Come Costruire Un Pluviometro Con I Bambini

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Il pluviometro è uno strumento che serve per misurare la quantità di pioggia caduta nell'arco di 24 ore. È uno dei tanti strumenti utilizzati nell'ambito meteorologico e la sua invenzione risale al 1600 ad opera di Robert Hooke. Esistono molti tipi di pluviometro in relazione alla dimensione e alla precisione. Quelli più semplici sono dotati di un recipiente graduato che misura appunto la quantità della pioggia in millimetri. Altri pluviometri invece sono più precisi e misurano addirittura la grandezza di una goccia di pioggia. L'estrema semplicità di questo strumento permette di costruirlo anche a casa con un semplici oggetti d'uso comune. In questa guida vedremo come costruire un pluviometro con i bambini per passare con loro dei momenti felici e allo stesso tempo istruttivi.

25

Occorrente

  • 1 bottiglia di plastica da l. 2
  • righello di circa 20 cm
  • imbuto dello stesso diametro della bottiglia
  • pennarelli indelebili
  • fogli A3
  • pennarelli
  • scotch
  • colla
  • forbici
35

Esistono diverse tecniche per realizzare un pluviometro utilizzando ad esempio un barattolo di vetro e un imbuto, oppure con una semplicissima bottiglia di plastica.
Procedi come segue:
Scegli una bottiglia di plastica da 2 litri, che abbia però lo stesso diametro su tutta l'altezza e tagliala orizzontalmente, oltre la metà a circa 18 cm dal basso. Con lo scotch fissa l'imbuto nella parte tagliata della bottiglia, oppure utilizza a rovescio l'altra metà della bottiglia tagliata, posizionandola capovolta, senza tappo e inserendola all'interno nella parte inferiore già tagliata.

45

Togli l'etichetta e disegna, lateralmente sulla bottiglia e con il pennarello indelebile, una scala graduale e scrivi i numeri da 1 a 16, a partire dal 1° segno in basso, fino all'ultimo in alto. Se vuoi rendere più semplice la lettura della misurazione, fissa con lo scotch il righello accanto alla scala graduale disegnata facendolo coincidere esattamente.

Il pluviometro è pronto. Non sono necessarie davvero altre operazioni.

Continua la lettura
55

L'ultima essenziale azione è quella di trovare un posto adatto in giardino, insieme al tuo bambino. Devi sistemarlo a terra, in una parte piana che non presenta dislivelli e facendo molta attenzione a metterlo lontano da alberi e muretti.
Adesso non resta che aspettare dei giorni di pioggia, in cui si potrà finalmente controllare la quantità di pioggia giornaliera e se vuoi puoi registrarla con il tuo bambino su di un calendario. Oltre ad assere un attività divertente e giocosa aiuterai il tuo bambino a percepire e riconoscere cambiamenti atmosferici sviluppando curiosità nei confronti dell'ambiente naturale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come costruire una scatola per imbucare

I giochi sono per i bambini degli strumenti che consentono di sviluppare le capacità logiche ed intellettuali semplicemente divertendosi. È necessario che, per sviluppare la loro creatività, anche i genitori sappiano essere altrettanto estrosi nel...
Elementari e Medie

Come insegnare inglese ai bambini

Al giorno d'oggi imparare almeno una lingua straniera è diventato praticamente un obbligo; infatti, è ormai noto che la lingua ufficiale del mondo sia diventata a tutti gli effetti l'inglese, per cui conoscerla significa avere tantissime opportunità...
Elementari e Medie

5 tecniche di disegno per bambini facili da apprendere

I bambini, fin dalla più tenera età, dispongono di moltissima creatività, e hanno perciò bisogno di occasioni in cui poterla esercitare. I bambini sono estremamente attratti dall'arte e dal disegno, che rappresenta un mondo in cui possono creare...
Elementari e Medie

Come aiutare i bambini a scrivere un tema

I bambini hanno appena iniziato la scuola e devono ancora riprendere i giusti ritmi. Tra un po' inizieranno a fare i soliti compiti ed esercizi. Alcune cose riusciranno a farle con facilità, altre un po' meno. Tra le cose più difficili per i bambini...
Elementari e Medie

Come costruire una girandola a 6 punte triangolari

I bambini sanno sempre come divertirsi, anche con le cose più semplici, ad esempio le girandole. Il vortice di colori che le girandole emanano rappresentano davvero un divertimento unico e diverso dal solito. La girandola, oggetto adoratissimo dai bambini...
Elementari e Medie

Come aiutare i bambini a studiare storia

Aiutare i bambini a studiare ed a svolgere i compiti per la scuola non è sempre necessario: alcuni bambini riescono, fin dai primi anni della scuola elementare, a sviluppare un proprio, semplice metodo di studio, con il supporto e le direttive dell'insegnante....
Elementari e Medie

Come insegnare la grammatica italiana ai bambini

Una delle materie più difficili e noiose per ogni bambino è certamente la grammatica. Impararla richiede molto tempo e molta pazienza, e bisogna essere particolarmente bravi ad insegnarla, altrimenti i bambini crescendo potrebbero avere difficoltà...
Elementari e Medie

Come insegnare una lingua straniera ai bambini

Imparare una lingua straniera è utile sia agli adulti che ai bambini. Nei bambini è maggiormente utile non solo per il fine pratico, ma anche perché, imparare una lingua straniera, aiuta la concentrazione e permette un'apertura culturale verso gli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.