Come calcolare le frazioni molari dei componenti in una soluzione chimica

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

La frazione molare, forse non tutti sanno, rappresenta uno dei modi per esprimere la concentrazione di una specie chimica presente in una data soluzione, essa è data dal rapporto tra il numero di moli di un componente la soluzione ed il numero di moli totale. Per indicare la frazione molare si usa generalmente la lettera X. In questa guida vedremo come calcolare, quindi, le frazioni molari dei componenti in una soluzione chimica.

28

Occorrente

  • Base di chimica e matematica
38

Innanzitutto, dobbiamo sapere che in chimica la frazione molare viene solitamente usata nel caso di soluzioni, ossia, per ben specificare e non cadere nel generico, più propriamente miscele gassose, poiché essa ha la capacità di legare la pressione parziale di un componente alla pressione totale degli stessi.

48

Per prima cosa supponi, ipoteticamente parlando, di avere una soluzione i cui componenti siano rispettivamente A e B. Le frazioni molari di A e B sono così date da: XA = moli di A /moli totali, XB = moli di B /moli totali. Le frazioni molari assumono sempre valori compresi tra 0 e 1. La somma delle frazioni molari di tutti i componenti la soluzione è sempre 1: XA XB = 1.

Continua la lettura
58

Ora prendi in considerazione, ad esempio, una semplice soluzione ottenuta sciogliendo 5 grammi di cloruro di potassio (KCl) in 85 grammi di acqua. Per calcolare le frazioni molari di cloruro di potassio e di acqua devi per prima cosa trovare il numero di moli di entrambi i componenti. Ti ricordo che per calcolare il numero di moli di un composto chimico a partire dai grammi devi utilizzare la formula seguente: moli = grammi / massa molecolare. La massa molecolare del cloruro di potassio è rispettivamente 74,6 g/mol mentre, la massa molecolare dell'acqua corrisponde a 18 g/ mol.

68

Effettuando dei semplici calcoli risolvendo, così, la formula su esplicitata converremo che le moli dei due componenti risultano essere: moli di KCl = 5/74,6 = 0,067 mol, moli di acqua = 85/18 = 4,722 mol. Sommando, ora, questi due valori ottieni il numero di moli totale: moli totali = moli di KCl moli di acqua = 0,067 4,722 = 4,789.

78

Calcola, adesso, la frazione molare di KCl dividendo le moli di questo composto per le moli totali: X (KCl) =moli di KCl / moli totali = 0,067 /4,789 = 0,014. Per trovare la frazione molare di acqua puoi procedere ovviamente in maniera analoga, oppure, più semplicemente, sapendo che la somma delle frazioni molari deve dare 1, ne deduci logicamente che: X (acqua) = 1 %u2013 X (KCl) =1 -0,014 = 0,986.

88

Con una preparazione base, per quanto riguarda soprattutto la chimica, ed altresì il calcolo matematico ed algebrico potrai facilmente capire il metodo per calcolare in tutta semplicità le frazioni molari dei componenti in una soluzione chimica. Ovviamente la tavola periodica degli elementi sarà d'obbligo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come calcolare il numero di moli all'equilibrio in una reazione

La chimica è una materia che solitamente si apprezza nella parte pratica in quanto miscelare le sostanze risulta divertente ed appagante. È ovvio che non si possono miscelare casualmente le sostanze perché le reazioni possono risultare pericolose....
Superiori

Come calcolare la molarità di una miscela

In chimica, la molarità viene definita come il rapporto tra il numero di moli di un soluto su volume di solvente espresso in litri: mol/L. Per indicare la molarità si usa la lettera "M" maiuscola: se una soluzione ha un valore di 2 mol/L allora diremo...
Superiori

Come calcolare il numero di moli per una reazione

Tutti ritengono che la chimica sia una materia estremamente affascinante, ma allo stesso tempo estremamente ostica. Infatti non è da tutti eccellere in questa materia. Molti incontrano difficoltà nel districarsi tra simboli e formule chimiche. In questa...
Superiori

Come calcolare il numero di moli in un composto

La mole è una delle sette unità di misura fondamentali del Sistema Internazionale, simbolo "mol". Viene usata in chimica per esprimere la quantità di sostanza in un composto. La mole è standardizzata come la quantità di sostanza di un sistema che...
Superiori

Come calcolare la concentrazione molare di una soluzione

Questa guida è piuttosto semplice se si seguono tutti i passaggi alla lettera, altresì può risultare un po' complicata. Armatemi ti molta pazienza e prendetevi tutto il tempo utile per leggere e comprendere la spiegazione.La concentrazione molare di...
Superiori

Come determinare le moli di un soluto

In chimica, quando si parla di soluzione omogenea si intende una soluzione che è costituita da un solvente e da un soluto. In genere, il solvente è presente in una quantità maggiore ed è perciò in grado di sciogliere il soluto che invece si trova...
Università e Master

Come Calcolare La Molarita' Iniziale A Partire Dal Ph O Dal Poh

La chimica è una delle materie più ostiche che tutti gli studenti che decidono di frequentare l'istituto tecnico industriale o il liceo scientifico si troveranno ad affrontare. Una delle grandezze fondamentali nello studio della chimica è sicuramente...
Superiori

Come calcolare le moli usando la molalità

Chi studia chimica si trova ad utilizzare una grande varietà di termini al fine di andare a descrivere le concentrazioni delle varie soluzioni. Uno di questi è appunto la mole e serve a descrivere un quantitativo di particelle presenti all'interno di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.