Come descrivere un paesaggio

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Quante volte è capitato, durante gli anni scolastici, di svolgere un tema che aveva come argomento principale la descrizione di un paesaggio, nello specifico un luogo che riguardava un racconto letto a scuola oppure un posto che è stato visitato o una semplice fotografia. In qualsiasi caso, lo scopo è quello di rendere partecipe chi legge in modo che può visualizzare ciò di cui si parla. Questo tipo di lavoro non è difficile basta una buona osservazione ed un pizzico di fantasia. Leggendo il tutorial si possono avere degli utili consigli su come descrivere un paesaggio.

27

Occorrente

  • Fotografia o illustrazione
  • fogli bianchi o quaderno
  • matita o penna
37

Fare una panoramica del paesaggio

La prima cosa da fare è quella di dare una collocazione al paesaggio, indicare la zona e, successivamente, fare un'ampia panoramica ad esempio, se si sta al mare, in montagna oppure in città. Possiamo prendere spunto da come gli scrittori riescono a trasportare il lettore nei luoghi delle loro storie; se si tratta di una fotografia possiamo dedurre facilmente in quale stagione è stata scattata: in primavera se ci sono fiori, in estate se le chiome degli alberi sono verdi, in inverno se c'è la neve. La descrizione di un paesaggio cittadino è più difficile: se vengono rappresentate le persone possiamo osservare il loro abbigliamento per avere delle indicazioni.

47

Dividere la fotografia in piani

A questo punto, dividiamo la fotografia in piani, dallo sfondo, al centro, al primo piano. Cominciamo da quello che si trova più lontano e finiamo con gli elementi principali: con un po' di immaginazione, se osserviamo dei fiori possiamo sentire il loro profumo mentre un bosco ha l'odore della terra umida di muschio. Trasmettiamo delle sensazioni e non limitiamoci ad un elenco di ciò che si vede; possiamo descrivere i colori del tramonto oppure l'atmosfera dei lampioni in città senza diventare troppo poetici. Ogni tanto, rileggiamo ciò che è stato scritto senza guardare l'immagine: così facendo, riusciamo a capire se stiamo procedendo nel modo giusto.

Continua la lettura
57

Rappresentare le azioni degi animali o delle persone

Se sono rappresentati animali oppure persone, descriviamo quello che stanno facendo, lo stato d'animo che trasmettono. Se abbiamo vissuto in prima persona queste situazioni, mettiamo in risalto i nostri ricordi, le sensazioni, i suoni, gli odori. Utilizziamo la fantasia senza esagerare e senza allontanarci troppo dal contesto. Prima di terminare, osserviamo ancora una volta l'immagine per verificare se è stato omesso qualcosa di importante infine, rileggiamo tutto ciò che abbiamo scritto controllando ortografia e punteggiatura.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come fare un tema su un fatto di cronaca

La cronaca è un genere di scrittura che ha l'obiettivo di riportare quanto più realmente possibile i fatti accaduti. Quando si parla di cronaca, si fa generalmente riferimento al giornalismo. È questo infatti l'ambito dove la cronaca viene soprattutto...
Elementari e Medie

I principali errori in un tema di storia

Quando si scrive su di un qualunque argomento non è mai così semplice come appare. Infatti capita molte volte di conoscere bene il fatto da descrivere, ma nel momento in cui le idee o i ricordi devono essere espressi con la scrittura, i dubbi e le incertezze...
Elementari e Medie

Come verificare la divisione con la prova del nove

La prova del nove viene utilizzata in matematica per controllare l'esattezza del risultato della moltiplicazione e della divisione. Nel caso di divisione con il resto, il procedimento presenta qualche piccola variante. Questa semplicissima e pratica guida...
Elementari e Medie

Come fare la scheda di un libro

Se si riesce a portare a termine un obiettivo si è molto soddisfatti, sia che si tratti di lavoro che di scuola. Quando si va a scuola spesso succede che il professore chiede di leggere un libro e poi di fare una scheda. Qualche volta può essere difficile...
Elementari e Medie

Le Dolomiti e la loro genesi

Le Dolomiti sono tra le montagne più belle del mondo e la loro genesi risale a più di duecento milioni di anni fa. Tutto è iniziato a partire dal fondale di un grandioso mare molto più vasto dell'attuale Mediterraneo. Il mare sovrastava la penisola...
Elementari e Medie

Come iniziare a scrivere un diario

La scrittura di un diario è una forma narrativa dalle origini molto antiche. Basti pensare che già nel medioevo era diffusa, tra le popolazioni alfabetizzate, l'abitudine di registrare ogni piccolo evento autobiografico su libri denominati "libri di...
Elementari e Medie

Come costruire e far eruttare un vulcano

Può capitare di dover costruire un vulcano. Che sia per un progetto scolastico o per semplice curiosità, un vulcano che cacci fumo ed erutti non è semplice da costruire. Tuttavia se siete un po' abili col fai da te e avete i giusti consigli potreste...
Elementari e Medie

Come si usa il Past Continuous

Internamente a tale tutorial, vi andremo quindi a spiegare come si usa in modo corretto il Past Continuous. Nella lingua inglese, il Past Continuous è una forma verbale che, in italiano, non ha corrispondenze precise, e viene quindi tradotta con il termine...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.