Come declinare correttamente la quinta declinazione latina

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Molto spesso quando affrontiamo gli studi, siano essi universitari o scolastici, possiamo andare incontro a dei problemi che in un certo qual modo possono limitare il nostro apprendimento. Bisogna quindi, onde evitare di rimanere troppo indietro, porre i giusti metodi di studio al fine di raggiungere un buon grado di preparazione. Alcune materie possono essere più ostiche rispetto ad altre, e in questa guida vedremo un determinato argomento di una specifica materia, ovvero il latino, che non poche volte può provocare diversi problemi agli studenti che l'affronto nel loro percorso di studi. Infatti attraverso una serie di passaggi molto semplici vedremo come declinare correttamente la quinta declinazione latina.

24

Come al solito cominciamo con l'individuare il genitivo singolare che, come avrai capito, permettono di capire a quale declinazione appartiene un nome. In questa declinazione il genitivo singolare è sempre -ei. Questa declinazione è, a mio avviso, la più semplice anche per via del fatto che ad avere la flessione completa sono soltanto due nomi, res (la cosa) e dies (il giorno).

34

Ti mostro ora la declinazione di res partendo come al solito dal singolare: r-es, r-ei, r-ei, r-em, r-es, r-e. Al plurale invece: r-es, r-erum, r-ebus, r-es, r-es, r-ebus. Come nelle precedenti guide, anche qui ho seguito la normale elencazione dei casi, che ormai dovrai conoscere benissimo, e ho diviso tra radice, ossia la parte invariabile e desinenza, la parte che invece cambia a seconda del caso.

Continua la lettura
44

Alcune particolarità di questa declinazione sono ad esempio il genere di dies, che è femminile quando indica un giorno prestabilito, quando indica un periodo di tempo o quando è la data di una lettera, negli altri casi è maschile. Altri nomi uscenti in -ies invece, come pigrities (la pigrizia), mollities (la mollezza), possono avere anche il nominativo in -ia e quindi il genitivo in -ae (proprio come la prima declinazione).
Alcuni sostantivi femminili quali «l'aspetto»; spes, -ei, «la speranza»; acies, -ei, «la schiera» al plurale hanno solo i casi diretti. Tutti gli altri nomi della quinta declinazione sono Singularia tantum. Altri nomi della quinta declinazione, che terminano in -ies al nominativo singolare, possono altresì uscire in -ia: forme appartenenti alla prima declinazione. Essi sono pigrities e pigritia, «la pigrizia»; mollities e mollitia, «la mollezza»; barbaries e barbaria, «la barbarie»; materies e materia, «la materia»; planities e planitia, «la pianura». Le forme del genitivo e dativo singolare uscenti in -ei sono abbastanza rare, così questi due casi, si formano con l'uscita della prima declinazione, in -ae.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come declinare correttamente gli aggettivi della prima classe latina

Dopo aver visto tutte le declinazioni latine, possiamo passare alla flessione degli aggettivi. Se abbiamo imparato bene le declinazioni, non dovremo avere particolari problemi. In ogni caso è sempre bene per lo meno dare una ripassata almeno alle prime...
Superiori

Come Declinare Correttamente Gli Aggettivi Della Seconda Classe Latina

La principale differenza tra la grammatica italiana e quella latina consiste nella presenza delle declinazioni. In latino, così come i nomi, anche gli aggettivi si declinano. Tuttavia mentre i primi si dividono in cinque gruppi, i secondi si classificano...
Superiori

Come Declinare Correttamente Il Pronome Relativo Latino

Molto spesso quando affrontiamo determinati argomenti o determinate materia, sia in ambito scolastico che universitario, possiamo incontrare dei problemi che in un certo qual modo possono complicarci la vita. In realtà bisognerebbe colmare le proprie...
Superiori

Come declinare gli aggettivi in Latino

Nel latino, come in italiano, bisogna declinare l'aggettivo in base al genere, numero e caso e possono essere suddivisi in prima e seconda classe: sono appartenenti alla prima classe quelli che escono dal nominativo singolare in: us - a - um; er - era...
Superiori

Come memorizzare la prima declinazione in latino

Imparare la prima declinazione in latino è di solito il primo passo quando si intraprende lo studio di questa lingua alle scuole superiori. Questa declinazione non deve destare preoccupazioni, in quanto è la più semplice delle declinazioni. Memorizzarla...
Superiori

Greco: la prima declinazione del sostantivo

La prima declinazione è quella dei nomi il cui tema termina con la vocale alfa breve o lunga. Essa comprende prevalentemente nomi femminili, ma anche qualche nome maschile. Ricorda che in attico alfa lungo si è generalmente trasformato in eta; tuttavia,...
Superiori

Grammatica latina: il complemento di causa

Anche trattandosi di una lingua ormai estinta, la grammatica latina rappresenta una materia di studio in tanti Paesi del mondo (compresa l'Italia). Come la lingua italiana, anche il latino ha una notevole quantità di complementi, ognuno dei quali svolge...
Superiori

Come trovare il nominativo dei sostantivi latini della Ill declinazione

Uno dei crucci maggiori di ogni studente oltre alla matematica, è certamente il latino. Anche se è una lingua antica, alcune frasi e parole sono ancora usate tutt'ora nel linguaggio comune. Conoscerlo non è fondamentale, ma certe volte può comunque...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.