Come Costruire Le Proposizioni Condizionali In Latino

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Quando il professore o la professoressa di latino, ci assegna dei compiti di casa, riguardanti le proposizioni condizionali, e noi non sappiamo neanche cosa sono, non ci resta altro che studiare da soli l'argomento, tramite internet. Infatti, se il giorno in cui sono stati spiegati questi argomenti, noi eravamo assenti per un motivo o per un altro, difficilmente avremo un'altra possibilità di seguire la lezione dal vivo. A questo punto, ovviamente come fanno i bravi studenti, non ci resterà nient'altro che studiare da soli, in maniera autonoma l'argomento. Cosa c'è di meglio del motore di ricerca che è internet al giorno d'oggi? Infatti il miglior modo per poter studiare in maniera autonoma, è sicuramente internet, dato che ormai è una vera e propria enciclopedia. Ecco dunque, che in questa guida, che avrete trovato sicuramente grazie alle vostre ricerche, su internet, vi spiegheremo passaggio dopo passaggio, in maniera molto precisa e scrupolosa, come costruire le proposizioni condizionali in latino.

24

Esistono tre tipi di periodo ipotetico: dell'oggettività, quando la pròtasi presenta un'ipotesi reale; della possibilità, quando la pròtasi riguarda un evento che potrebbe verificarsi e dell'irrealtà, quando sia la pròtasi che l'apòdosi presentano fatti che non possono in nessun modo accadere. Il periodo ipotetico dell'oggettività presenta nella pròtasi il verbo al modo indicativo, mentre nell'apòdosi il verbo può essere in tutti i modi delle proposizioni indipendenti. Il periodo ipotetico della possibilità possiede sia nella pròtasi che nell'apòdosi il verbo al modo congiuntivo.

34

La proposizione condizionale è una subordinata che esprime la condizione richiesta perché si verifichi o meno quanto viene affermato nella proposizione reggente: PROTASI + APODOSI = PERIODO IPOTETICO. In italiano l'ipotesi (nella protasi) può essere: reale (obiettività) con il verbo al modo indicativo, ipotesi reale possibile (eventualità) con il verbo al modo congiuntivo, ipotesi possibile irreale con il verbo al modo congiuntivo.

Continua la lettura
44

In latino nel periodo ipotetico c'è una più rigida suddivisione dei modi e dei tempi verbali. La possibilità nel passato è da taluni grammatici ristretta alla sola pròtasi (cioè alla premessa ipotetica), perché, a rigor di logica, nell'apòdosi (che esprime una conseguenza) non sarebbe giustificata; un'azione passata, infatti, si conosce già l'esito, per cui non avrebbe senso presentarla come possibile: dire "sarebbe potuto andare" significa in pratica dire "non è andato".

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come costruire le proposizioni consecutive in Latino

La proposizione consecutiva è una proposizione dipendente in cui viene indicata la conseguenza di ciò che è espresso nella reggente (o proposizione principale). Si traduce in italiano in forma esplicita con la congiunzione ''che'' + indicativo, o in...
Superiori

Come Costruire Le Proposizioni Con "Cum Congiuntivo" In Latino

Il latino come si dice comunemente è una lingua morta, perché, come suggeriva una illustre linguista, morti sono coloro che la parlavano, ma non perché sia morta la lingua in sé. Ma In realtà noi studiamo documenti scritti in latino. E questo è...
Superiori

Come costruire le proposizioni causali in Latino

La proposizione causale rappresenta una subordinata che esprime la causa dell'azione della sua reggente. In latino questa deve essere necessariamente differenziata in due tipi: una è la proposizione causale oggettiva, mentre l'altra è quella soggettiva....
Superiori

Come tradurre le proposizioni infinitive in latino

In latino, l'infinito oltre ad essere un modo verbale, può fare da soggetto o da oggetto di un'intera proposizione, che, a seconda della sua funzione grammaticale, viene denominata "soggettiva" o "oggettiva". Queste proposizioni in latino vengono definite...
Superiori

Latino: come riconoscere e tradurre le proposizioni consecutive

La grammatica latina è uno degli scogli principali per gli studenti dei licei. Appena si inizia con i vari complementi è molto difficile tenere tutto bene a mente. Ma quando si passa all'analisi del periodo la situazione si complica ulteriormente. In...
Superiori

Come Formare Le Proposizioni Relative In Latino

Il latino è una lingua molto antica, che si è diffusa in quasi tutte le regioni del Mediterraneo grazie all'espansione dell'Impero Romano. Tuttavia, anche se oggi non è più parlata, viene comunque insegnata al liceo classico per aiutare gli studenti...
Superiori

Latino: proposizioni concessive e avversative

La guida che andremo a sviluppare all'interno dei tre passi che seguiranno questa brevissima introduzione, sarà dedicata a una lingua straniera classica: il latino. Come potrete facilmente comprendere tramite la lettura del titolo che abbiamo impostato...
Superiori

Come Formare Le Proposizioni Interrogative Indirette In Latino

Le proposizioni interrogative indirette sono subordinate di natura completiva, che formulano una domanda in forma indiretta, cioè in dipendenza da un verbo come "chiedere, domandare, interrogare, sapere". Se invece la domanda è formulata in modo diretto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.