Come costruire le proposizoni comparative in Latino

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Il latino è una lingua molto antica che ha conosciuto il massimo splendore con l'espansione di Roma. Esso si diffuse in gran parte dell'Europa e dell'Africa settentrionale. Le parole di origine latina si ritrovano in molte lingue moderne, come il romeno, lo spagnolo e il dialetto sardo.
Oltretutto, la lingua latina si parlava in ambiente ecclesiastico ed era il linguaggio ufficiale fino al Concilio Vaticano II.
La grammatica latina è l'incubo di molti studenti del liceo classico e linguistico per la complessità delle sue regole. In questa piccola guida vedremo nel dettaglio come costruire le proposizoni comparative in latino in modo semplice e chiaro.

28

Occorrente

  • Libro di grammatica latina
  • Conoscenze base di analisi del periodo in latino e italiano
38

Quando si parla di proposizione comparativa, si fa riferimento ad una subordinata che introduce un confronto con il contenuto di una frase principale. Nello specifico, avremo una comparazione tra la proposizione reggente (che costituisce il primo termine di paragone) e la comparativa (la quale costituisce il secondo termine).
Le proposizioni comparative si distinguono in due principali categorie, ovvero comparative reali (di maggioranza, uguaglianza e minoranza) e comparative ipotetiche. Analizziamole singolarmente, facendo qualche pratico esempio.

48

La comparativa reale di uguaglianza presenta il verbo all'indicativo. Essa viene introdotta da congiunzioni, avverbi, aggettivi correlati agli avverbi e aggettivi della reggente (sic... Ut; ita.. Ut = così come).
Per esempio, nella frase "Ut bona natura appetimus, sic a malis natura declinamus", che tradurremo con "Come per natura ricerchiamo la felicità, così per natura evitiamo le sofferenze", avremo una comparativa reale di uguaglianza.
Laddove vi sia o "ac" e "atque" in correlazione con aggettivi e avverbi, otterremo delle comparative di identità o differenza. Ad esempio l'espressione "Idem + pronome relativo" si tradurrà con "il medesimo che". Nel caso di "similis a", avremo "simile a" in italiano.

Continua la lettura
58

La comparativa di maggioranza e minoranza si trovano a dipendere da espressioni e verbi che implicano un'idea di confronto.
Le espressioni rispettivamente per la comparativa di maggioranza e minoranza sono: "magis quam" e "minus quam". Esse presentano il verbo nel modo e tempo del primo termine di paragone.
Ad esempio, nella frase "Ista res maior est quam ut credi possit", che traduciamo con "Questa faccenda è troppo grande per poter essere creduta", troviamo "maior", ossia un comparativo di maggioranza di "magnus".

68

Le proposizioni comparative ipotetiche si possono ottenere stabilendo un paragone con la reggente sotto forma di ipotesi (cioè un fatto che non si avvera).
Questa categoria di subordinate si forma in due modi:
- con le congiunzioni accompagnate da si (ut si, tamquam si, ecc) e il congiuntivo imperfetto o piuccheperfetto;
- con le ocngiunzioni senza si (tamquam, quasi) e il congiuntivo (consecutio temporum).

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se incontrate difficoltà con le comparative latine, date un'occhiata alla grammatica italiana.
  • Per capire meglio le comparative latine, annotate alcuni esempi da imparare a memoria.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Il comparativo latino: guida al suo utilizzo

Il comparativo è una delle forme delle lingue più utilizzate. Pertanto anche nel Latino è molto impiegato ed è fondamentale conoscere il suo utilizzo visto la frequenza con la quale è usato, specialmente negli scritti latini e nei proverbi latini....
Superiori

Grammatica latina: come formare i gradi dell'aggettivo

In latino, così come in italiano, esistono 3 gradi dell'aggetto qualificativo. Il grado positivo è il grado base dell'aggettivo, in cui lo troviamo senza modificazioni. Il grado comparativo indica, come dice la parola stessa, la comparazione tra due...
Lingue

Come realizzare il comparativo in tedesco

Tra le numerose lingue presenti al mondo, una delle più importanti da conoscere è sicuramente il tedesco. Si tratta di una lingua molto diffusa, che però è anche piuttosto difficile da imparare se non la si conosce bene. In tedesco infatti ci sono...
Lingue

Il comparativo nella lingua francese

Il comparativo è una funzione grammaticale riscontrabile in ogni lingua e serve per fare il confronto fra due termini che possono essere sostantivi, aggettivi, avverbi o forme verbali. Scendendo più nel dettaglio, è possibile rintracciare 3 tipi di...
Lingue

Tedesco: i verbi reggenti preposizione

Nella lingua tedesca, la grammatica si costituisce di quattro casi: nominativo, genitivo, dativo ed accusativo. Ognuno di essi indica la specifica funzione di un vocabolo all'interno della frase. Per la costituzione dei complementi, il tedesco sfrutta...
Elementari e Medie

Regole per l'uso del congiuntivo

La lingua italiana è tra le più affascinanti e complesse del mondo. La sua grammatica è ricca di regole e le forme verbali presentano molti modi e tempi. Apprendere queste regole è fondamentale per comunicare con un buon italiano. Tuttavia troppo...
Superiori

Tedesco: come si formano i comparativi e i superlativi

La lingua tedesca, per noi italiani, a volte sembra essere molto più difficile di quanto non lo sia in realtà: ci facciamo impressionare da parole interminabili, lunghe quasi quanto frasi intere, accompagnate da suoni a volte impercettibili, allontanandoci...
Superiori

Grammatica latina: la proposizione finale

Nello studio della grammatica latina, come in quella italiana, che da essa deriva, si debbono affrontare particolari aspetti della frase come le proposizioni. Esse possono essere di vario genere, ma qui ci concentreremo principalmente sulla proposizione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.