvero è possibile considerare tutta la massa concentrata in un determinato punto chiamato ''centro di massa'' o 'baricentro'. Il momento d'inerzia è sempre riferito ad una retta r e cambia al variare della posizione di quest'ultima rispetto al corpo. Considerate innanzitutto un sistema di masse m1 e m2 e scegliete una retta r rispetto alla quale si determinerà il momento di inerzia. I corpi avranno una massa m espressa in Kg, N (Newton), KN o grandezze equivalenti.

47

Ipotizzando di avere una massa m1 = 10N e m2 = 15 N, riportate sul vostro foglio una retta di 10 cm di lunghezza e un'altra di 15 cm. Scegliete un punto P sul foglio che rappresenta il polo. Costruite il poligono funicolare di questo sistema rispetto al polo P, determinando così i raggi funicolari "I", "II" e "III". Riportate il raggio funicolare 'I' in un punto qualunque A lungo la retta d'azione della massa m1 fino ad intersecare la retta r. Con le squadrette, riportate il raggio funicolare 'II' nel punto A. L'intersezione del raggio funicolare 'II' con la retta d'azione della massa m2 determinerà il punto B. Infine, dal punto B riportate la parallela al raggio funicolare 'III' fino ad individuare il punto C.

Continua la lettura
57

L'area sottesa dai raggi funicolari e dalla retta r moltiplicata per 2 e per la distanza h rappresenta il momento di inerzia del sistema di masse considerato rispetto alla retta r, ovvero M inerzia = 2 x A x h. Per determinare l'area procedete scomponendo la figura in triangoli più semplici e risolveteli con le formule note. In alternativa è possibile utilizzare l'integrazione grafica. I momenti di inerzia sono calcolati rispetto all'asse orizzontale baricentrale (asse x) e, in particolare, quelli del rettangolo e del triangolo anche rispetto a un'asse parallelo a quello baricentrale tramite il teorema di Huygens-Steiner. Buono studio.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per non confondervi mentre lavorate con i raggi funicolari usate le matite colorate.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come si calcola il momento d'inerzia di una trave

La fisica e la meccanica sono due materie correlate tra di loro, non facili da capire a primo impatto. Ci vogliono infatti diversi anni di studio e preparazione per poter padroneggiare al meglio queste materie, ma una volta capite possono aprire la mente...
Superiori

Le prima legge della dinamica

Vi siete mai chiesti perché, quando il treno accelera, voi vi sentite spinti all'indietro, e, quando frena, venite spinti in avanti? Questo fenomeno dipende dalle leggi (o principi) della dinamica. In particolare, dipende dalla prima legge, di cui parleremo...
Superiori

Il principio di conservazione del moto angolare

Il momento angolare, il momento della quantità di moto e il momento di rotazione sono la stessa cosa. Invece il momento angolare di un sistema si trova facendo la somma dei momenti angolari dei corpi rigidi appartenenti al sistema. Per un corpo rigido...
Superiori

Come Applicare Il Poligono Funicolare

Un sistema di forze si può sempre ricondurre ad una risultante R, data dalla sommatoria di tutte le forze del sistema in esame, applicata nel baricentro del sistema stesso. Per trovare il baricentro del sistema di forze e la relativa risultante, occorre...
Università e Master

Come calcolare la resistenza al moto

Nel'ambito della fisica, il moto è ogni mutamento di posizione di un corpo. Tali cambiamenti sono però legati ad una serie di fattori (ovvero di forze), che danno origine al moto stesso. Lo studio di tali forze prende il nome di "dinamica". Esiste una...
Superiori

Fisica: il sistema di riferimento

Di un punto o di un corpo o monodimensionale, bidimensionale o tridimensionale collocati nello spazio non si può dire in fisica o in matematica che la posizione sia certa, perché l'esatta ed oggettiva posizione si potranno definire a seconda del sistema...
Superiori

Leggi della dinamica: appunti

Tra le sottoclassi più affascinanti della fisica c'è senza dubbio la dinamica. Se la cinematica studiava il moto dei corpi rigidi, la dinamica si occupa invece delle cause che generano tali moti. Le cause che permettono ai corpi rigidi (cioè a corpi...
Università e Master

Chimica organica: le reazioni degli alcani

Gli alcani sono quegli idrocarburi (composti formati da idrogeno e carbonio) in cui tutti gli atomi di carbonio sono legati tra loro tramite legami semplici. Esistono particolari tipi di alcani, detti cicloalcani, che non sono altro che idrocarburi che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.