Come costruire un periodo ipotetico in inglese

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Il periodo ipotetico ha una struttura piuttosto difficile in italiano come in qualsiasi altro idioma. L'inglese non fa eccezione. La lingua anglosassone conta ben 4 periodi ipotetici, a seconda dei tempi e dell'azione. Per semplificare il concetto, ecco come costruire un periodo ipotetico inglese, in modo semplice ed intuitivo.

28

Occorrente

  • Un testo di grammatica inglese
38

Periodo ipotetico di tipo 0

L'inglese, possiede strutture grammaticali molto semplici. Tuttavia, la costruzione del periodo ipotetico è forse un po' più complessa. Nel tipo 0, i verbi della principale e della subordinata sono entrambi al presente per indicare una reale possibilità. In pratica, le azioni esprimono una sicurezza. Per comprendere meglio il concetto, facciamo qualche esempio. "Se mi sveglio tardi, perdo il treno". Il periodo ipotetico inglese inizierà quindi con IF, seguito dai verbi al presente. Pertanto, la frase in esame si tradurrà in IF I WAKE UP LATER, I LOSE THE TRAIN.

48

Periodo ipotetico di tipo 1

Il periodo ipotetico di tipo 1 prevede una costruzione sintattica differente. La frase principale inizia sempre con IF ed il verbo al presente. Nella subordinata invece il verbo sarà al futuro, per indicare una possibilità, anche reale. Facciamo qualche esempio: "Se gioco al lotto, vincerò". Oppure "Se gioco a calcio, segnerò". Sono entrambe due possibilità reali, evidenziate dal futuro nella seconda frase. Pertanto, compiendo l'azione nella principale, si realizzerà quella della secondaria. In inglese tradurremo "IF I PLAY AT BINGO, I WILL WIN". "IF I PLAY FOOTBALL, I WILL SCORE".
.

Continua la lettura
58

Periodo ipotetico di tipo 2

Il periodo ipotetico di tipo 2, in inglese, evidenzia invece una possibilità reale ma improbabile. Anche in questo caso, la frase si costruirà con IF ma il verbo sarà al passato, ovvero al simple past. La secondaria al condizionale verrà introdotta da would. Pertanto, "Se vincessi alla lotteria, comprerei una nuova casa", si tradurrà in IF I WON THE LOTTERY, I WOULD BUY A NEW HOUSE. Si tratta di azioni possibili, ma molto improbabili.

68

Periodo ipotetico di tipo 3

L'ultimo periodo ipotetico, di tipo 3, indica l'impossibilità. Si costruisce con il past perfect nella principale ed il perfect conditional nella secondaria. In questo periodo l'ipotesi viene meno. L'azione risulta impossibile per la sconfessione della principale. Pertanto, esaminiamo "Se avessi giocato a calcio avrei segnato". Si tradurrà in IF I HAD PLAYED FOOTBALL, I WOULD HAVE SCORED. Le azioni sono impossibili perché già finite. Chiaramente, questi sono solo esempi per una comprensione rapida. Il periodo ipotetico richiede molto esercizio ed ottime basi grammaticali italiane.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La costruzione del periodo ipotetico richiede parecchio esercizio ed una buona conoscenza della grammatica italiana, per una traduzione corretta ed efficace.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Come Utilizzare Il Periodo Ipotetico Di 3° Tipo In Inglese

Nella lingua inglese il periodo ipotetico (conditional sentences) si forma con una proposizione principale, a cui segue una subordinata. Con il periodo ipotetico si possono esprimere differenti tipologie d'ipotesi o eventualità. Il periodo ipotetico...
Lingue

Inglese: il periodo ipotetico

Il periodo ipotetico rappresenta quella struttura sintattica che indica, appunto, un'ipotesi oppure una congettura, nonché la conseguenza che essa comporta. In buona sostanza esso è formato da una proposizione principale, detta anche reggente, e da...
Lingue

Come fare Il Periodo Ipotetico In Spagnolo

Finalmente abbiamo trovato il tempo di studiare le lingue! Che stiamo andando a scuola, oppure stiamo studiando da autodidatti con i libri o internet, o qualsiasi altro metodo di studio, questa guida vi insegnerà come fare il periodo ipotetico in spagnolo....
Lingue

Come formare il periodo ipotetico in francese

Di questi tempi parlare due o più lingue è diventato di fondamentale importanza, soprattutto per le relazioni di lavoro e per chi vive e lavora all'estero. Non è infrequente infatti, soprattutto per le persone abituate a viaggiare molto, parlare più...
Lingue

L’inglese britannico e l’inglese americano

L'inglese e l'americano sono due accezioni come sinonimi, inerenti a un codice linguistico univoco, con regole uguali sia a livello di pronuncia che a livello morfo-sintattico. In realtà sussistono numerose differenze tra l’inglese che viene parlato...
Lingue

I 10 errori più comuni che gli italiani commettono in inglese

L'inglese è una lingua ricca di storia e di facile apprendimento. La sua grammatica presenta certo delle particolarità, ma in misura minore rispetto alla lingua italiana. Questa semplicità, se da un lato è apprezzata dagli studenti, a volte può trarli...
Lingue

5 errori che commettiamo quando impariamo l'inglese

Al giorno d'oggi è molto importante conoscere almeno una lingua straniera oltre l'italiano, in particolar modo l'inglese, che è la lingua maggiormente usata a livello internazionale e più diffusa anche nel web. L'ideale sarebbe apprendere la lingua...
Lingue

Breve storia della lingua inglese

La lingua inglese come la conosciamo adesso, ha centinaia di anni di storia sulle proprie spalle. Prima di tutto perché è il risultato delle più diverse occupazioni nel corso dei secoli. L'inglese è appartenente al gruppo linguistico indoeuropeo,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.