Come costruire un grafico

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
18

Introduzione

Costruire un grafico può essere abbastanza utile per presentare i dati di una determinata ricerca e per effettuare un confronto fra quest'ultima ed una eseguita precedentemente; nella seguente semplice e rapida guida che enuncerò nei passaggi successivi, vi aiuterò a realizzarlo partendo dalle informazioni di cui disponete: vedrete che con un po' di pratica diventerà una cosa molto intuitiva!!! Diamo inizio a questa guida su come costruire un grafico.

28

Occorrente

  • Un foglio a quadretti o carta millimetrata
  • Una matita
  • Una gomma
  • Un righello o una squadra
38

Innanzitutto, stabilite quale tipologia di grafico dovete costruire e questo dipende dal tipo di frequenza e di variabile che intendete rappresentare; precisamente, se quest'ultima è: qualitativa, bisognerà realizzare un grafico a barre; quantitativa, potete impiegare l'istogramma oppure il poligono di frequenza (preferibile se essa è continua).

48

Adesso, tracciate l'asse delle ordinate (X), tramite una linea orizzontale, e dei brevi segmenti verticali ugualmente distanziati, corrispondentemente a ciascuna categoria o ad ogni importo della variabile; dopodichè, riportate le relative etichette, ovvero le categorie di quest'ultima o i suoi valori, ed attribuite l'appropriato nome ad X.

Continua la lettura
58

Successivamente, disegnate l'asse delle ascisse (Y), tramite una linea verticale all'estrema sinistra della X, e dei brevi segmenti orizzontali ugualmente distanziati, in corrispondenza delle frequenze; dopodichè, riportate le relative targhette (come i valori 2, 5, 10 e multipli) ed etichettate Y con il tipo di frequenza utilizzata (specificate se essa è semplice, percentuale o di altra tipologia).

68

Se state costruendo un grafico a barre, dovete tracciare dei rettangoli (colorabili e tra cui occorrerà lasciare uno spazio, affinché si possano distinguere bene i dati rappresentate), che avranno un'altezza uguale alla frequenza ed una larghezza standard per tutte le categorie della variabile. Dopo questo quarto passo, procedete con il prossimo.

78

Se state facendo un istogramma, dovete disegnare dei rettangoli (che vanno delineati uno di seguito all'altro e possono essere anche colorati), che avranno un'altezza pari alla frequenza ed una larghezza standard uguale per tutti i valori della variabile.

88

Se state realizzando un poligono di frequenza, dovete: tracciare dei punti all'intersezione tra il valore della variabile e la frequenza corrispondente, e unirli attraverso delle linee: se quest'ultima è cumulata, per ottenere un'ogiva, delineerete una curva che parte dall'angolo in basso a sinistra del disegno e si muove verso quello opposto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come costruire il diagramma di Gantt

Forse non tutti conoscerete una funzione che si chiama "diagramma di Gantt": il diagramma di Gantt è un tipo di strumento di supporto per il management di un progetto, che prende il suo nome a memoria dell'ingegnere americano H. L. Gannt, vissuto a cavallo...
Università e Master

Teorema del grafico chiuso: dimostrazione

Riuscire ad imparare la dimostrazione il teorema del grafico chiuso non è una cosa semplice da riuscire a fare, ma tuttavia cercheremo oggi di aiutarvi in tutto ciò in modo propedeutico e forse ciò che faremo vi potrà inizialmente sembrare strano,...
Superiori

Come rappresentare un grafico di una funzione matematica

In questa guida andrete a scoprire come rappresentare un grafico di una funzione matematica. Ebbene sì, le funzioni nascondono degli indizi, in particolare delle linee su un grafico. Si potrebbe trattare ad esempio della frequenza del vostro battito...
Superiori

Come disegnare il reciproco di una funzione

Prima di illustrare il metodo per disegnare il reciproco di una funzione, è bene spiegare che quest'ultima non deve essere confusa con una funzione inversa. Infatti possiamo anche dire che si definisce reciproco di f (x), una funzione che se è moltiplicata...
Superiori

Come disegnare il grafico di una funzione trigonometrica

La Trigonometria è una branca della disciplina della matematica. Tramite la Trigonometria, si possono calcolare le misure sia degli angoli che dei lati di un triangolo. Il tutto è possibile con la conoscenza dei valori di almeno tre di questi dati....
Superiori

Trigonometria: grafici delle principali funzioni

In un primo momento, durante lo studio della trigonometria i rapporti trigonometrici riguardano solo i triangoli rettangoli. Poi si imparano a trovare i rapporti tra qualsiasi angolo, con tutti e quatto i quadranti. Successivamente si parla di cerchio...
Superiori

Come fare il grafico probabile di una funzione

La guida che vi andremo a proporre andrà a occuparsi di grafici e funzioni. Come potrete comprendere facilmente tramite la lettura del titolo stesso che accompagna questa piccola guida, ora vi spiegheremo, passo dopo passo, come fare il grafico probabile...
Superiori

Come disegnare il grafico della somma di funzioni

Quello che vogliamo spiegare in questo articolo è come calcolare e disegnare la somma di due funzioni, sia dal punto di vista grafico, che da quello algebrico.Tenendo presente che una qualsiasi funzione stabilisce un legame tra la variabile dipendente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.