Come costruire il doppio nominativo in Latino

Tramite: O2O 20/01/2017
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Tra gli argomenti più insidiosi della grammatica latina, rientra sicuramente il costrutto del doppio nominativo. In questo caso, infatti, per strutturare la frase in senso compiuto, è necessario utilizzare un predicativo del soggetto che va coniugato al nominativo. Il nominativo è il caso del "nomen", ovvero del soggetto, e di tutto ciò che si riferisce a esso (apposizione, predicativo del soggetto o attributo). All'interno di questa guida, vedremo come costruire correttamente questo tipo di formazione del latino, in modo da sorprendere i compagni di classe ed i professori durante le interrogazioni. Iniziamo!

26

Come accennato precedentemente, la costruzione del doppio nominativo prevede l'utilizzo di un complemento predicativo del soggetto. Per predicativo del soggetto, si intende un nome che è riferito al soggetto e che serve a determinare in maniera più specifica il senso del predicato verbale. In latino, sia il soggetto che il predicativo del soggetto si esprimono in caso nominativo, dando vita, così, alla costruzione del doppio nominativo. Il complemento predicativo è sempre retto da alcuni verbi copulativi che svolgono le funzioni di copula e che possono essere facilmente ricordati per il loro finale in "-or".

36

Ad esempio, potreste memorizzare i casi di videor (sembro), dicor (si dice che io), scribor (si scrive che io), habeor (si reputa che io), nuntior (si annuncia che io), audior (si sente dire che io). Tali verbi svolgono le funzioni della copula e, quindi, reggono sempre un nome, che può essere un sostantivo o un aggettivo. Oltre ai verbi copulativi, nella costruzione del doppio nominativo vengono utilizzati anche i verbi appellativi, elettivi, estimativi ed effettivi coniugati nella forma passiva (appellor, eligor, legor, dicor, putor, existimor, iudicor). Oltre a ciò, la costruzione del doppio nominativo si può avere anche quando i verbi appellativi, elettivi, estimativi ed effettivi sono coniugati all'infinito e dipendono da un verbo servile, come "possum", "debeo" e "soleo".

Continua la lettura
46

Se, invece, questi stessi verbi dipendono da verba voluntatis, come "nolo", "volo" e "malo", possono avere due costruzioni: nominativo più infinito se il verbo della principale e quello della subordinata hanno lo stesso soggetto oppure accusativo più infinito se, al contrario, non hanno lo stesso soggetto. Alcuni esempi già pronti della costruzione del doppio nominativo sono: "Il mihi boni videntur", ovvero "Essi mi sembrano essere buoni"; "Traditum est Prometheum fingere hominem", ovvero "Si narra che Prometeo narrò l'uomo"; "Milites quod iussi sunt faciunt" ovvero "I soldati fanno quello che gli è stato ordinato".

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come Costruire La Proposizione Completiva Volitiva In Latino

Il latino è la lingua madre degli italiani, difatti l'italiano deriva appunto dal latino; tuttora oggi, alcuni termini sono riportati nella nostra lingua. La grammatica è abbastanza complessa e presenta perlopiù gli stessi termini di quella italiana....
Superiori

Come Costruire Le Proposizioni Condizionali In Latino

Quando il professore o la professoressa di latino, ci assegna dei compiti di casa, riguardanti le proposizioni condizionali, e noi non sappiamo neanche cosa sono, non ci resta altro che studiare da soli l'argomento, tramite internet. Infatti, se il giorno...
Superiori

Come declinare gli aggettivi in Latino

Nel latino, come in italiano, bisogna declinare l'aggettivo in base al genere, numero e caso e possono essere suddivisi in prima e seconda classe: sono appartenenti alla prima classe quelli che escono dal nominativo singolare in: us - a - um; er - era...
Superiori

Come usare il vocabolario di latino

Ti sei appena imbattuto in quello che consideri un vero e proprio ostacolo insormontabile? Hai da poco cominciato a studiare latino e il primo elemento utile, cioè il vocabolario, è il più scoraggiante? Non sai da quale punto partire per fare un buon...
Superiori

Come tradurre una versione di latino

Il latino è una materia molto importante, la quale può apparire odiosa perché spesso si incontrano difficoltà nel fare le traduzioni. Per risolvere questo problema basta leggere attentamente questa guida e la versione non sembrerà mai più un ostacolo...
Superiori

Grammatica latina: il doppio accusativo

La lingua italiana ha molto a che fare, seppur etimoligicamente, con la lingua degli antichi latini. La grammatica latina è davvero molto interessante. Molte delle nostre parole e delle nostre frasi, derivano dal latino. Come sappiamo però, non è una...
Superiori

Trucchi per tradurre una versione di latino

Tradurre una versione di latino è un compito molto difficile per tutti. I trucchi elencanti di seguito sono utili sia per chi mira alla sufficienza che per chi vuole raggiungere ottimi risultati. Seguire questi trucchi con costanza è un ottimo metodo...
Superiori

Come tradurre i pronomi relativi dal latino

Tradurre i pronomi relativi dal latino all'italiano è un gioco da ragazzi! Basta soltanto un po' di impegno nell'analisi del giusto "caso" latino e un pizzico di pazienza nell'applicazione del complemento corrispondente. Vediamo dunque, nella guida che...