Come creare una custodia per i libri fotocopiati

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Avete presente tutte quelle fotocopie che intasano la vostra scrivania, stipate dentro cartellette voluminose con o senza anelli e super raccoglitori fuori misura che scoppiano sopra gli scaffali? Spesso, quando si hanno dei libri fotocopiati, si rischia di rovinarli in borsa o nel continuo tragitto tra casa e università. Per prevenire il fatto che si sciupino oppure che si ammacchino, basta costruire delle semplici custodie per i libri fotocopiati. Vi insegnerò a fare una custodia per tenere le vostre fotocopie rilegandole a formare un libro.

26

Occorrente

  • Cartoncino colorato
  • Forbici
  • Nastro adesivo
  • colla pritt
36

Se avete un po’ di tempo, un po’ di pazienza e un briciolo di manualità, potrete ovviare, almeno in parte, a questo problema, trasformando delle brutte fotocopie in dignitosi libri rilegati. Ecco i passaggi da seguire. È un lavoro più facile di quel che sembra e si velocizza man mano che si impara. Prendete ogni singola fotocopia e piegatela al contrario, la parte bianca deve restare esterna e quella scritta interna. Fate in modo che la piega sia netta, aiutandovi con un tagliacarte o con un oggetto simile che possa appiattire bene lo spessore che si crea. Attenzione a disporre tutte le fotocopie una sopra l’altra, in ordine di pagina.

46

È arrivato il momento della colla. La migliore è la Pritt, che attacca bene e non bagna la carta. Passare la colla sul lato piegato di ogni fotocopia, in lungo. Attenzione: basta un solo lato e non bisogna incollare tutta la superficie. La fotocopia piegata su cui avete appena passato la colla va perfettamente sovrapposta e incollata a quella successiva. Man mano che incollate, il vostro libro prende forma nella sua parte interna. Quando avete finito, per far sì che la colla aderisca bene alla carta e faccia il suo dovere il più a lungo possibile, potete usare delle pinze per tenere unite tutte le pagine incollate. Queste pinze, di diverse dimensioni, si trovano in cartoleria. Analoga funzione potrebbero avere delle mollette da bucato, ma la loro presa sarebbe troppo blanda e non reggerebbero lo spessore del volume.

Continua la lettura
56

A questo punto bisogna pensare alla copertina, prendete un foglio in A4 di cartoncino un po' rigido, e sagomatelo attorno del libro che avete appena realizzato incollando le fotocopie piegate. Due sono le pieghe che dovete dare al cartoncino, ovvero quelle che aderiscono alla costa (il bordo) del volume. Una volta data la forma al cartoncino che fungerà da copertina, prendete due fogli in A4 bianchi: servono a unire la copertina all'interno del libro. Sistemate accuratamente la copertina intorno al libro, poi apritene una parte e incollate il foglio bianco, disposto orizzontalmente, in parte al cartoncino, in parte al libro. Poi fate lo stesso con l’altro lato. Questa volta incollate tutta la superficie dei fogli bianchi per farla aderire perfettamente sia al libro, che alla copertina. La costa della copertina non va incollata, ma rimane staccata dal libro. Ora potete divertirvi a decorare la copertina, che sarà bianca o del colore del cartoncino che avete utilizzato. Potete servirvi anche dello scotch telato colorato per rifinire gli angoli o utilizzare della carta decorata o entrambe le cose.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fate attenzione ai particolari.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come organizzare l'ambiente ideale per lo studio

Organizzare l`ambiente in cui si studia è molto importante, se non indispensabile, per riuscire a concentrarsi nella maniera ottimale. Studiare in ambienti rumorosi, caotici, affollati, così come con la televisione accesa, abbassa notevolmente la qualità...
Università e Master

Come prepararsi per il test di chimica

Per l’accesso ad una facoltà a numero chiuso, come quella di chimica o medicina, è necessario il superamento di un test di ammissione spesso complicato e difficile da affrontare. Prepararsi quindi è un punto fondamentale e cruccio di molti studenti...
Università e Master

Come scrivere l'elenco fonti in una tesi

Tutti gli studenti universitari si trovano prima o poi alle prese con la stesura di una tesi. E non solo loro. Capita agli studenti del liceo, agli studiosi, ai letterati, ai professori. Una tesi ha una struttura molto simile a quella di un libro di testo....
Università e Master

Come prepararsi al test di ammissione di Ingegneria

La Facoltà di ingegneria è un ateneo abbastanza richiesto dai giovani studenti che vogliono intraprendere una carriera universitaria per introdursi nel mondo del lavoro. Questo motivo è dovuto al fatto che la laurea in Ingegneria apre la strada agli...
Università e Master

Come prepararsi a un concorso pubblico

Molto spesso i concorsi pubblici prevedono diversi tipi di prove utili per valutare la preparazione del candidato e la sua familiarità con le materie attinenti al tipo di qualifica richiesta. Test attitudinali, prove scritte ed orali sono gli ostacoli...
Università e Master

Come preparare un esame di letteratura

Sarà capitato innumerevoli volte a studenti liceali o universitari di dover preparare un'interrogazione o un esame di letteratura italiana o straniera. È importante non lasciarsi pervadere dal panico e abbandonarsi allo sconforto dinanzi a pile di libri...
Università e Master

Come fare le citazioni bibliografiche per la tesi

Le citazioni bibliografiche sono una delle componenti fondamentali di qualsiasi studio e articolo di ricerca e rappresentano una delle prime cose che bisogna imparare ad eseguire quando ci si iscrive all'università. Esse permettono di chiarificare le...
Università e Master

Come preparare un esame universitario da non frequentante

L'università si differenzia dalla scuole superiori per il fatto che gli aspiranti laureati non sono obbligati a seguire le lezioni giorno per giorno, bensì è possibile studiare anche tranquillamente a casa per poi presentarsi in sede universitaria...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.