Come costruire le proposizioni temporali in Latino

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La lingua latina viene definita una "lingua morta", ma viene tutt'ora studiata nei licei classici, scientifici, linguistici e così via. Per studiare questa lingua, è assolutamente necessaria una buona forza di volontà e molto entusiasmo, non trattandosi di una lingua facile. Il latino è una lingua affascinante, che rimanda immediatamente allo splendore dell'Impero Romano e dell'età classica. Nei successivi passi di questa guida, illustrerò come costruire le proposizioni temporali in latino. Vediamo quindi come procedere.

26

Occorrente

  • Libri di grammatica italiana e latina
36

I diversi metodi

Come prima cosa, esistono diversi metodi per esprimere la proposizione temporale in latino, mentre adesso spiegherò più nel dettaglio come costruire le proposizioni temporali in latino. Per proposizione, si intende una frase composta da un soggetto e da un verbo; l'azione che compie il soggetto viene espressa dal verbo. Le proposizioni vengono suddivise in principali (reggenti) e subordinate. In latino, la preposizione temporale è una proposizione subordinata e questo tipo di frase, indica lo spazio temporale in cui si svolge l'azione espressa dalla proposizione reggente. La proposizione temporale può esprimere: contemporaneità, anteriorità e posteriorità.

46

Le proposizioni temporali

Queste proposizioni temporali possono essere sia implicite che esplicite. Le prime si costruiscono con l'ablativo assoluto o il participio congiunto e queste vengono tradotte in italiano con la forma infinita del verbo, introdotto da locuzioni come "dopo di", "al momento di" e "prima di". La forma esplicita, invece, si forma con il congiuntivo quando l'azione era attesa o eventuale, oppure con l'indicativo quando determinano una circostanza di tempo. In conclusione, la lingua latina è molto affascinante ed è senza tempo, ma richiede anche un notevole impegno e studio.

Continua la lettura
56

La contemporaneità

La contemporaneità, in latino, si forma con la locuzione "cum" insieme al tempo indicativo. Oltre a ciò, è possibile formarla anche con altre locuzioni come: quamdiu, donec, dum, donec (più il tempo indicativo). Come detto precedentemente, questa proposizione esprime il presente, la contemporaneità e si traduce con: mentre, finché, quando e così via. Per esprimere l'anteriorità e quindi il passato, vengono utilizzate le locuzioni antequam/priusquam (più il tempo indicativo). Questa proposizione latina si può tradurre con le espressioni italiane "prima di" o "prima che" dopodiché, per esprimere la posteriorità, si utilizza "postquam" più il tempo indicativo perfetto e si traduce con "dopo che".

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Come costruire le proposizioni temporali in spagnolo

Lo spagnolo è una di quelle lingue che possono risultare molto utili quando si va in viaggio, ma può essere fondamentale conoscerla anche per motivi di lavoro o studio. Per questo motivo è importante impararla e saperla padroneggiare con una certa...
Superiori

Come costruire le proposizioni consecutive in Latino

La proposizione consecutiva è una proposizione dipendente in cui viene indicata la conseguenza di ciò che è espresso nella reggente (o proposizione principale). Si traduce in italiano in forma esplicita con la congiunzione ''che'' + indicativo, o in...
Superiori

Come costruire le proposizioni causali in Latino

La proposizione causale rappresenta una subordinata che esprime la causa dell'azione della sua reggente. In latino questa deve essere necessariamente differenziata in due tipi: una è la proposizione causale oggettiva, mentre l'altra è quella soggettiva....
Superiori

Come Costruire Le Proposizioni Con "Cum Congiuntivo" In Latino

Il latino come si dice comunemente è una lingua morta, perché, come suggeriva una illustre linguista, morti sono coloro che la parlavano, ma non perché sia morta la lingua in sé. Ma In realtà noi studiamo documenti scritti in latino. E questo è...
Superiori

Come Comporre Una Proposizione Infinitiva In Latino

Uno dei costrutti più importanti da studiare per imparare al meglio la sintassi latina è sicuramente la proposizione infinitiva. Nelle proposizioni infinitive il predicato è costituito dal modo infinito. Una proposizione infinitiva può essere soggettiva...
Superiori

Proposizione interrogativa in latino

La proposizione interrogativa può terminare anche in lingua latina con il segno di punteggiatura? (punto di domanda). La proposizione interrogativa latina può essere diretta, se svolge il ruolo di proposizione principale, o indiretta, se invece occupa...
Superiori

Latino: proposizioni concessive e avversative

La guida che andremo a sviluppare all'interno dei tre passi che seguiranno questa brevissima introduzione, sarà dedicata a una lingua straniera classica: il latino. Come potrete facilmente comprendere tramite la lettura del titolo che abbiamo impostato...
Superiori

Come Formare Le Proposizioni Relative In Latino

Il latino è una lingua molto antica, che si è diffusa in quasi tutte le regioni del Mediterraneo grazie all'espansione dell'Impero Romano. Tuttavia, anche se oggi non è più parlata, viene comunque insegnata al liceo classico per aiutare gli studenti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.