Come costruire un angolo congruente ad un altro

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Un angolo, nell'ambito della materia della matematica, è una parte di spazio esistente tra due semirette. Le quali possiedono lo stesso vertice ed hanno quindi la medesima origine. Per angolo "congruente" ad un altro s'intende l'identica ampiezza di entrambi. Pertanto ambedue sono sovrapponibili in modo perfetto. Qui di seguito si troveranno le indicazioni atte a costruire un angolo congruente ad un altro. Ciò nei vari casi di angolo retto, giro, ottuso o acuto. Per costruire un angolo congruente ad un altro, occorrono alcuni strumenti. Servono pertanto una matita, un foglio, una gomma, una riga e un compasso. La branca della geometria, in matematica, si occupa dello studio di questo tipo di figure. Nonostante possa sembrare ostica, con un po' di applicazione risulta piacevole ed interessante. Ecco dunque, in pochi passi, come costruire un angolo congruente ad un altro.

28

Occorrente

  • Foglio bianco, matita, righello, gomma e compasso.
38

Disegnare un angolo

All'inizio, su un foglio, disegnare un angolo qualsiasi. Denominare anche il vertice (il punto di incontro di due semirette A e B) con la lettera O. Si formerà un chiamato AOB. Munirsi poi del compasso e posizionarlo sul vertice. Dopo tracciare una circonferenza di qualsiasi dimensione. La circonferenza andrà ad intersecare entrambe le semirette in due punti F e G.

48

Tracciare una semiretta

Adesso, per costruire un angolo congruente ad un altro, seguire l'esempio qui appresso riportato. Con un righello, disegnare la semiretta C____________________________________D. Con la lettera C si indica il vertice dell'angolo congruente che si sta per costruire. Successivamente tracciare anche stavolta una circonferenza, partendo dal vertice C. E che abbia la stessa grandezza dell'angolo sopra indicato. La circonferenza ottenuta attraversa la semiretta D in un punto che si chiamerà H.

Continua la lettura
58

Delineare una circonferenza

Adesso, sempre con l'uso del compasso, posizionarsi nel punto G. Poi disegnare una circonferenza con raggio FG. Il tutto nell'angolo iniziale AOB. Regolandosi con l'ampiezza del raggio FG, tracciare un'altra circonferenza nel punto H. Cioè, esattamente nel punto collocato sulla semiretta D. Ecco l'esempio riportato qui di seguito: (C___________________________________D).

68

Formare un angolo congruente ad un altro

Infine, per costruire un angolo congruente ad un altro, disegnare una semiretta con partenza dal vertice C. Ciò passando sul punto di incontro I tra le due circonferenze. Questa semiretta si denominerà come E. Si formerà così un angolo, di nome DCE, perfettamente congruente all'angolo AOB iniziale. Basteranno questi quattro semplici passi per costruire un angolo sia piatto che retto, giro, ottuso o acuto congruente ad un altro angolo. Si possono variare a piacimento le lettere usate per il nome del vertice, degli angoli e delle intersezioni. Ciascuno potrà naturalmente utilizzare quelle più gradite.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Esercitarsi con il compasso per ottenere una buona manualità nel disegno di figure geometriche.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come dimostrare che un triangolo è isoscele

Il triangolo Isoscele è una figura geometrica piana avente due lati uguali e una base più piccola rispetto ad ogni singolo lato. Di conseguenza, anche i due angoli della base saranno identici rispetto all'angolo formato tra i due lati, che invece sarà...
Superiori

Ampiezze di angoli particolari

Si definisce angolo lo spazio compreso tra un vertice e due lati. Pertanto l'angolo non è altro che la parte di piano, illimitata, compresa fra due semirette aventi la stessa origine. Le due semirette sono definite lati dell'angolo e la loro origine...
Elementari e Medie

Come dimostrare il primo teorema di Euclide

In geometria, uno degli argomenti più importanti è il primo teorema di Euclide. Esso può servire per svolgere numerosi problemi ed esercizi, nelle scuole elementari, medie e superiori. Indipendentemente dalla definizione, come dimostrare il primo teorema...
Superiori

I solidi di rotazione

Nella geometria euclidea o classica, che è quella che si studia comunemente a scuola, i solidi di rotazione rivestono un ruolo estremamente importante. I solidi di rotazione sono quelli che vengono generati dalla rotazione di una figura geometrica piana...
Elementari e Medie

Appunti: angoli e loro misure

La guida che andremo a sviluppare dal prossimo passo andrà a concentrarsi sulla geometria. Infatti, proveremo a buttar giù degli Appunti base che si occuperanno di chiarire la tematica relativa agli angoli e le loro misure. Chi ha scelto un indirizzo...
Elementari e Medie

Come calcolare le basi di un trapezio rettangolo

La geometria è quella parte della scienza matematica che si occupa delle forme nel piano e nello spazio e delle loro mutue relazioni. In geometria un trapezio è un quadrilatero con due lati paralleli. La geometria piana si occupa delle figure geometriche...
Elementari e Medie

Come dimostrare il teorema di Pitagora

Quando si studia a scuola ci si può trovare in difficoltà. Alcune materie infatti possono presentare delle problematiche veramente insormontabili se non viene adottato il giusto metodo di studio. Ad ogni modo in questa guida approfondiremo un argomento...
Università e Master

Teorema di Eulero: dimostrazione

Il Teorema di Eulero (chiamato anche Teorema di Fermat-Eulero) dimostra che se è un intero positivo e un coprimo (interi che non hanno nessun divisore a eccezione di 1 e -1, se il loro massimo comune divisore è 1) rispetto a. In questo modo φ() ≡...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.