Come calcolare la sensibilità di una termocoppia

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Nel campo della ricerca e in quello industriale, la termocoppia è lo strumento più utilizzato. È un sensore formato da due metalli differenti, uniti alle estremità da una saldatura, impiegato per misurare la temperatura. Vediamo nello specifico, come calcolare la sensibilità di una termocoppia. Si procede seguendo due varianti: "modo predittivo" o "per equilibrio".

25

Seguendo il primo metodo, la temperatura del corpo, è ricavata con la velocità di variazione della temperatura del sensore, senza il raggiungimento di un punto di equilibrio. Con il secondo la misura è completata, quando tra corpo e sensore non c'è più differenza. La sensibilità è ottenuta, dal rapporto tra la variazione della misura in uscita e la corrispondente variazione di quella in entrata. La risoluzione, è il rapporto tra le piccole variazioni dell'ingresso e l'intero campo di misura.

35

I sensori generano corrente termoelettrica, dovuta all'effetto Seebeck. Hanno lo svantaggio di misurare temperature relative, non assolute. Si effettuano misure di temperatura per contatto o senza contatto. La quantità di calore ceduta per il primo esempio, è data dall'oggetto al sensore, mediante la conduzione, proporzionale alla differenza tra quella dell'oggetto e la temperatura istantanea del sensore. Se quest'ultimo ha massa "m" e calore specifico "c", otteniamo: "dQ=mcdT". La temperatura del momento è identificata con "T", la differenza con "T1". Si ottiene l'equazione differenziale se c'è assenza di dissipazione verso l'esterno.

Continua la lettura
45

Compriamo una termocoppia in base al campo di applicazione. Quelle esistenti non sono tutte uguali, è importante conoscere i conduttori elettrici che la compongono. Tra le più importanti abbiamo: il tipo J, quello E, il tipo K e almeno altre sei, adatte a temperature alte, intorno ai 1600 gradi centigradi. Facciamo attenzione nel selezionarne una. Quantifichiamo il valore di temperatura media da misurare. Quelle con elevato coefficiente elettrico, vanno bene per le basse. Il tipo R o K si utilizzano per temperature alte. In base a questi fattori e altri, il costo è variabile. Esistono trasduttori digitali e analogici. Per adattare gli analogici provenienti da diversi produttori, si adottano le stesse misure di uscita per permettere un cambio maggiore. Se il trasduttore è lontano dal sistema di acquisizione dati, l'uscita è disturbata da fattori esterni che lo condizionano. La caduta di tensione nella linea, è da tener presente nell'uscita in corrente.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per l'esattezza del calcolo chiediamo consiglio a gente esperta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare sensibilità e specificità in statistica

In statistica, le nozioni di sensibilità e di specificità svolgono un ruolo estremamente importante. Si utilizzano, spesso, nel settore della medicina, in particolar modo nell’epidemiologia. Si utilizzano, tra l'altro, per analizzare l’andamento...
Superiori

Come calcolare volume e densità

A volte, quando si frequentano gli istituti superiori, i professori chiedono di calcolare il volume e la densità di un solido di forma regolare oppure irregolare. All'inizio il problema sembra di difficile soluzione, ma non bisogna demoralizzarsi. Basta...
Superiori

Come calcolare l'altezza relativa all'ipotenusa in triangolo rettangolo

In questo tutorial, potrete scoprire oggi, come calcolare l'altezza relativa all'ipotenusa in un triangolo rettangolo, meglio anche conosciuto come secondo teorema di Euclide. Il calcolo dell'altezza relativa all'ipotenusa in un triangolo rettangolo è...
Superiori

Come calcolare la funzione inversa di una parabola

In ambito matematico viene spesso richiesto di calcolare la funzione inversa di una parabola. Ciò che è in grado di mettere in difficoltà qualsiasi studente delle scuole superiori, è in realtà un'operazione semplicissima che può essere svolta agevolmente,...
Superiori

Come calcolare il raggio di una circonferenza inscritta in un triangolo

Questa guida potrà essere utile per scoprire come calcolare in modo semplice e veloce il raggio di una circonferenza inscritta in un triangolo. Nonostante possa sembrare un calcolo complesso e che richiede una base di studio e metodo, si tratta invece...
Superiori

Come calcolare le derivate parziali miste

In questa guida ti insegnerò come calcolare le derivate parziali miste. Le derivate parziali miste servono nelle funzioni a due variabili per calcolare, per esempio, massimi, minimi e punti di sella. Può sembrare un concetto incredibilmente complesso...
Superiori

Come calcolare la mediana di un triangolo isoscele

All'interno della guida che seguirà andremo ad occuparci di geometria. Nello specifico, in questo caso andremo ad argomentare su una specifica domanda: come si fa a calcolare la mediana di un triangolo isoscele? A questa domanda forniremo tutte le risposte...
Superiori

Come calcolare la circonferenza di un arco

La geometria è una materia piuttosto vasta ed interessante che necessita di uno studio approfondito per poter essere appresa appieno. Tra le figure più interessanti e comuni che si studiano possiamo trovare la circonferenza.Non conosci la definizione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.