Come calcolare la probabilità di eventi consecutivi

Tramite: O2O 29/09/2018
Difficoltà: media
17

Introduzione

La probabilità si riferisce a dei casi incerti e aleatori che possono verificarsi oppure no. Il classico esempio nell'ambito della probabilità è quello delle palline nell'urna. Si parla di un'evento aleatorio quando, ad esempio, si vuole estrarre una pallina rossa, da un'urna che contiene palline nere e rosse. Anche la probabilità e la statistica, come la matematica, possiedono le sue leggi e i suoi assiomi. La più conosciuta è la Legge di Laplace la quale recita che "la probabilità P (E) di un evento E è il rapporto tra il numero m dei casi favorevoli (al verificarsi di E) e il numero n dei casi possibili, giudicati egualmente possibili". In matematica, la probabilità si chiama incertezza di due eventi. La probabilità viene utilizzata per il calcolo del numero di possibilità di un evento specifico. Per esempio, i risultati di un lancio di moneta possono essere sia di testa che di croce (in questa situazione se assumiamo che la moneta cada a terra). Qui, di seguito ci occuperemo di un caso specifico e cioè quando e come calcolare la probabilità di eventi consecutivi.

27

Occorrente

  • Cenni di probabilità
  • Carte
  • Palline
  • Dadi
37

Dadi

. Cerchiamo di discutere su quale sia la probabilità di ottenere testa o croce. Possiamo dire che la probabilità delle teste è 0,5 e la probabilità delle code è 0,5 e quindi la probabilità totale è 1. Un evento di probabilità 0 implica che non è possibile. Possiamo esprimere la probabilità in forma matematica. Il numero totale di possibilità di un risultato particolare diviso per il numero totale di eventi è:
p (a) = p (a) / [p (a) + p (b)] o p (b) = p (b) / [ p (a) + p (b)]
Dove p (a) è il numero di possibilità favorevoli che possono essere vere o false e p (b) è il numero di fallimenti. E p (a) + p (b) è la probabilità totale di occorrenza dell'evento a.
Parliamo ora della probabilità di eventi consecutivi. Gli eventi consecutivi sono quegli eventi che si verificano uno dopo l'altro, possiamo trovare la probabilità di questi tipi di eventi moltiplicando la probabilità di un evento consecutivo con l'altro. Ora faremo un esempio che può aiutare a capire la probabilità di eventi consecutivi.
Esempio: un dado viene tirato in superficie e una moneta viene lanciata in aria e una carta viene pescata da un mazzo di 52 carte consecutivamente. Quindi trova probabilità consecutive di ottenere 5 morti, testa su moneta e asso su carta.

47

Palline

Si parla di eventi consecutivi quando si verificano due o più eventi ripetuti l'uno dopo l'altro. Nel caso dell'urna, si ha un evento consecutivo quando si estraggono per due, tre, quattro volte consecutive le palline di coloro rosso. Ma come si fa a calcolare questo tipo di eventi. Anche in questo caso esistono delle regole. Ma come per qualsiasi calcolo matematico è necessario avere delle informazioni precise, per poter dire con un certo margine di certezza quale siano le condizioni al verificarsi di eventi consecutivi. Prima di vedere come effettuare questi calcoli sarà sufficiente valutare alcune condizioni. Infatti vi sono dei casi in cui questi eventi sono condizionati da delle variabili. Un evento, infatti può essere condizionato dal verificarsi di un evento precedente.

Continua la lettura
57

Carte

Ad esempio se da un mazzo di 40 carte dobbiamo estrarre il Re, ad ogni estrazione la nostra probabilità, che si verifichi l'evento, si ridurrà. In questo caso ci troviamo nel campo della probabilità composta e le operazioni da compiere sono delle moltiplicazioni di probabilità. Se gli eventi sono indipendenti l'uno dall'altra, cioè quando il verificarsi dell'uno non pregiudica il verificarsi dell'altro, si dovrà eseguire una semplice moltiplicazione. Il prodotto della probabilità dell'uno per la probabilità dell'altro: Pr (A e B)= Pr (A) x Pr (B).
Nel caso in cui gli eventi si condizioni fra di loro, e siano dunque eventi non indipendenti, il prodotto si ottiene dalle probabilità condizionate. Cioè la probabilità che il secondo eventi si verifichi solo se si è verificato il primo evento. Sempre nel caso del mazzo di carte dovremmo moltiplicare 4/40 (1 Re) x 3/39 (2 Re) x 2/38 (3 Re)= 0,0004.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Nel caso in cui gli eventi si condizioni fra di loro, e siano dunque eventi non indipendenti, il prodotto si ottiene dalle probabilità condizionate.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Appunti: calcolo delle probabilità

Il calcolo della probabilità rappresenta una disciplina indipendente, che venne inizialmente sviluppata per i giochi d'azzardo. Ed è proprio da qui che ebbe inizio lo studio sistematico nascente nel Seicento, per risolvere alcune problematiche sui dadi...
Università e Master

Esercizi di statistica e probabilità

La statistica è una scienza che si occupa del modo in cui si distribuisce un determinato aspetto in un campione di popolazione. Discorso diverso per il calcolo delle probabilità. Esso, infatti, si prefigge di quantificare la possibilità che un certo...
Università e Master

Come e quando applicare il teorema di Bayes in probabilità

Per poter fare il calcolo delle probabilità, generalmente ci si avvale di varie tecniche, come ad esempio il famoso Teorema di Bayes. Questo specifico teorema deriva esattamente da due importantissimi teoremi: il teorema della probabilità composta...
Università e Master

Statistica: teorema del prodotto per eventi dipendenti

Ecco una guida di statistica che potrà esserti utile se stai per affrontare un particolare compito in classe oppure un esame scolastico o universitario che ti preoccupa. Questa guida chiarirà qualche dubbio per quanto riguarda il teorema del prodotto...
Università e Master

Appunti di probabilità e statistica

La statistica è quella materia che studia, partendo dall'osservazione di specifici gruppi di soggetti, come i fenomeni si verificano, i metodi di rilevazione e le leggi che regolano ciò. La Probabilità è proprio quella sezione della statistica che...
Università e Master

Come calcolare la distribuzione marginale

All'interno dei paradigmi di probabilità e di statistica, la distribuzione marginale è un sottoinsieme di una collezione di variabili causali la cui distribuzione di probabilità delle variabili vengono contenute all'interno del sottoinsieme stesso....
Università e Master

Come calcolare l'integrale di Lebesgue

In analisi applicata, l’integrale di Lebesgue è uno metodo che permette di misurare l’integrale di una funzione, rispetto al valore stabilito su un σ-algebra. Il sigma-algebra di un insieme A consiste in un gruppo di sottoinsiemi di A, tali da vantare...
Università e Master

Come calcolare l'area di una figura su Autocad

AutoCAD è uno strumento davvero molto potente ed efficacissimo, che permette di realizzare dei disegni 2D o 3D, garantendo una notevole precisione, difficilmente raggiungibile tramite il disegno a mano libera. Nell'utilizzo di questi programmi, o nella...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.