Come convincere un insegnante a interrogarti di nuovo

Tramite: O2O 26/06/2019
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

L'interrogazione è generalmente considerata il momento decisivo di valutazioni e qualificazione dei contenuti appresi. Una volta affrontata, l'insegnante assegna un voto allo studente. Quest'ultimo viene dato in base alla sua preparazione. Ovviamente questa non è mai prevedibile e per molti motivi può risultare negativa. In questo caso bisogna prendere in considerazione alcuni aspetti e decidere come muoversi per ripararla. Quindi se hai ricevuto un brutto voto e vuoi convincere la tua insegnate a interrogarti di nuovo, in questa guida ti suggerisco come fare.

27

Occorrente

  • Professore
  • Calma
  • Fermezza
  • Buon linguaggio
37

Capire gli sbagli della passata interrogazione

Le interrogazioni sono senza alcun dubbio una fonte di preoccupazione. Queste possono portare paure e ansie, due stati d'animo che spesso non permettono di cogliere appieno le opportunità di dialogo delle tue capacità. Quindi quest'ultima può essere una delle cause che ti ha fatto sbagliare durante l'interrogazione. Saper individuare gli errori comporta anche un'analisi approfondita, che devi coniugare con le tue lacune. Pertanto se hai trovato difficoltà durante l'interrogazione devi cercare di ripararle. Riportando con precisione su un foglio la valutazione espressa dall'insegnante. Dividendo ed evidenziando i punti di forza riscontrati nell'interrogazione passata.

47

Parlare con l'insegnante

Parlare con l'insegnante è il passo fondamentale che devi fare. Prima di tutto è necessario che chiedi se è disponibile ad ascoltarti. Dopodiché esponi il tuo problema con calma. Quando parli con il professore si gentile ed educato e concentrati nel discorso che devi fare. In questo modo otterrai la sua attenzione e magari apprezzerà anche il tuo volere riparare. Durante la conversazione chiedigli spiegazione riguardo all'esito, ma senza essere insistente. Questo tipo di domanda ti aiuterà a crescere e gestire con padronanza i tuoi dubbi. Una volta che hai introdotto il tuo discorso, chiedigli se è possibile ripetere l'interrogazione. Se la risposta è positiva comincia a preparati in maniera adeguata.

Continua la lettura
57

Preparare la nuova interrogazione

A questo punto devi preparare la nuova interrogazione. Quindi metti a punto un percorso metodologico che ti consentirà di affrontare la prova in maniera costruttiva. Evita lo studio ansante e concentrati sulla materia che devi studiare. Rileggi attentamente la lezione e segna con un evidenziatore le parti che non capisci. Riporta con precisione su un blocco notes le tue perplessità e rielaborale con metodo. Sicuramente i tuoi problemi derivano da una povertà dell'uso del lessico, quindi allenati e prendi l'abitudine di usare il dizionario. In seguito cerca di trovare le tue difficoltà d'espressione, magari adoperando un registratore. Quest'ultima ti servirà per ascoltarti e correggerti. Una volta imparata la materia, esegui l'ultimo ripasso la sera prima dell'interrogazione e poi vai a letto presto. Ecco come convincere un insegnante ad interrogarti di nuovo.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Cerca di impegnarti al massimo e riportare il voto positivo
  • Esprimi con calma le tue perplessità, senza aggredire l'insegnante
  • Metti in pratica i consigli che ti ha dato il tuo professore durante il chiarimento
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come gestire situazioni critiche in classe

Nell'ambiente scolastico, il rapporto studente-insegnante è cruciale per apprendere con successo. Spesso, però, tale rapporto risulta difficile, freddo, incapace di svilupparsi positivamente. Il ruolo dell'insegnante è anche quello di educatore. Un...
Superiori

5 modi per non farsi interrogare

Le interrogazioni rappresentano il momento più temuto da ogni studente. Quando il professore annuncia un'interrogazione imminente, sale la paura di essere lo sfortunato di turno. Nessuno può avere la certezza di sfuggire alle domande dell'interrogazione,...
Superiori

Come attirare l'attenzione degli studenti

Avvolte può capitare che un insegnante, pur essendo molto preparato e con un bagaglio di studio, conoscenze e competenze di grande rilievo, non riesce a trasmettere e a comunicare allo studente. Il problema quindi non è la preparazione del professore,...
Superiori

5 idee per mantenere viva l'attenzione in classe

Il mestiere dell'insegnante non è mai stato facile: seguire il programma, organizzare le lezioni, capire le difficoltà individuali degli alunni e dare loro il giusto sostegno. Talvolta in questo mestiere è possibile anche dover affrontare i cali di...
Superiori

Come non annoiarsi in classe

Generalmente i ragazzi tendono ad annoiarsi a scuola, ma ciò non dovrebbe avvenire; esso è infatti è controproducente, non riuscendo ad acquisire nozioni fondamentali. Si deve provare interesse, che di solito nasce di fronte a qualcosa di nuovo. È...
Superiori

Come affrontare la prima supplenza

Le supplenze, per i giovani laureati che hanno il desiderio e la vocazione dell'insegnamento, sono un'opportunità formativa molto importante che permetterà loro di avere un primo approccio con la carriera che si accingono ad intraprendere. Infatti,...
Superiori

Come motivare alunni difficili

Il ruolo dell'insegnante, tante volte sottovalutato, è di fondamentale importanza per la crescita non solo degli alunni di oggi ma anche degli adulti e cittadini di domani. Svolgere questa professione richiede tanta passione, impegno ma anche molta pazienza....
Superiori

Storia: la Signoria di Lorenzo il Magnifico

Lorenzo de' Medici aveva solo vent'anni quando suo padre morì e quando fece intendere che, a dispetto delle speranze di suo nonno Cosimo (che ne aveva curato personalmente l'educazione, affiancandolo ai migliori istruttori dell'epoca), non aveva alcuna...