Come convivere con un coinquilino disordinato

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

L'ordine, cosi come altre cose legate al nostro carattere, sono intrinseche in noi e sono dei comportamenti che generalmente tutti assumono, ma ovviamente sono più accentuati o meno in alcuni individui rispetto ad altri. Questo tipo di caratteristica può essere "corretta" con una certa educazione che ovviamente viene impartita in primis dai genitori. Questo però non significa che se una persona è disordinata, è colpa dei rispettivi genitori. Nonostante tutto, le persone disordinate trovano inconsciamente in questa confusione una sorta di sicurezza e in generale basano la propria forma mentis sul caos, nel senso che quando ripongono un oggetto ad esempio, si aspettano di trovarlo esattamente in quel luogo e non magari sistemato in un cassetto. Tutto ciò è da rispettare nel caso in cui la suddetta persona abiti da sola, in quanto naturalmente ognuno è libero di tenere casa propria nello stato che preferisce, ma nel caso invece che sia il nostro coinquilino ad essere disordinato? Come è possibile cercare di correggere questo leggero difetto? Ecco quindi una guida su come convivere con un coinquilino disordinato.

25

Il dialogo

Alla base di qualsiasi relazione umana prima di tutto vengono le parole e in generale l'espressione libera di un pensiero e quindi, in sostanza, un dialogo. La prima cosa da fare per cercare di risolvere il problema del disordine è cercare un dialogo con il proprio coinquilino, spiegando, anche con esempi banali, che ciò che per lui è normale, a noi arreca grande fastidio o disturbo. Ovviamente non bisogna utilizzare toni forti oppure espressioni verbali volgari, in quanto la persona potrebbe indispettirsi; questo perché il carattere umano tende a reagire così a una qualsiasi modifica della nostra quotidianità e di conseguenza, il discorso è valido anche per lui. Per giustificare quanto detto, si consideri il seguente esempio:
Ammettiamo il caso che la persona A sistemi le magliette nel secondo cassetto di un mobile dividendole per maniche lunghe o corte. Ovviamente se una persona, chiamiamola B per semplicità, dovesse venire a chiedere ad A di sistemare le sue magliette nel terzo cassetto anzichè il secondo, A all'inizio si troverebbe in difficoltà, in quanto per abitudine ed inerzia, tendenzialmente sbaglierà cassetto, almeno le prime volte.
Questo banale esempio, per quanto scontatto è esattamente ciò che accade alla richiesta della modifica di una nostra azione quotidiana.

35

Le pulizie

Se durante il dialogo il vostro messaggio è stato recepito positivamente dal vostro coinquilino, l'altro passo che bisogna fare è insegnargli l'ordine, senza forzarlo o mettergli pressioni. Un esempio pratico che è possibile dimostrare è il seguente. Prima di andare a dormire chiedergli di riporre i panni su di una sedia in modo che siano stesi, invece che buttarli a casaccio in un angolo della stanza; all'inizio potrebbe sembrare una cosa stupida da fare ma è proprio da una cosa semplice che si parte per realizzare un obbiettivo. Un'altra tipologia d'esempio sono le grandi pulizie. Se vi è necessità di spolverare o spazzare a terra, mostrategli come si fa e chiedete di aiutarvi, senza arrabbiarsi nel caso in cui sbagli ma anzi, cercare di correggerlo attraverso un esempio. Così facendo si responsabilizzerà e pian piano diventerà autonomo nella quotidianità.

Continua la lettura
45

Comportamenti errati

Ovviamente vi è anche il caso in cui il vostro coinquilino non recepisca il messaggio, o perché non voglia, o perché magari non riesce a rendersi conto del danno che arreca. In questi casi assumere comportamenti aggressivi nei suoi confronti risulta solo controproducente, in quanto vedrà in un voi un genitore che li starà facendo una ramanzina e come è ovvio che accada tendenzialmente vi disobbedirà. Un'altra errore comune è assecondarlo in ciò che fa oppure fare finta di niente, magari comportandosi anche peggio per ripicca.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Presentarsi in modo civile
  • Essere cordiali e pazienti

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come usare le forme derivate del verbo put

Il verbo inglese "to put" di base significa "mettere". Ha un paradigma che più facile non sarebbe possibile, esso infatti recita: "to put-put-put": infinito & presente = passato = participio passato. Maggiore interesse troviamo invece analizzando le...
Università e Master

Come Determinare Il Punto Di Fusione Di Composti Organici Cristallini

Il punto di fusione è di fondamentale importanza per le sostanze chimiche e fisiche. Esso, insieme al punto di ebollizione e al punto di solidificazione, costituisce l'indice termico del composto. Il punto di fusione è la temperatura alla quale un solido...
Università e Master

Come scrivere l'Indice della tesi di Laurea

Se siete finalmente giunti alla fine del percorso accademico e state terminando la stesura della tesi di laurea, dovrete pensare anche alla schematizzazione dell'indice di tutti i capitoli di tale tesi. Alla fine di un lungo ed impegnativo lavoro come...
Università e Master

Come Dire I Numeri In Cinese

Studiare il cinese affascina gli studenti tanto quanto li spaventa, poiché ci troviamo di fronte ad una lingua decisamente distante da quelle occidentali. Non è difficile rimanere colpiti dalle tradizioni e la cultura della Repubblica Popolare Cinese,...
Università e Master

10 cose da fare se sei fuori sede

Quando si va a vivere lontano dalla famiglia si diventa improvvisamente indipendenti e si desidera fare esperienze legate non solo allo studio ma anche alla formazione personale. Lo studente fuori sede deve munirsi di un adeguato spirito di adattamento,...
Università e Master

5 consigli per lo studente fuori sede

Quando si sceglie la facoltà universitaria a cui iscriversi, non sempre si ha la fortuna di trovare il corso giusto dietro casa. Ormai l'offerta delle università italiane è davvero molto ampia, ma se si vuole puntare al meglio è opportuno scegliere...
Università e Master

Come trovare casa durante l'Erasmus

Se stai per partire per il tuo Erasmus, ed il conto alla rovescia ti ricorda che la data fatidica della tua partenza si avvicina ma non hai ancora trovato una casa in cui alloggiare, non disperare. Grazie a questa breve guida potrai raccogliere idee ed...
Università e Master

Come socializzare se sei fuorisede

La condizione di fuorisede è spesso causa di tanti disagi tra cui l'asocialità. Non sempre infatti è facile riuscire a socializzare quando si è un fuorisede e si finisce per passare le proprie serate tra un film in tv e un ripasso delle ultime lezioni....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.