Come declinare i pronomi in finlandese

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La lingua finlandese è il gergo maggiormente parlato in Finlandia. Questa lingua risulta agglutinante e la grammatica viene basata sulla declinazione delle singole parole. Mentre, la posizione delle stesse sul messaggio informativo di ogni singolo termine. La forma base di costruzione della frase è comunque SVO (soggetto-predicato-oggetto). La lingua finlandese viene scritta con l'alfabeto finlandese, ossia con l'alfabeto latino nella sua forma usata anche in Svezia. Ovvero comprendente le lettere speciali ä, ö e å (quest'ultima presente solo nelle parole svedesi). Nella seguente guida vi spiego come declinare i pronomi in finlandese.

26

Occorrente

  • Vocabolario e libro di grammatica filandese
36

La prima cosa che dovete fare è quella di capire come si declinano i pronomi. In finlandese esiste un numero di casi grammaticali altissimo. Partendo così, dai classici casi nominativo, genitivo, dativo e accusativo. A questi se ne aggiungono circa un'altra decina: essivo, inessivo, adessivo, elativo, ecc. Ma, anche i pronomi personali sono oggetto di declinazione. Quindi, occorre che lo fate a partire dal caso nominativo (quello del soggetto), in tutti i casi previsti dalla grammatica.

46

Per declinare un pronome personale dal caso nominativo ai diversi casi possibili dovete seguire delle regole rigorose, che ammettono anche delle irregolarità o eccezioni. Vediamo gradualmente questo insieme di regole. La base di partenza viene rappresentata dal pronome nella sua forma nominativa. Eccoli tradotti a partire dall'italiano io, tu, egli, noi, voi e essi: mina, sina, han, me, te, he.

Continua la lettura
56

Quando dovete passare al caso genitivo (complemento di specificazione) per le persone singolari devi sostituire la vocale finale con la u e aggiungere la n (ad eccezione della terza persona che aggiunge semplicemente il suffisso -en). Quindi, di me lo dovete tradurre, trasformando mina in minun. Mentre, per le persone plurali dovete solo aggiungere il suffisso -idan. Così di voi lo ottenete declinando te in teidan. Per il caso accusativo la declinazione è simile. Essenzialmente dovete seguire la stessa regola lessicale di declinazione del genitivo ma utilizzando la consonante t al posto della consonante n. Quindi, invece di minun ottenete minut (me nel caso accusativo), al posto di hanen ricavi hanet, rispettivamente per la prima e terza persona singolare. La traduzione del passo precedente teidan diventa quindi, nel caso accusativo, teidat (voi in forma accusativa). Ecco come declinare i pronomi in finlandese.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Consultare dei testi per approfondire la lingua
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come Declinare Correttamente Il Pronome Relativo Latino

Molto spesso quando affrontiamo determinati argomenti o determinate materia, sia in ambito scolastico che universitario, possiamo incontrare dei problemi che in un certo qual modo possono complicarci la vita. In realtà bisognerebbe colmare le proprie...
Lingue

Come declinare gli aggettivi in tedesco

Ogni lingua che si decide di approfondire ha delle difficoltà e delle regole grammaticali, che possono essere davvero noiose e difficili da apprendere; sicuramente uno degli argomenti meno piacevoli della lingua tedesca risultano essere proprio le declinazioni...
Superiori

Come Declinare Correttamente La Terza Declinazione Latina

Il latino è una lingua sempre viva. Nonostante se ne sia detto il contrario. La lingua latina ha dato infatti origine a molte delle lingue attualmente esistenti, le cosiddette "lingue neolatine". Fra di esse c'è anche la lingua italiana, che da quella...
Superiori

Come Declinare Correttamente Gli Aggettivi Della Seconda Classe Latina

La principale differenza tra la grammatica italiana e quella latina consiste nella presenza delle declinazioni. In latino, così come i nomi, anche gli aggettivi si declinano. Tuttavia mentre i primi si dividono in cinque gruppi, i secondi si classificano...
Lingue

Come declinare un nome latino

Fino a diversi decenni fa lo studio della lingua latina era previsto all'interno dei programmi delle scuole medie. Con l'evoluzione dei percorsi scolastici, il latino è divenuto una materia specifica per determinati studi, come quelli di alcuni particolari...
Superiori

Come declinare correttamente gli aggettivi della prima classe latina

Dopo aver visto tutte le declinazioni latine, possiamo passare alla flessione degli aggettivi. Se abbiamo imparato bene le declinazioni, non dovremo avere particolari problemi. In ogni caso è sempre bene per lo meno dare una ripassata almeno alle prime...
Superiori

Come tradurre i pronomi relativi dal latino

Il compito del pronome relativo, in italiano così come in tutte le lingue del mondo, è quello di mettere in relazione tra di loro due tipologie di proposizioni. Come tradurre correttamente i pronomi relativi dal latino? Vediamolo insieme all'interno...
Superiori

Come declinare correttamente la quinta declinazione latina

Molto spesso quando affrontiamo gli studi, siano essi universitari o scolastici, possiamo andare incontro a dei problemi che in un certo qual modo possono limitare il nostro apprendimento. Bisogna quindi, onde evitare di rimanere troppo indietro, porre...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.