Come Declinare Correttamente La Terza Declinazione Latina

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il latino è una lingua sempre viva. Nonostante se ne sia detto il contrario. La lingua latina ha dato infatti origine a molte delle lingue attualmente esistenti, le cosiddette "lingue neolatine". Fra di esse c'è anche la lingua italiana, che da quella latina trae molte derivazioni. Infatti lo studio della lingua latina abitua ad esercitarsi correttamente anche nel lessico quotidiano. Le sue regole basilari sembrerebbero comportare delle difficoltà. Ma con l'applicazione metodica, molti ostacoli si superano facilmente. La lingua latina possiede cinque declinazioni. Oggi ci soffermeremo sulla terza di esse. La terza declinazione latina è un po' più complicata. Tende infatti a distinguere i nomi femminili, maschili e neutri. E comporta inoltre, contrariamente alle altre quattro, la differenza di declinazione nel numero delle sillabe o nella terminazione del nominativo. Vediamo dunque come poterla declinare correttamente.

27

Occorrente

  • Una buona conoscenza della grammatica italiana.
37

La terminazione del nominativo non è mai fissa. Questa caratteristica rende importantissimo conoscere e saper riconoscere l'uscita del genitivo singolare che è sempre: "-is". La prima suddivisione da effettuare nello studio della terza declinazione è tra sostantivi parisillabi e imparisillabi. Un nome è parisillabo quando ha lo stesso numero di sillabe tra nominativo e genitivo singolare (ad esempio civ-is, civ-is), imparisillabo quando il numero di sillabe è diverso (ad esempio homo, homin-is).

47

Vediamo il comportamento dei nomi parisillabi prendendo come nome proprio "civ-is", ossia "il cittadino": Singolare: civ-is, civ-is, civ-i, civ-em, civ-is (il vocativo è sempre uguale al nominativo), civ-e; Plurale: civ-es, civ-ium, civ-ibus, civ-es, civ-es, civ-ibus. Gli imparisillabi si declinano quasi allo stesso modo, l'unica differenza è il genitivo plurale in cui l'uscita è -ium e non -um. Per esempio il sostantivo mont-is, al genitivo plurare diventa mont-ium.

Continua la lettura
57

I nomi neutri invece hanno una diversa specificità: dobbiamo fare distinzione tra quelli che hanno una consonante prima dell'uscita -is del genitivo singolare e quelli che ne hanno due. I primi si declinano secondo questo schema: Singolare: cor, cord-is, cord-i, cor, cor, cord-e; Plurale: cord-a, cord-ium, cord-ibus, cord-a, cord-a, cord-ibus (cuore). I nomi della seconda classificazione hanno la stessa flessione, escluso il fatto che al genitivo plurale escono in -um. Anche qui, come nella precedente declinazione, sia il nominativo che l'accusativo ed il vocativo hanno le stesse uscite.

67

L'ultimo gruppo è costituito dai nomi neutri uscenti in -ar, -a, -e. Ad esempio prendiamo il nome mar-e (mare): Singolare: mar-e, mar-is, mar-i, mar-e, mar-e, mar-i; Plurale: mar-ia (si pronuncia mària), mar-ium, mar-ibus, mar-ia, mar-ia, mar-ibus. Le particolarità di questo tipo di flessione sono: l'uscita in -i dell'ablativo singolare, l'uscita in -ia dei casi retti (i soliti nominativo, accusativo e vocativo) del plurale e l'uscita in -ium del genitivo plurale. Esistono dei sostantivi che seguono regole particolari e che conviene tenere a mente quando si incontrano: "Iter, Iuppiter, Sus, Bos, Vis". http://www.latinovivo.com/File_dowload/debito_formativo/declinazione_3.htm

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Si consiglia l'uso di un libro di grammatica latina.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come declinare correttamente la quinta declinazione latina

Molto spesso quando affrontiamo gli studi, siano essi universitari o scolastici, possiamo andare incontro a dei problemi che in un certo qual modo possono limitare il nostro apprendimento. Bisogna quindi, onde evitare di rimanere troppo indietro, porre...
Superiori

Come declinare gli aggettivi in Latino

Nel latino, come in italiano, bisogna declinare l'aggettivo in base al genere, numero e caso e possono essere suddivisi in prima e seconda classe: sono appartenenti alla prima classe quelli che escono dal nominativo singolare in: us - a - um; er - era...
Lingue

Come declinare gli aggettivi in tedesco

Ogni lingua che si decide di approfondire ha delle difficoltà e delle regole grammaticali, che possono essere davvero noiose e difficili da apprendere; sicuramente uno degli argomenti meno piacevoli della lingua tedesca risultano essere proprio le declinazioni...
Superiori

L'accusativo latino: guida al suo utilizzo

La grammatica latina è abbastanza particolare e il suo studio può, a volte, risultare di difficile comprensione. Tra le prime cose che si imparano vi sono i casi e le declinazioni. Proprio dei cosiddetti "casi" fa parte l'accusativo, insieme a nominativo,...
Superiori

Come declinare correttamente gli aggettivi della prima classe latina

Dopo aver visto tutte le declinazioni latine, possiamo passare alla flessione degli aggettivi. Se abbiamo imparato bene le declinazioni, non dovremo avere particolari problemi. In ogni caso è sempre bene per lo meno dare una ripassata almeno alle prime...
Superiori

Greco: la prima declinazione del sostantivo

La prima declinazione è quella dei nomi il cui tema termina con la vocale alfa breve o lunga. Essa comprende prevalentemente nomi femminili, ma anche qualche nome maschile. Ricorda che in attico alfa lungo si è generalmente trasformato in eta; tuttavia,...
Lingue

Tedesco: la declinazione dei sostantivi

Di seguito un po' di grammatica tedesca, veloce e di ripasso. Spero soprattutto che vi sia utile, e spero di essere stata il più chiara possibile. Ci tengo molto a dire che la grammatica tedesca è molto meno complicata di quello che si dice in giro....
Superiori

Come Declinare Correttamente Il Pronome Relativo Latino

Molto spesso quando affrontiamo determinati argomenti o determinate materia, sia in ambito scolastico che universitario, possiamo incontrare dei problemi che in un certo qual modo possono complicarci la vita. In realtà bisognerebbe colmare le proprie...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.