Come dare ripetizioni efficacemente

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Dare delle ripetizioni agli studenti è un modo abbastanza efficace per guadagnare qualcosina, soprattutto per i neo-laureati, in attesa di un'occupazione vera e propria. Questo, però, non significa che si tratta di un'attività poco impegnativa: anche in questo campo, infatti, la concorrenza è alta ed è necessario dare il massimo di se stessi affinché l'aspirante diplomato o laureato possa raggiungere il suo obiettivo. Vediamo allora come condividere il proprio sapere nel migliore dei modi, dando efficacemente delle ripetizioni scolastiche.

25

Il primo passaggio necessario è trovare degli studenti interessati a ricevere ripetizioni. Individua il tipo di studente adatto a te: ti troverai meglio con un bambino delle elementari, magari con qualche difficoltà, o con un ragazzino distratto delle medie? O ancora, le tue conoscenze ti permettono di aiutare ragazzi più grandi, delle superiori o addirittura dell'università? Una volta deciso a chi puoi essere particolarmente utile, spargi la voce tra tutti i tuoi conoscenti e prepara dei volantini da affiggere fuori dalle scuole o delle aule universitarie di pertinenza.

35

La prima impressione è molto importante: devi dare ai genitori dei ragazzi che aiuterai l'idea di essere una persona affidabile e preparata. Non dire mai che qualcosa non è nelle tue competenze, a meno che non ti chiedano di insegnare materie specifiche che non hai mai approcciato, soprattutto se devi insegnare a ragazzini delle scuole medie o dei primi anni delle superiori. Se anche al liceo non eri un campione di matematica, sarai ormai in grado di andare a rivedere su un libro ciò che allora ti creava delle difficoltà.

Continua la lettura
45

Consiglio di utilizzare la prima lezione per conoscersi un po', sia per te che per lo studente. Cerca di capire quali sono i suoi gusti e su cosa potete andare d'accordo. Lascia lo spazio per un po' di chiacchiere a fine lezione o nel passaggio tra una materia e l'altra. In questo modo, le ore saranno meno noiose, sia per te, che per lui. Dovrà essere invogliato a vederti, anche se non ti trovi certo lì per qualcosa che a lui piace fare.

55

Ultimo aspetto, ma non meno importante, è il compenso. Deve essere competitivo, ma comunque adeguato al servizio che offri.Consiglio di mantenerlo costante per qualunque fascia di età e di informarsi prima su quanto mediamente gli altri professori della zona richiedono. Ovviamente, più i tuoi titoli saranno adeguati, più potrai chiedere una somma maggiore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come dare la nomenclatura Iupac ai composti ossidi

Durante i cinque anni di liceo tutti gli alunni, specialmente coloro che frequentano il liceo scientifico, devono affrontare il tanto temuto capitolo della Nomenclatura, cioè del dare i nomi specifici ad ogni elemento e composto chimico. Esistono diversi...
Università e Master

Come dare la Nomenclatura Tradizionale Agli Ossidi

Nella seguente semplice e rapida guida che vi andrò ad enunciare immediatamente nei passaggi successivi, vi spiegherò molto brevemente, ma comunque dettagliatamente, come bisogna dare oppure applicare la nomenclatura tradizionale agli ossidi. Specificatamente,...
Università e Master

Come dare il nome ai derivati polisostituiti del benzene

La chimica rappresenta una delle materie più ostiche da affrontare per uno studente: a prescindere dal percorso e dal grado di studi, questa materia richiede un'attenzione ed un approccio particolare. Ciò diventa più chiaro soprattutto quando lo studio...
Università e Master

Come dare il nome agli alogenuri alchilici

Tra tutte le materie scolastiche la chimica è una di quelle che ad alcuni studenti incute timore: impararla dalle basi non è mai stato semplice per nessun allievo. Alcuni argomenti della suddetta materia infatti possono sembrare particolarmente ostili...
Università e Master

Come affrontare lo studio di un esame

Quando si deve affrontare un esame, che sia universitario o per qualsiasi altro scopo, occorre comprendere il modo migliore che ci permetta di memorizzare concetti e nozioni, evitando di sprecare il nostro tempo con letture superficiali che non ci consentiranno...
Università e Master

Come superare l'esame di otorinolaringoiatria

Conseguire una laurea in medicina è sicuramente una delle mete più difficili da portare a termine per uno studente universitario. Secondo le statistiche, fra su tutti gli iscritti alla facoltà di medicina e chirurgia, soltanto poco più della metà...
Università e Master

Come trovare il giusto metodo di studio

All'interno della presente guida, andremo a occuparci di studio. Lo faremo, come abbiamo già indicato chiaramente nel titolo che accompagna la guida stessa, per addentrarci su una tematica che ritengo essere d'importanza fondamentale: il metodo di studio....
Università e Master

10 consigli per affrontare uno stage

Quando si terminano gli studi, l'approccio iniziale al mondo del lavoro avviene spesso tramite uno stage. Precisamente si tratta di un periodo di formazione o apprendistato successivo agli studi o che precede l'assunzione. Lo stage è possibile eseguirlo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.