Come creare un buon clima in classe

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Se sei un'insegnante oppure sei al tuo primo incarico di ruolo e hai timore di non riuscire a tenere a bada i tuoi alunni pur volendo mantenere un buon clima in classe ti indicherò alcuni accorgimenti per riuscire nell'intento. Se leggerai questa guida ti spiegherò in modo semplice e chiaro come creare un buon clima in classe fornendoti alcuni semplici ma utili consigli, che ti permetteranno di avere il pieno controllo della situazione creando un clima ottimale in cui lavorare nel migliori dei modi.

24

L'impegno

Tieni a mente che che ogni ragazzo ha le sue capacità ed il suo carattere e queste caratteristiche non è possibile cambiarle ma solo modificarle in maniera positiva. La cosa fondamentale anche se complessa, sarà quella di calarsi nei panni del giovane lavorando sui suoi limiti. Una volta fatto e notato il suo miglioramento o comunque il suo impegno sarà giusto complimentarsi con lui indipendentemente dal risultato del compito. Ricorda che uno stimolo positivo sarà una carica non indifferente che lo aiuterà emotivamente e lo spingerà a non mollare mai e ad impegnarsi sempre di più per ottenere i risultati sperati.

34

L'edificio scolastico

Mantenere la tranquillità all'interno dell'edificio scolastico è il senso d'appartenenza; per cui dovrai insegnare agli studenti che fanno parte di un gruppo e che non devono isolarsi. Spiegare e dare valore a questo concetto non farà altro che unire i ragazzi tra di loro. La coesione e l'aiuto reciproco migliorerà oltre che le relazione interpersonale tra coetanei, anche le capacità d'apprendimento in quanto si faranno forza a vicenda.

Continua la lettura
44

La famiglia

Dopo un po' di tempo ti consiglio di proporre ai ragazzi un questionario mirato ovviamente anonimo, che ti permetterà di valutare il rendimento della classe e di agire di conseguenza. Non sottovalutare mai il loro stato d'animo, apporta al momento giusto dei cambiamenti mirati; questo non farà altro che mantenere l'equilibrio e la positività collettiva. Cerca sempre di percepire se i tuoi alunni vivono situazioni di difficoltà o di disagio a casa oppure a scuola; cerca di chiedere loro il motivo con estrema delicatezza e, se necessario, interpella la famiglia affinché possiate, assieme, dare aiuto all'alunno conferendogli sicurezza e collaborazione. La famiglia riveste un ruolo molto importante ma, non per questo, il ruolo dell'insegnante è da sottovalutare in quanto l'alunno passa molte ore a scuola. Cercare di collaborare e di aiutarsi a vicenda renderà il clima in classe molto più tranquillo e permetterà di affrontare tutti gli argomenti previsti dal programma.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

5 regole da rispettare in classe

Se siete alle prime armi con l'insegnamento e non sapete bene come gestire una classe di alunni scatenati, mantenete la calma e fate attenzione a non lasciarli troppo liberi di fare.Le regole in una classe, sono importanti per mantenere una certa calma...
Elementari e Medie

Come rinunciare all'insegnante di sostegno

Ormai da molti anni per gli studenti con problemi di qualsiasi genere è possibile usufruire dell'insegnante di sostegno. Infatti agli studenti che presentano handicap di qualsiasi genere o problemi di apprendimento gli viene messo a disposizione un professore...
Elementari e Medie

Come Ottenere L'insegnante Di Sostegno

In ambito scolastico, un bambino disabile, ha il bisogno di avere una figura di riferimento che possa andare verso le sue necessità specifiche, e che lo possa costantemente accompagnare, nel suo percorso di apprendimento, con delle personalizzate metodologie....
Superiori

Come attirare l'attenzione degli studenti

Avvolte può capitare che un insegnante, pur essendo molto preparato e con un bagaglio di studio, conoscenze e competenze di grande rilievo, non riesce a trasmettere e a comunicare allo studente. Il problema quindi non è la preparazione del professore,...
Elementari e Medie

Come gestire una classe indisciplinata

Diventare insegnanti è prima che un lavoro, un sogno e/o una passione da realizzare con impegno e sacrificio. Essere responsabili di classi, a volte con più di 20 alunni, è cosa assai complicata. Le difficoltà si possono incontrare sia che si...
Elementari e Medie

10 consigli utili per gestire una classe

Fare l'insegnante non è assolutamente facile per chi si trova alle prime armi con questa esperienza. Insegnare in una classe certe volte può essere davvero difficoltoso, soprattutto quando la classe è davvero composta da alunni ingestibili. Eccovi...
Superiori

5 idee per mantenere viva l'attenzione in classe

Il mestiere dell'insegnante non è mai stato facile: seguire il programma, organizzare le lezioni, capire le difficoltà individuali degli alunni e dare loro il giusto sostegno. Talvolta in questo mestiere è possibile anche dover affrontare i cali di...
Elementari e Medie

Come accogliere un alunno straniero

Le statistiche ci dicono chiaramente che numero degli stranieri presenti in Italia aumenta anno dopo anno. Il flusso migratorio verso il nostro paese, che sembrava avere raggiunto l’apice negli scorsi anni, non accenna a diminuire. Negli ultimi tempi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.