Come costruire il diagramma di Ishikawa

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il diagramma di Ishikawa è una rappresentazione grafica schematica utilizzata per lo più in campo economico-gestionale, che ha come scopo l'individuazione delle cause che generano un problema. Questo tipo di rappresentazione viene utilizzata in moltissimi ambiti poiché lo schema risulta particolarmente semplice ed intuitivo. Viene chiamato anche diagramma causa-effetto, racchiudendo nel nome la sua funzione, oppure diagramma a lisca di pesce, data la tipica forma di costruzione. Questo diagramma venne inventato nel 1943 da Kaoru Ishikawa in Giappone e tutt'oggi risulta uno dei metodi migliori di rappresentazione della qualità durante i brainstorming aziendali. Procediamo vedendo come costruire il diagramma di Ishikawa.

27

Occorrente

  • Carta e penne
  • Power point
37

Come precedentemente detto, questo diagramma ha come scopo l'individuazione della cause che generano un problema. Dunque la base del nostro schema deve essere proprio il problema da risolvere. Costruiamo quindi una freccia orizzontale abbastanza lunga. In corrispondenza della punta della freccia aggiungiamo, a questo punto, il problema su cui ci stiamo focalizzando. Questa rappresentazione mostra che le macro aree successive, nelle quali sono poste le cause del problema, dovranno tendere a risolverlo scorrendo dalla coda della freccia alla punta a seconda della priorità.

47

Adesso ci occupiamo della macro aree. Queste vengono ad essere rappresentate con delle frecce oblique che puntano alla freccia portante del problema. Le frecce della macro aree vanno poste ad una certa distanza le une dalle altre poiché ai loro lati dovremo scrivere tutte le cause da migliorare relative alle aree stesse. In base al tipo di area che stiamo trattando, imporremo come nome delle frecce oblique, i settori che vogliamo prendere in esame. Essendo stato creato per i brainstorming di produzione, genericamente per le aziende che utilizzando questo schema, le aree corrispondono alle 4M: Manodopera dell'azienda, Materiali impiegati, Macchine adoperate, Metodi di lavorazione.

Continua la lettura
57

Come ultimo passo fondamentale, non ci resta che inserire in corrispondenza delle aree che abbiamo individuato, tutte le cause di poca produttività o i fattori che non generano l'ottimo qualitativo. Ogni area, corrispondente ad una freccia obliqua, avrà le sue cause. Genericamente durante le riunioni organizzative aziendali, i diagrammi di Ishikawa che vengono prodotti sono più di uno poiché vengono analizzate più alternative ai problemi. Le cause che poi vengono ad essere soggette di intervento tramite un protocollo definito PDCA sono quelle comuni ai diagrammi o quelle che hanno più peso, in termini di frequenza, all'interno dell'azienda stessa. Queste cause frequenti vengono analizzate con il metodo definito Principio di Pareto e poi migliorate.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Poniamo sulle frecce oblique più vicine alla punta della freccia del problema, le aree che individuiamo all'inizio come le più soggette ad anomalie
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come costruire il diagramma di Lexis

Il diagramma di Lexis è uno schema grafico inventato da Wilhelm Lexis, noto economista e statista tedesco. Esso consiste nella rappresentazione grafica tramite l'utilizzo di un diagramma cartesiano, la quale costruzione è abbastanza semplice, di fenomeni...
Università e Master

Come disegnare un diagramma di Bode a mano

Oggi parleremo di un diagramma ideato per progettare dispositivi di controllo aventi l'obiettivo di regolatori standard. Essendo un sistema lineare determinato da una risposta in frequenza, questa può essere rappresentata in diversi modi. Uno di questi...
Università e Master

Come realizzare un diagramma di Nichols in Matlab

Con il diagramma di Nichols viene rappresentata graficamente, su un piano cartesiano, la funzione di trasferimento G (s). E poiché si tratta di una rappresentazione non agevole per chi non ha conoscenze approfondite dell'argomento, oggi vi spiegheremo...
Università e Master

Come tracciare un diagramma di Nyquist

Il diagramma di Nyquist detto anche polare, è l'alternativa al diagramma di Bode. Esso prende il nome da colui che lo inventò, Harry Nyquist, il quale, fra i vari studi si occupò anche, della Teoria delle Telecomunicazioni e della Teoria del Controllo....
Università e Master

Come tracciare un diagramma di Nichols

In questa guida vi spiegherò cos'è il diagramma di Nichols e come utilizzare tale strumento potente per analizzare un sistema di controllo in retroazione. Insieme ai diagrammi di Bode e di Nyquist, quello di Nichols è importantissimo per l'analisi...
Università e Master

Come leggere il diagramma psicrometrico dell'aria umida

Le proprietà dell'aria indicate nel diagramma psicrometrico sono calcolate in base alla pressione atmosferica normale. Per gli altri tipi di pressione, le correzioni rilevanti devono essere applicate. Nel diagramma psicrometrico. L'entalpia totale dell'aria...
Università e Master

Come Tracciare Un Diagramma Di Bode In Matlab

Nella guida che segue vi forniremo qualche consiglio utile e funzionale per tutti coloro che sono immersi nello studio della Teoria dei Sistemi e che hanno l'intenzione di tracciare un Diagramma di Bode Reale, mediante uno dei più diffusi e potenti programmi...
Università e Master

Come costruire un Quadrato Di Punnet Con 2 Caratteri

Questa guida vi aiuterà a costruire un quadrato di Punnett per l'analisi di 2 geni che si incrociano per comprendere quali saranno i caratteri dominanti e recessivi nel susseguirsi delle varie generazioni; ovvero permette di "predire" la generazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.