Come calcolare la pressione osmotica

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La pressione osmotica consiste in una proprietà colligativa di grande rilevanza nei sistemi viventi. In buona sostanza, due liquidi sono separati da una sottile membrana. Entrando maggiormente nel dettaglio, un liquido rappresenta il solvente puro, mentre l'altro liquido consiste in una soluzione, fatta con il medesimo solvente. La membrana che li separa è di un tipo speciale, e prende il nome di membrana semipermeabile. Questo vuol dire che essa si lascerà attraversare esclusivamente dalle molecole del solvente. La differenza di pressione che si instaura tra le due parti della membrana è detta, appunto, pressione osmotica. In questa breve ma esauriente guida, in particolar modo, andremo a vedere come fare per riuscire a calcolare correttamente la pressione osmotica.

25

La pressione osmotica di una soluzione si indica con pi greco

La pressione osmotica di una soluzione si indica con pi greco. Inoltre, dal momento che questa rappresenta una proprietà colligativa, può essere espressa con l'equazione pi greco = m · K. In questa formula la lettera K rappresenta la costante osmotica. Essa dipende in maniera significativa dalla temperatura, e pertanto deriva che K = R · T. Di conseguenza, possiamo esprimere la pressione osmotica in questa forma: pi greco = M · R · T, in cui pi greco consiste nella pressione osmotica, mentre M è la molarità, R è la costante dei gas ideali e T si riferisce alla temperatura espressa in gradi Kelvin.

35

L'equazione pi greco = M · R · T è necessaria per calcolare la pressione osmotica di una soluzione

A questo punto, supponiamo di dover determinare la pressione osmotica esercitata da una soluzione 1,82 M, alla temperatura di 18 gradi centigradi. In questo caso, il calcolo che dobbiamo effettuare è davvero estremamente semplice. Si tratta di applicare l'equazione pi greco = M · R · T, sostituendo a ciascuna grandezza che compare, gli opportuni valori. Ricordiamo che la costante dei gas R presenta un valore pari a 0,0821 L · atm / mol · K, e che la temperatura viene espressa in gradi Kelvin.

Continua la lettura
45

E' necessario convertire i gradi centigradi in Kelvin

Per prima cosa è necessario, pertanto, convertire i gradi centigradi (oppure i gradi Celsius) in K, ossia in gradi Kelvin (temperatura assoluta). Per far tutto questo è sufficiente sommare, a 18 gradi centigradi, il valore 273. Quindi, si avrà: 18 + 273 = 291 K. A questo punto, sarà possibile procedere sostituendo ai simboli dell'equazione i valori numerici: pi greco = M · R · T = (1,82 mol/L) · (0,0821 L · atm / mol · K) · (291 K) = 43,48 atm. La soluzione eserciterà, pertanto, una pressione osmotica pari a 43,48 atm.

55

Per calcolare correttamente la pressione osmotica, è richiesto un buon allenamento

Quindi, seguendo i pochi ed i semplici passaggi riportati all'interno di questa guida, sapremo finalmente come comportarci per riuscire a calcolare la pressione osmotica in maniera corretta. Per chi è alle prime armi con questo tipo di calcoli, potrà trovare i passaggi precedenti leggermente complicati. Tuttavia con un po' di pazienza e provando varie volte, si riuscirà ad ottenere il risultato perfetto, alla fine di tutto. A questo punto non vi rimane altro da fare che leggere attentamente tutte quante le indicazioni riportate all'interno di questa breve guida, per poter immediatamente provare ed eseguire questo semplice calcolo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare il punto di congelamento

Le proprietà colligative sono quelle proprietà di soluzioni che dipendono dal numero di particelle disciolte in una soluzione ma non sulle identità dei soluti. Per una buona approssimazione, non importa se il sale disciolto in acqua è il cloruro di...
Università e Master

Come preparare una soluzione salina

La soluzione salina è conosciuta soprattutto con il nome di soluzione fisiologica. Essa è utilizzata in tantissime situazioni: per le infusioni endovenose, per le pratiche igieniche, per la pulizia delle lenti a contatto, per l'irrigazione nasale, per...
Superiori

Come calcolare il volume di un gas

Molto spesso in chimica generale viene richiesto ad uno studente di calcolare il volume di un gas (può essere indicato anche come volume molare). Questo è il volume occupato dalla sostanza volatile (che sia questo un elemento oppure un composto chimico)...
Superiori

Come determinare il peso molecolare di un gas

Un gas ideale è un gas immaginario, le cui particelle sono puntiformi e prive di volume ed hanno attrazione reciproca trascurabile. L'equazione P%u2022V = n%u2022R%u2022T detta equazione di stato dei gas ideali, lega le variabili che influenzano lo stato...
Superiori

Come calcolare la massa molecolare di un gas

Partiamo col dire che la natura è ricca di composti utili per avviare determinati sistemi di produzione, purtroppo non tutti conoscono le particolarità differenti che li distinguono uno con l'altro, solo lo studio ci può orientare a determinare tali...
Università e Master

Come dimostrare l'equazione di stato dei gas

L'equazione di stato dei gas perfetti, nota anche come legge dei gas perfetti, descrive le condizioni fisiche di un "gas perfetto" o di un gas "ideale", correlandone le funzioni di stato: quantità di sostanza, pressione, volume e temperatura. Venne formulata...
Superiori

Come convertire i gradi Fahrenheit in gradi Kelvin

Fahrenheit e Kelvin sono entrambe unità di misura della temperatura, la prima utilizzata unicamente negli Stati Uniti e nel Belize, mentre la seconda fa parte del Sistema Internazionale di unità di misura. Può quindi capitare di dover convertire una...
Superiori

Come calcolare il punto di fusione attraverso la molalità

Con questa guida ci proponiamo di spiegarvi uno dei calcoli chimici più interessanti da scoprire che è strettamente collegato alla trasformazione di sostanze che si ritrova in vari stati di consistenza. Vedremo, dunque, come far a calcolare il punto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.