Come derivare una funzione composta con logaritmo

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

I logaritmi sono uno degli argomenti più importanti per imparare a risolvere operazioni più o meno difficili nella fascia delle scuole superiori. Essi possono essere abbinati anche alla geometria, oppure a tante altre equazioni matematiche. Se si imparano bene le regole fondamentali che coinvolgono questo tipo di operazione, poi sarà più facile svolgere tutti gli esercizi collegati. In questa guida ci focalizzeremo in particolare su come derivare una funzione composta con logaritmo, riportando qualche esempio. Vediamo come procedere.

27

Occorrente

  • Un buon manuale di matematica
  • Calcolatrice
  • Teoremi ed esempi di esercizi
37

La funzione composta

Anzitutto dobbiamo definire che cos'è una funzione composta. La funzione composta è una funzione ottenuta attraverso la composizione di due funzioni. Prendendo le immagini della prima funzione, la seconda si applica a queste ultime. In poche parole, si può affermare che "h (x) = g (f (x))". Facciamo ora un esempio concreto. Abbiamo la funzione "y = f (x) = e^x" e "z = g (y) = y + 1". La funzione composta sarà " h (x) = g (f (x)) = e^x + 1.

47

Il teorema per la derivazione di una funzione composta

Un altro punto fondamentale utile per la risoluzione degli esercizi è il teorema. In tal caso prende il nome di teorema per la derivazione di una funzione composta. Esso afferma che la derivata della funzione composta "h (x) = g (f (x))" è data dalla derivata della funzione più "esterna" lasciando invariato l'argomento "f (x)" per la derivata dell'argomento. Lo stesso si può scrivere con linguaggio matematico: definendo le due funzioni "y= f (x)" e "z= g (y)" ottengo che la derivata di "h (x) = g (f (x))" è uguale a "g'(f (x))" che moltiplica "f'(x)".

Continua la lettura
57

La risoluzione di una funzione composta con logaritmo

Il teorema è sempre applicabile, anche se abbiamo un logaritmo. Inoltre, esso è di fondamentale importanza proprio perché la maggior parte delle funzioni che dovranno essere derivate sono composte. Nel caso di una funzione composta con logaritmo, potremmo avere una funzione di questo tipo: "y = ln (x^2 + x)". Si inizia l'esercizio svolgendo la derivata della funzione più esterna, ovvero un logaritmo naturale. La derivata ottenuta lasciando invariato l'argomento è: "1/(x^2 + x)". Si esegue poi la derivata dell'argomento "(x^2 + x)" che, derivato, dà il risultato "2x + 1". Si moltiplicano i due risultati ottenuti e si ottiene la derivata finale della funzione composta di partenza. Quindi il risultato finale è "(2x + 1)/(x^2 + x)". Come si evince dall'esempio, nel derivare una funzione composta con logaritmo non cambia nulla, a patto che si conoscano bene le derivate principali. Per il suddetto motivo, è utile fare molto esercizio in maniera da vedere una casistica più ampia ed acquisire velocità di calcolo.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Studiare le basi, per ogni argomento, facilita la comprensione dei casi di esercizio più difficili.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come trovare la funzione inversa di un logaritmo

Studiare non è quasi mai semplice, per nessuno studente a prescindere dal corso che sta seguendo. Sicuramente esistono materie più complesse di altre e, soprattutto, ognuno di voi avrà fatto i conti con la predisposizione verso alcune materie ed il...
Superiori

Come calcolare la derivata di una funzione composta

Se avete la necessità di conoscere delle regole specifiche per svolgere in maniera non troppo complessa dei problemi matematici, come ad esempio per calcolare la derivata di una funzione composta, allora è il caso di documentarvi in maniera approfondita....
Superiori

Come derivare una funzione fratta

In matematica, la derivata esprime quanto una funzione vari al variare del suo argomento. Per fare un esempio pratico, in fisica, la velocità è la derivata dello spostamento; essa esprime infatti con quale rapidità avviene la variazione della posizione....
Superiori

Come calcolare il limite di una funzione composta

Uno dei problemi più affrontati in analisi matematica è quello del calcolo dei limiti. Definita una funzione ci si chiede come poterla rappresentare su di un piano cartesiano e per farlo sono necessari alcuni strumenti matematici quali: le derivate,...
Superiori

Come trovare il dominio di un logaritmo

Uno degli argomenti matematici più difficili e affrontati praticamente in tutti i licei sono i logaritmi. In questa guida vi aiuteremo a capire come si può trovare il dominio di un logaritmo, o meglio della funzione logaritmica, una funzione rappresentata...
Superiori

Come calcolare il logaritmo in base 2

La matematica è una materia piuttosto complessa ma interessante allo stesso tempo. Impararla bene richiede moltissimo tempo e pazienza, per essere assimilata. Bisogna quindi partire da delle ottime basi per poter riuscire a risolvere problemi molto più...
Superiori

Come risolvere l'integrale del logaritmo

Se dovete risolvere l’integrale di un logaritmo e non sapete proprio da dove iniziare, niente paura! Il simbolo utilizzato in analisi matematica è ∫. Chiariti i concetti fondamentali, in questo tutorial vi illustreremo come risolvere l’integrale...
Superiori

Come semplificare un logaritmo algebrico

La matematica è una materia piuttosto complicata ma allora stesso tempo interessante che merita di essere approfondita e studiata come si deve. Molti ragazzi all'inizio trovano sempre molte difficoltà nel capire la materia, ma se spiegata come si deve...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.