Come capire la differenza tra calore e temperatura

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Chiunque abbia intrapreso un indirizzo scientifico, potrà trovarsi nel proprio corso di studio a dover chiarire la differenza tra calore e temperatura. I due termini, il più delle volte considerati erroneamente sinonimi, si riferiscono a due nozioni chiave che non vanno assolutamente confuse. Pur essendo due entità strettamente connesse l'una a l'altra, calore e temperatura rappresentano due grandezze fisiche diverse, impiegate nelle discussioni relative alla struttura della materia e a tutti i fenomeni termici. La distinzione fondamentale da fare è la seguente: la temperatura è una proprietà di un corpo, il calore è energia in trasferimento. In questa guida verranno fornite semplici spiegazioni e utili indicazioni su come capire in maniera chiara la differenza tra calore e temperatura.

26

La temperatura

La temperatura definisce lo stato di agitazione termica di un corpo. Com'è facile intuire, per agitazione termica si intende il moto, detto appunto agitazione, dei moltissimi atomi che compongono ciascun corpo. Questi movimenti sono di tipo rotatorio, traslatorio e vibratorio e la loro somma genera un'energia chiamata termica. La temperatura quantifica tale energia che viene rilevata ricorrendo auno specifico strumento definito termometro, la cui unità di misura scientifica è il grado Kelvin. In sintesi, la temperatura è una proprietà della materia misurabile attraverso il termometro, allo stesso modo della lunghezza che è una proprietà che si misura con il metro.

36

Il calore

Per comprendere cosa si intende precisamente con il termine calore, potrebbe essere utile un pratico esempio. Quando si pongono le mani fredde sotto un getto d'acqua corrente calda, la piacevole sensazione di calore che viene avvertita è causata dall'energia termica contenuta nelle molecole di acqua a temperatura superiore che entrano in contatto con la superficie a temperatura inferiore della mani. La differenza di temperatura, quindi, viene colmata mediante un transito di energia, che procede sempre da un corpo più caldo ad uno più freddo. L'energia trasferita prende il nome di calore e l'unità di misura relativa che viene adottata è il joule.

Continua la lettura
46

Lo scambio di energia

Lo scambio di energia avrà luogo fino a quando i due corpi venuti a contatto avranno raggiunto la stessa temperatura. In altre parole, la cessione di energia e l'intensificazione del moto molecolare della massa più fredda proseguirà finché non ci sarà un equilibrio di energia termica tra le materie coinvolte nella propagazione. Concludendo, occorre avere ben chiaro che con il termine calore ci si riferisce all'energia in transito, mentre la temperatura è una grandezza fisica che definisce il grado di agitazione termica delle particelle che costituiscono ogni sostanza e che sono in un incessante movimento.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Appunti di fisica: la temperatura

Molto spesso si confonde il concetto di calore con quello di temperatura, pensando erroneamente che siano la stessa cosa. La temperatura infatti misura il calore dell'ambiente o di un corpo. Se si prendono a confronto due sistemi con temperature diverse...
Superiori

Come avviene la propagazione del calore

Lo studio della propagazione è un importantissimo ramo della scienza che si occupa di studiare il flusso di energia termica nella materia, causato principalmente dalla differenza di temperatura. Infatti il colore, sia sotto forma di mori molecolari che...
Superiori

Come calcolare il calore specifico di un corpo

Nella disciplina della termodinamica, la capacità termica di una qualsiasi sostanza corrisponde alla quantità di energia necessaria per far salire la sua temperatura di 1°. Calcolare il calore specifico di un corpo è molto importante per la scoperta...
Superiori

Come calcolare il calore di fusione

Uno dei concetti chiave in termodinamica è rappresentato dal calore di fusione, che viene definito come la quantità di energia impiegata nel corso della transizione di fase di una mole, dallo stato solido a quello liquido, senza alcuna alterazione della...
Superiori

Come calcolare il calore specifico molare

Possiamo definire il CSM come la quantità necessaria di calore per incrementare di 1 grado kelvin la temperatura di una certa sostanza. Attraverso il tutorial che segue vedremo, passo dopo passo, come bisogna procedere per calcolare il calore specifico...
Superiori

Come Calcolare Il Quadrato Della Differenza Tra Due Monomi

Questa guida potrà esserti utile nel caso in cui vi ritrovaste a dover imparare come calcolare il quadrato della differenza tra due monomi. Se state studiando la matematica e come applicare le sue regole ed i suoi principi, con la seguente guida capirete...
Superiori

Fisica: calcolo del calore specifico

Molti argomenti della fisica rischiano di essere percepiti come difficili, o fuori dalla realtà. Al contrario, la fisica si concentra su temi che possiamo anche toccare con mano ogni giorno. Tra questi un argomento importante come il calore. Vedremo...
Superiori

Come calcolare il calore specifico di una soluzione

In questa guida andremo a capire come calcolare il calore specifico di una soluzione. Per comodità prenderemo in analisi un metallo molto importante, il rame. Ora, questo si fa già molte volte, in modo che il valore sia disponibile nei libri di riferimento....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.