Come convertire i bar in litri

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In questa guida vi andrò a mostrare come convertire i bar in Litri. Il bar, come tutti voi dovreste sapere, è una delle tante unità di misura della pressione. Esattamente 10^-3 bar equivalgono a 0,1 Pascal. Bisogna inoltre sapere che la pressione atmosferica equivale a 1 atmosfera. L'atmosfera è un'altra unità di misura fondamentale per la pressione. E 1 atmosfera equivale esattamente a 101325 Pa. Ecco quindi con i dovuti calcoli come convertire i bar in Litri.

25

Occorrente

  • Calcolatrice
35

Per comprendere la relazione tra pressione e capienza. Quindi tra bar e Litri. Dovrete tornare a una delle più importanti leggi fondamentali che governa il flusso di fluido in un condotto. Parlo della conservazione dell'energia. Ma come potete convertire i bar in litri? Per quanto possano i liquidi comprimersi, possono esprimersi con il teorema di Bernoulli. Si tratta di un matematico svizzero e fisico. Teorizzò che l'energia totale di un fluido rimane costante lungo un condotto. Tutto questo senza assumere lavoro svolto sul o dal fluido. Nessun calore viene trasferito all'interno o all'esterno del fluido. Quindi capite che è un po' difficile convertire i bar in litri.

45

Ecco quindi il secondo step per capire come si possono convertire i bar in litri. L'energia totale del fluido è la somma dell'energia che possiede il fluido grazie alla sua altezza, velocità, e la pressione statica. In realtà, il flusso di fluido tra due punti non può realizzarsi senza una perdita di energia di fluido dovuto all'attrito e ai cambiamenti nella quantità di moto. La perdita di energia, o perdita velocità viene vista come alcuni punti di calore persi dal fluido. Le vibrazioni della tubazione, o il rumore generato dal flusso di fluido sono una riduzione nella capacità del fluido. Questo serve per effettuare il lavoro e agire per ridurre la pressione statica del liquido. Quindi riuscirete a convertire i bar in litri? Scopritelo nello step finale.

Continua la lettura
55

Il teorema di Bernoulli può quindi ri-arrangiarsi per mostrare che il cambiamento della pressione in bar costituisce tre componenti: un cambiamento in elevazione, di una variazione di velocità, e di energia persa per riscaldare. La variazione in elevazione può essere sia positiva che negativa. In altre parole, la posizione a monte può essere ad una quota inferiore o superiore alla posizione a valle. Se il fluido scorre fino ad una quota superiore, questa conversione dell'energia agirà per diminuire la pressione espressa in bar. Se il fluido scorre fino ad una quota inferiore, il cambiamento nella testa sarà elevato e agirà per aumentare la pressione statica. Il valore positivo indica la pressione di ingresso ed è maggiore della pressione in uscita. Detto questo potete arrivare alla conclusione anche voi stessi. Pressione e volume hanno delle relazioni, ma troppo distanti. Pertanto è pressoché impossibile convertire i bar in litri. Ecco una tabella che lo dimostra. È possibile però metterli in relazione con questa formula: V=A*v.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come utilizzare le equazioni di bilancio per un condotto

Per riuscire a studiare adeguatamente un condotto sarebbe opportuno scoprire prima di tutto la teoria prima di poter procedere a livello sperimentale. I condotti sono dispositivi svolgono la funzione di trasportare un fluido da un luogo ad un altro cercando...
Università e Master

Come valutare il coefficiente d'attrito di Darcy

La meccanica dei fluidi è una branca della meccanica che si occupa di valutare i fluidi, ovvero i liquidi o gli aeriformi e viene denominata dagli addetti ai lavori fluidodinamica. I fluidi nel loro scorrere subiscono dei rallentamenti dovuti alle superfici...
Università e Master

Come riconoscere un flusso turbolento o laminare

La meccanica dei fluidi rientra in quella branca della fisica che si occupa dello studio dei liquidi e dei gas, sia in condizioni statiche che in condizioni dinamiche. Nel caso in cui un fluido sia fermo, ovviamente parleremo di condizione di staticità....
Superiori

Appunti di fluido-dinamica

La fluido-dinamica, nella fisica, è una materia che si occupa del movimento dei fluidi, cioè liquidi e gas. Naturalmente, prima di iniziare a studiare i fluidi in movimento, cioè la dinamica, bisogna avere delle conoscenze abbastanza approfondite e...
Superiori

Come convertire le frazioni in notazione esponenziale

La frazione è composta da due numeri in rapporto tra loro ed equivale alla divisione tra tali numeri. In particolare, divisione tra il numeratore e il denominatore, rispettivamente al di sopra e al di sotto della linea di frazione. Spesso il risultato...
Università e Master

Meccanica dei fluidi: le equazioni di Hugoniot

Lo studio più importante nell'ambito della meccanica dei flussi è quello relativo agli efflussi dei condotti all'interno delle turbomacchine. Per fare ciò ci si serve delle equazioni di Hugoniot che vengono realizzate in base a tre ipotesi, ovvero...
Superiori

Come si calcola la portata di un fluido

La fisica è una materia vasta ed interessante allo stesso tempo, e di non facile comprensione. Per capirla a fondo è necessario studiare molto e a fondo per carpirne ogni singolo aspetto. Bisogna quindi partire da solide basi per poter accedere ad argomenti...
Università e Master

Come convertire un numero binario in esadecimale

I numeri sono degli strumenti fondamentali, nati già nell'antichità, che ci permettono di quantificare degli elementi di vario tipo. Tuttavia è comunque possibile convertire i numeri di un sistema numerico, in quelli di un altro e per farlo dovremo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.