Come costruire il diagramma di Lexis

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il diagramma di Lexis è uno schema grafico inventato da Wilhelm Lexis, noto economista e statista tedesco.
Esso consiste nella rappresentazione grafica tramite l'utilizzo di un diagramma cartesiano, la quale costruzione è abbastanza semplice, di fenomeni demografici di una popolazione.
Qui verranno elencati i vari passi su come costruire correttamente il diagramma di Lexis.

25

Occorrente

  • Un foglio possibilmente a quadretti, un righello, una biro o matita.
35

TRACCIARE LE BASI DEL DIAGRAMMA

Per prima cosa bisogna tracciare gli assi cartesiani e riportare sull'asse delle ascisse lo scorrere del tempo, mentre sull'asse delle ordinate l'età in anni compiuti.

Attraverso il grafico si può quindi rappresentare in ogni suo punto, un istante della vita dell'individuo ed evidenziare qualsiasi fenomeno demografico che lo ha interessato.

Per la costruzione del diagramma è fondamentale utilizzare la stessa unità di misura per entrambi gli assi (1 anno di età ed 1 anno di calendario per esempio), in questo modo sarà dunque possibile tracciare rette perpendicolari agli assi in corrispondenza di ogni segno di graduazione, in modo tale da creare una griglia formata da quadrati delle stesse dimensioni.

45

RIPORTARE IL FENOMENO SUL DIAGRAMMA

Dopo aver creato il grafico di base si tracciano delle bisettrici crescenti degli angoli dei quadrati in modo tale da avere un inclinazione di 45° da entrambi gli assi, e si riportano i fenomeni demografici attraverso la rappresentazione di una retta parallela alle bisettrici precedentemente tracciate.

L'inizio e la fine della retta vengono tracciate secondo due precisi momenti dell'evento demografico:

- Il punto di inizio della retta, viene tracciato nell'istante in cui il soggetto inizia solo ad essere a rischio di subire il fenomeno demografico e non quando lo subisce.
- Il punto di fine detto anche punto-evento della retta, viene tracciato nell'istante in cui il soggetto subisce il fenomeno demografico.

Continua la lettura
55

COMPRENDERE IL SIGNIFICATO DELLE FIGURE GEOMETRICHE CHE SI FORMANO

Dopo avere riportato il fenomeno sul diagramma, bisogna inoltre comprendere il significato delle varie figure geometriche che si potrebbero formare:

TRIANGOLI: Insieme di eventi accaduti nello stesso anno di calendario e alla stessa età dell'individuo e per cui il rischio di subire l'evento è avvenuto nello stesso anno.

QUADRATI: Insieme di eventi accaduti nello stesso anno di calendario e alla stessa età dell'individuo e per cui il rischio di subire l'evento è avvenuto in anni diversi.


PARALLELOGRAMMI:
Base orizzontale: Insieme di eventi accaduti in due anni di calendario diversi e ad individui della stessa età e per cui il rischio di subire l'evento è iniziato nello stesso anno.

Base verticale: Insieme di eventi accaduti in un anno di calendario e ad individui di diversa età e per cui il rischio di subire l'evento è iniziato nello stesso anno.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come costruire il diagramma di Ishikawa

Il diagramma di Ishikawa è una rappresentazione grafica schematica utilizzata per lo più in campo economico-gestionale, che ha come scopo l'individuazione delle cause che generano un problema. Questo tipo di rappresentazione viene utilizzata in moltissimi...
Università e Master

Come disegnare un diagramma di Bode a mano

Oggi parleremo di un diagramma ideato per progettare dispositivi di controllo aventi l'obiettivo di regolatori standard. Essendo un sistema lineare determinato da una risposta in frequenza, questa può essere rappresentata in diversi modi. Uno di questi...
Università e Master

Come realizzare un diagramma di Nichols in Matlab

Con il diagramma di Nichols viene rappresentata graficamente, su un piano cartesiano, la funzione di trasferimento G (s). E poiché si tratta di una rappresentazione non agevole per chi non ha conoscenze approfondite dell'argomento, oggi vi spiegheremo...
Università e Master

Come tracciare un diagramma di Nyquist

Il diagramma di Nyquist detto anche polare, è l'alternativa al diagramma di Bode. Esso prende il nome da colui che lo inventò, Harry Nyquist, il quale, fra i vari studi si occupò anche, della Teoria delle Telecomunicazioni e della Teoria del Controllo....
Università e Master

Come tracciare un diagramma di Nichols

In questa guida vi spiegherò cos'è il diagramma di Nichols e come utilizzare tale strumento potente per analizzare un sistema di controllo in retroazione. Insieme ai diagrammi di Bode e di Nyquist, quello di Nichols è importantissimo per l'analisi...
Università e Master

Come leggere il diagramma psicrometrico dell'aria umida

Le proprietà dell'aria indicate nel diagramma psicrometrico sono calcolate in base alla pressione atmosferica normale. Per gli altri tipi di pressione, le correzioni rilevanti devono essere applicate. Nel diagramma psicrometrico. L'entalpia totale dell'aria...
Università e Master

Come Tracciare Un Diagramma Di Bode In Matlab

Nella guida che segue vi forniremo qualche consiglio utile e funzionale per tutti coloro che sono immersi nello studio della Teoria dei Sistemi e che hanno l'intenzione di tracciare un Diagramma di Bode Reale, mediante uno dei più diffusi e potenti programmi...
Università e Master

Come costruire un Quadrato Di Punnet Con 2 Caratteri

Questa guida vi aiuterà a costruire un quadrato di Punnett per l'analisi di 2 geni che si incrociano per comprendere quali saranno i caratteri dominanti e recessivi nel susseguirsi delle varie generazioni; ovvero permette di "predire" la generazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.