Come calcolare massimi, minimi e punti di sella con hessiano

Di: Pa Pa
Tramite: O2O 18/08/2017
Difficoltà: media
15

Introduzione

In matematica, la matrice hessiana di una funzione di n variabili a valori in un campo di scalari, anche detta matrice di Hesse o semplicemente hessiana, è la matrice quadrata n × n delle derivate parziali seconde della funzione. Il nome è dovuto a Ludwig Otto Hesse."
Questa definizione non ci deve spaventare perché utilizzare tale tipologia di matrice non è difficile come sembra dalla definizione precedente, infatti è uno dei metodi più usati per calcolare i punti di massimi, minimi relativi e di sella di una funzione in due variabili (che presenta quindi due incognite) in un piano. Per imparare ad utilizzare il metodo "hessiano" con destrezza, basta seguire questi semplici passi.

25

Nozione

Data una funzione iniziale in questa forma: z=f (x; y) inizia con il fare le derivate parziali rispetto ad x e rispetto ad y, entrambe ovviamente di primo grado. Ricorda che per derivare parzialmente rispetto ad una funzione che presenta ambo le incognite bisogna considerare l'incognita da non derivare come se fosse una costante e ripetere lo stesso procedimento quando si deriva parzialmente la seconda incognita.

35

Coordinate

In seguito porre entrambe le derivate parziali uguali a zero e metterle a sistema, facendo comparire la "y" al primo membro e tutto il resto al secondo. Risolvere il semplice sistema di due incognite in due equazioni con i metodi conosciuti (sostituzione o comparazione sono quelli più semplici da utilizzare). In questo modo troveremo le coordinate dei punti "critici".

Continua la lettura
45

Calcolo

A questo punto, ricorda che il primo valore delle coordinate si riferisce alla x, il secondo alla y. Fare le derivate seconde dei temini xx; xy; yx; yy ed inserirle in una matrice, sostituendo una per volta al posto di x ed y le coordinate dei punti critici trovati in precedenza. Ora abbiamo il passaggio più delicato, prestate attenzione!!! Moltiplicare i termini "xx" e "yy" e i termini "xy" e "yx", in seguito sottrarre il primo risultato al secondo. Possiamo ottenere più risultati:-se il risultato sarà positivo e la derivata di "xx" è positiva allora la funzione presenterà un minimo relativo;-se il risultato sarà positivo e il termine "xx" è negativo la funzione presenterà un massimo relativo;-se, invece, il risultato sarà negativo e il termine "xx" è negativo la funzione presenterà un punto di sella.
Spero che questo articolo amatoriale possa aiutare tutte le persone che si trovano in difficoltà con la matematica che sembra un mostro, ma che in realtà si compone di tanti semplici passi logici!

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare la distanza tra due punti in un piano cartesiano

Le materie scientifiche come geometria, fisica e geodesia ci permettono di lavorare con il piano cartesiano e le sue caratteristiche. Effettuando dei calcoli ben precisi, si arriva a determinare una serie di elementi tipici dello spazio delimitato dalla...
Superiori

Come calcolare il punti medio di un segmento

Un sistema di riferimento cartesiano che viene identificato da due assi si chiama piano cartesiano. Prima di giungere al calcolo del punto medio del segmento è necessario conoscerne i punti estremi. Tali dati, a seconda della difficoltà del problema...
Superiori

Come calcolare il massimo e il minimo di una funzione

In matematica si possono trovare tra le varie operazioni da compiere, le cosiddette funzioni. Una funzione f(x) è in sostanza una relazione che si crea tra due valori generici x ed y. X è detto dominio della funzione mentre y è detto codominio della...
Superiori

Come trovare punti di flesso obliquo

L'argomento principale attorno a cui si concentrano molte prove d'esame di matematica è lo studio di funzione. Questo particolare esercizio, oserei dire anche abbastanza lungo, consiste nella rappresentazione su di un grafico cartesiano della funzione...
Superiori

Come si calcola il coefficiente angolare della retta passante per due punti

Il coefficiente angolare di una retta è un coefficiente numerico, solitamente indicato con la lettera m, che esprime una misura della pendenza della retta rispetto all'asse x, o a qualsiasi retta orizzontale, e che appare direttamente nell'equazione...
Superiori

Come calcolare la derivata di funzioni semplici

Calcolare la derivata prima è molto importante nello studio delle funzioni, poiché consente di conoscere gli intervalli in cui queste crescono e/o decrescono ed è possibile calcolarne i massimi e i minimi. Con questi dati essenziali, risulta poi molto...
Superiori

Come trovare i punti di non derivabilità

I punti di non derivabilità sono punti dove la non funzione non potrà essere derivata, cioè punti dove la funzione, pur essendo continua varia andamento in modo brusco. Per trovare tali punti, dovrete fare un vero e proprio studio di funzione facendo...
Superiori

Come determinare i punti di intersezione tra due rette

In geometria analitica si va ad indagare il comportamento e le relazioni fra le funzioni ed è una piccola branca della matematica, che per è fondante per calcoli più avanzati. Le prime parti dell'analisi sono quelle che studiano le rette, sia singole,...